Gli 8 migliori Broker ECN (Non Dealing Desk)

Gli 8 Broker ECN (Non Dealing Desk) che abbiamo selezionato per questa guida hanno superato il nostro test di valutazione. Di conseguenza ognuno di essi ha raggiunto un ottimo punteggio per una serie di fattori che consideriamo prioritari per ogni genere di investimento sul mercato: dalla presenza di conti ECN alla qualità dell’esecuzione degli ordini, dal numero di servizi di trading offerti al numero di fornitori di liquidità, fino alla scelta delle piattaforme di trading e alla possibilità di utilizzare EA e tecniche di scalping.

Migliori Broker ECN

Quali sono gli 8 migliori Broker Forex ECN?

1. Pepperstone

Secondo gli addetti del settore Pepperstone ha tutte le carte in regola per essere considerato uno dei migliori in circolazione. A tal proposito è il broker chiave dei movimenti degli scalper e dei trader algoritmici per via delle sue ottime caratteristiche ECN. Ad alzare la posta in gioco ci pensa il suo conto Razor ECN con cui offre spread molto bassi a partire da 0 pip, con uno spread medio di 0,09 pip sulla coppia EUR/USD. La commissione richiesta è di 7$ per lotto negoziato e permette di aprire posizioni forex fino a 100 lotti. Inoltre grazie all’impiego della piattaforma cTrader può supportare il trading automatico e le connessioni VPS. Per i professionisti c’è anche l’opportunità di accedere ad una leva finanziaria fino a 1:500, e beneficiare di un programma di sconti.

2. Admirals

Uno dei meriti di questo broker è il suo pacchetto funzionale. Infatti iscrivendoci ci verrà data la possibilità di aprire conti ECN su MT4 e MT5 in oltre 10 valute, il che rende questo broker ideale per evitare le commissioni di conversione. Inoltre è in grado di potenziare le capacità di MetaTrader con indicatori specifici e sistemi di monitoraggio degli ordini. Nella sua offerta spiccano oltre 40 coppie forex disponibili, senza dimenticare spread a partire da 0 pip con una commissione di 3$ per lotto. Secondo noi tra i suoi vantaggi spicca l’uso di VPS e robot di trading.

3. FP Markets

Se sei uno scalper questo broker fa al caso tuo! In tal senso FP Markets si concentra sull’offerta di un servizio forex efficiente in virtù anche della sua elevata liquidità che elabora gli ordini in una media di 40ms. Inoltre con il suo conto FP Markets RAW ECN possiamo avere accesso a oltre 70 coppie forex con spread a partire da 0 pip e una commissione di 6$ per lotto. MT4 e MT5 per questo tipo di conto sono sempre disponibili. Per ciò che concerne la leva finanziaria c’è una differenza d’uso: per i trader internazionali arriva fino a 1:500, per quelli europei non professionisti fino a 1:30.

4. Vantage

Con questo broker possiamo scegliere tra due conti ECN: Raw e il Pro. Gli spread partono comunque da 0 pip, ma le commissioni ECN arrivano fino a 3$ per lotto sul conto ECN Pro. Entrambi i conti vanno bene su MT4 o MT5 ma hanno un limite totale di nove valute. La leva può arrivare a 1:500, mentre quella massima per clienti italiani è di 1:30.

5. Roboforex

Se sei un investitore di Algo qui ti troverai come a casa! RoboForex infatti offre una soluzione ECN per i trader algoritmici. Il suo conto può essere aperto su MT4, MT5, cTrader, ma anche su rTrader, la piattaforma proprietaria del broker, dove tra l’altro possiamo impostare facilmente i robot per il trading automatico. Gli spread partono da 0 pips, con una bassa commissione per lotto di 4$. Per quanto concerne il discorso leva, sappiamo che per i clienti del Vecchio continente può arrivare fino a 1:30.

6. Axi

Questo broker ha dei tempi di esecuzione molto veloci offrendo la possibilità di operare con spread a partire da 0 pip. Con il conto Pro offerto da Axi, le commissioni per lotto partono da 7$. Inoltre può offrire anche micro-lotti, poiché l’ordine minimo eseguibile parte da 0,01 lotti. Non c’è bisogno di un deposito minimo per aprire un conto. Tutti i clienti possono fare trading grazie alla piattaforma MT4.

