Canadian Securities Administrators: nuove regole per il mercato digitale australiano

Questa settimana è stata inaugurata con l’annuncio dei Canadian Securities Administrators che hanno stipulato una nuova griglia di regolamentazione per favorire la fruizione dei titoli canadesi con lo scopo di far rientrare nei confini normativi finanziari gli scambi di criptovalute sull’uso dei social media. Si tratta di un’operazione di largo respiro che avrà ovviamente delle conseguenze nel mercato digitale nazionale.

Il documento pubblicato dalla Canadian Securities Administrators e rilasciato in collaborazione tra il CSA e l’Investment Industry Regulatory Organization of Canada è una sorta di vademecum su come gestire i termini di della legislazione sui titoli1 applicando le regole dell’IIROC relative alla pubblicità e al marketing per le criptovalute, ma nello stesso tempo fornisce una serie di informazioni per mettere in guardia i futuri investitori sulle possibili alterazioni del sistema.

In questo modo si cerca di far capire che non tutte le strategie sono perseguibili e molte di queste impegnano in operazioni di trading molto rischiose. Per questo motivo bisogna dare il ruolo di CTP a operatori registrati che siano in grado di far rispettare l’integrità dei mercati dei capitali. In questo scenario la sicurezza e la tutela dei patrimoni degli investitori è la priorità di questo documento che è stato quindi accolto con entusiasmo, malgrado ci siano alcuni detrattori che pensano al contrario in merito alle sue limitazioni.

In particolare la critica arriva nei confronti della Ontario Securities Commission che come sappiamo aveva avviato un’azione di contrasto contro l’exchange di criptovalute Poloniex innescato l’ira di Binance. In questo contesto è chiaro che la regolamentazione ha un valore nel momento in cui garantisce una sicurezza ma perde la sua efficacia nel momento in cui va a limitare le transazioni e a rendere il mercato digitale meno libero di quanto dovrebbe. Per questa ragione c’è ancora molta attesa nel mercato canadese circa le implicazioni di queste nuove disposizioni finanziarie.

Lascia un commento

Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.