Ethereum 2.0 verso l’aggiornamento Altair della Beacon Chain

Secondo i traders professionisti l’aggiornamento Altair della Beacon Chain per Ethereum 2.0 sposterà una grande mole di denaro in virtù di un progetto di investimento che inizia a fare gola a numerosi utenti. Si tratta di una fusione che favorisce una valida integrazione per l’economia digitale che si troverà in una condizione espansiva particolarmente favorevole.

Questa implementazione è destinata a durare nel tempo soprattutto dopo il recente successo di ETH il cui prezzo ha raggiunto nuovamente un massimo storico prima di tornare sotto i 4.000$. E’ chiaro che questa performance al rialzo non può che migliorare l’approccio relativo al nuovo progetto basato su una fusione vantaggiosa per entrambe le parti. Inoltre bisogna leggere questa integrazione come un’ulteriore possibilità per ETH di affermare la sua validità operativa nel sistema digitale.

Fin dal suo arrivo nel mercato Ethereum 2.0 ha sempre dimostrato di avere una marcia in più nel testare la spinta della sua criptovaluta. Ora più che mai si accinge ad una nuova rivoluzione con una fusione che rappresenta un passo avanti per la sua crescita online. A tal proposito l’aggiornamento Altair della Beacon Chain, previsto per il 27 ottobre è all’altezza dell’epoch 74240. A tal proposito sul piano tecnico deve essere concepito come un network completamente proof-of-stake (PoS) che alzerà sicuramente la posta in gioco rendendo più attivi i suoi investitori.

La fusione con Altair viene considerata un supporto valido e operativo per ETH assicurandogli quelle funzionalità da light client per una maggiore severità dello slashing e modifiche alle ricompense dei validatori. Questo approccio ha un fine ben preciso e cioè garantire agli investitori una gestione capillare dei fondi e degli strumenti che ha a disposizione per intervenire attivamente sul mercato digitale. In siffatto Ethereum 2.0 alza l’asticella con un aggiornamento molto atteso che rende le stime più solide in vista dei movimenti al rialzo del futuro.

Lascia un commento

Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.