7. GO Markets

Se è la liquidità il vostro problema allora riflettori puntati su GO Markets è uno dei broker ECN. I suoi spread, che partono da 0 pip, sono forniti da oltre 20 fornitori di liquidità. Le commissioni sono basse e partono da 4$ per lotto negoziato. C’è anche la possibilità di accedere ad un VPS gratuito, ma non per tutti. Il broker offre ai suoi clienti sia MT4 che MT5.

8. HF Markets

Infine ecco il più flessibile della lista: l’HF Markets che offre spread ECN Raw a partire da 0 pip con una commissione di 6$ per ogni lotto negoziato. Questo broker consente di utilizzare questo tipo di conto su MT4, MT5 e anche sulla piattaforma Web. Senza dimenticare che permette anche ai trader più esperti di arrivare fino a 60 lotti standard per posizione e 500 lotti in totale. Ideale per i trader algoritmici che avranno l’opportunità di scaricare e utilizzare robot ed EA.

Una volta finita la carrellata dei migliori broker forex ECN cerchiamo di capire in che modo possono migliorare la nostra esperienza di investimento.

Perché scegliere un broker forex ECN?

Un broker ECN (Electronic Communications Network) è in grado di collegare gli utenti all’interno della Rete in modo che possano negoziare gli asset con i mercati finanziari. Questa procedura contribuisce ad accelerare il processo di esecuzione degli ordini assicurando nello stesso tempo la massima trasparenza. In tal senso i broker forex ECN sono anche detti broker STP (Straight Through Processing) e NDD (No Dealing Desk), in quanto l’esecuzione ECN non ostacola il processo di trading.

La loro forza sta in 3 fattori:

  1. Alta velocità di esecuzione
  2. Efficienza operativa
  3. Spread bassi

Cosa sono i fornitori di liquidità ECN?

Essi sono quelli che forniscono al broker i prezzi da trattare e che a loro volta possono essere offerti ai trader. Come sappiamo i broker forex scelgono i prezzi migliori tra i loro molteplici fornitori di liquidità da fornire nella loro Rete di Comunicazione Elettronica.

Di conseguenza i fornitori di liquidità hanno un ruolo chiave nel sistema perché hanno il compito di assicurare ai trader i prezzi più stabili e bassi del mercato forex. In questo scenario i broker scelgono quelli più coerenti nella formulazione dei prezzi.

Le loro prestazioni come anche le loro offerte sono un punto di partenza fondamentale per il trading ECN che quindi non si basa solo sulla scelta del broker, ma a sua volta anche sulla scelta del fornitore di liquidità.

Conto ECN vs conto standard?

Tra un conto ECN e un conto standard ci sono moltissime differenze che è giusto chiarire prima di scegliere il broker più adatto per i nostri investimenti. Analizziamo i diversi approcci voce per voce.

  • Spread bassi: solitamente gli spread ECN partono da 0 pip, invece con un conto standard lo spread parte da 1 pip o più.
  • Niente requote e slippage: indipendentemente dal conto con i broker ECN non sono necessari requotes e gli slippage sono estremamente rari. Tutto merito della loro grande liquidità unita alla velocità di esecuzione degli ordini attraverso le reti.
  • Commissioni per lotto: i broker ECN tendono ad applicare una commissione per ogni lotto negoziato dato che spesso offrono uno spread notevolmente inferiore. In genere si parte da circa 3 dollari per lotto negoziato!
  • Ritardo nell’esecuzione degli ordini: con un conto associato ai broker ECN l’esecuzione degli ordini velocissima. Di conseguenza non c’è alcun ritardo nel completamento dell’ordine, a differenza di quello che può succedere su un conto standard.
  • Sicurezza e trasparenza: I broker ECN sono quasi del tutto estranei alla Rete se non per migliorarla e di conseguenza rappresentano un modo sicuro di fare trading in virtù della loro natura STP e NDD.
  • Deposito minimo: Il deposito minimo è più alto per i conti dei broker ECN. Stiamo parlando di cifre che si aggirano intorno ai 200  euro o superiore, anche se ci sono alcune eccezioni.

Cos’è lo scalping?

Per meglio comprendere le funzionalità dei broker ECN soffermiamoci un attimo su un concetto chiave: lo scalping. Si tratta di una strategia di trading che si basa su movimenti molto piccoli eseguiti in breve tempo. L’obiettivo primario dello scalper trader è ottenere un guadagno dalla minima volatilità dei prezzi in un timeframe ristretto. Di conseguenza ha bisogno di broker dalla elevata velocità di esecuzione. Chi pratica lo scalping è detto scalper. Per praticarlo si utilizzano prevalentemente l’analisi tecnica e i software di trading system in grado di analizzare in tempo reale il trend del mercato.

Come funziona lo scalping?

Nella pratica dello scalping il trader apre una posizione su uno strumento finanziario e la chiude dopo qualche minuto. In quel timeframe tra apertura e chiusura ha fatto la sua operazione. Essa è talmente piccola da non comparire nel grafico orario. In questo frangente la perdita di una singola posizione è di minimo importo. Per ammortizzare il costo di intermediazione, lo scalper apre ogni posizione investendo una grande quantità di capitale tramite l’effetto leva.

In questo modo il broker applica una commissione fissa muovendo grandi capitali favorendo maggiori possibilità di ammortizzare il costo di intermediazione. Nello specifico ogni volta che apre una posizione deve sostenere il costo della commissione che rischia di compensare l’eventuale guadagno di capitale. Dopo pochi secondi il trader chiude la posizione, registra un guadagno o una perdita in base alla variazione di prezzo. Parliamo sempre di piccoli importi tra centinaia di operazioni di questo tipo, alcune in perdita altre in profitto. Di conseguenza il suo obiettivo è ottenere un profitto netto complessivo dall’insieme delle operazioni.

La volatilità dei prezzi nel trading scalping

I detrattori di questa procedura spesso la etichettano come uno strumento schiavo della volatilità dei prezzi, ma in realtà quest’ultima non influisce sull’attività di scalping. Quello che forse non sanno è che nello scalping le variazioni di prezzo sono molto piccole. Questo vuol dire che il timeframe in cui si muove e registra l’operazione è limitato a una dimensione temporale contenuta.

Stiamo parlando di pochi punti percentuali (1-3 pips ) di guadagno o perdita sulla chiusura della posizione. è impossibile che la volatilità possa avere un impatto su questa posizione fulminea. In generale possiamo affermare che questa strategia può essere usata sia in situazioni di estrema dinamicità che di stabilità dei prezzi. In quest’ultimo caso poi va proprio a sfruttare le piccole variazioni tra il prezzo di ASK e di BID con lo scopo di ottenere un profitto di pochi pips.

Pertanto, la strategia di scalping può essere adottata sia in situazioni di estrema dinamicità che di stabilità dei prezzi.

Pro e contro dello scalping

Per quanto rapida come strategia lo scalping è anche un’attività molto rischiosa. Per questo motivo si consiglia di operare all’interno di un sistema di money management che possa dare un valido aiuto nel tenere tutto sotto controllo considerando che in una giornata lo scalper apre e chiude un grande numero di posizioni, registrando numerose operazioni. Un sistema che tiene conto di questa dinamicità operativa può essere davvero utile perché fornisce le risposte giuste alla cosiddetta “psicologia dello scalper”.

In siffatto contesto risulta chiaro che è soltanto per pochi trader. Attenzione però per operare una strategia di scalping non basta affidare il conto a un software di system trading. Dobbiamo richiedere prima una supervisione e un’attività finanziaria e decisionale continua da parte del trader. Inoltre chi opera con questa strategia deve conoscere tutti gli strumenti dell’analisi tecnica, oltre che avere un piano di money management e soprattutto deve essere preparato sul tema. Infatti se c’è un’adeguata preparazione alle spalle, i guadagni dello scalping possono essere molto alti, se la strategia ha successo.

Tuttavia i rischi dello scalping restano e sono molto alti in merito alle perdite in una visione di insieme. Inoltre se non si hanno le conoscenze giuste si rischia di fallire nell’immediato. In quest’ottica una strategia di scalping è molto più difficile rispetto al trading di posizione e al daily trading. In ogni caso è sconsigliata a coloro che stanno muovendo da poco i primi passi nel mondo del mercato digitale finanziario. Ora scopriamo insieme i broker ECN consigliati per lo scalping.

Perché i broker ECN sono consigliati agli scalper?

Perché hanno un sistema operativo che favorisce una rapida esecuzione. In tal senso sono perfetti per le tecniche di scalping, in quanto gli scalper sfruttando i movimenti di mercato molto piccoli. Come sappiamo gli scalper entrano ed escono rapidamente dal mercato, per questo motivo l’esecuzione immediata di ECN rappresenta un enorme vantaggio. Senza dimenticare che gli spread minimi sono necessari insieme alla stabilità. Di conseguenza i conti ECN si rivelano perfetti per uno scalper che vuole operare in maniera fulminea.

Inoltre la disponibilità di operare con broker con una leva finanziaria elevata si rivela un grande punto di forza dato che solitamente una leva compresa tra 10:1 e 20:1 è sufficiente per bilanciare il rischio e la ricompensa. In quest’ottica va ricordato che sia in Europa che nel Regno Unito, in base alle normative FCA ed ESMA, i broker possono garantire una leva massima di 30:1 sulle principali coppie forex. Se invece operiamo al di fuori di quest’area l’importo è più alto. Ad esempi in alcuni paesi africani come il Sudafrica, i broker ben regolamentati possono offrire ai loro clienti una leva massima fino a 400:1.

Qual è la migliore piattaforma di trading ECN?

Quando scegliamo un broker forex ECN dobbiamo considerare anche un altro fattore chiave e cioè la piattaforma di trading ECN forex. Generalmente si tendono a scegliere quelle dove possiamo facilmente operare come scalper e quindi cTrader che è la soluzione migliore. Non è un caso che sia la piattaforma di trading ECN preferita dai broker e dai trader.

Il motivo? Ebbene ha tutte le caratteristiche che abbiamo visto in MetaTrader ma è generalmente considerata più efficiente nell’esecuzione degli ordini. Ecco perché i migliori broker ECN offrono cTrader come opzione. Di contro invece se la velocità di esecuzione è un limite che potete tranquillamente superare e volete semplicemente fare trading forex con un broker ECN allora dovete orientarvi su MT4 che è la piattaforma di trading forex ideale da scegliere.

Pro e contro dei broker ECN/STP

I broker ECN/STP sono un’ottima scelta per investire ma come tutti gli strumenti hanno sia PRO che CONTRO. Scopriamoli insieme:

PRO

  • I costi di trading sono spesso più bassi e di conseguenza sono molto convenienti per ogni genere di portafoglio.
  • La velocità di esecuzione degli ordini si rivela una garanzia sul piano delle tempistiche favorendo a sua volta un elevato numero di transazioni potendo fare affidamento su un’usabilità superiore a quella dei suoi competitors.
  • La trasparenza è uno dei motivi che ha contribuito al loro successo dato che sono considerati tra i broker più sicuri e trasparenti con cui operare

CONTRO

  • I fornitori di liquidità con il loro prezzo di riferimento possono influire sulla qualità delle operazioni
  • I depositi minimi sono più elevati rispetto alla media dei conti standard.

Conclusioni

I broker ECN hanno una marcia in più sul piano operativo e logistico. Ragion per cui si rivelano efficienti per diverse ragioni. Nel tempo le adesioni a questo genere di broker si sono moltiplicate, rendendoli particolarmente gettonati. In tal senso i loro vantaggi superano di gran lunga i relativi punti deboli, attestandoli come strumenti finanziari altamente affidabili. A tal proposito scorrendo i vari commenti sui forum tematici scopriamo che sta crescendo il numero di investitori che preferisce iniziare con un broker ECN.