Il Senato americano contro le criptovalute

Le recenti parole della senatrice americana Warren hanno affossato ulteriormente la scalata delle criptovalute considerate un problema da risolvere. In tal senso si è ribadita la necessità di una netta separazione tra le crypto e le CBDC ritenute invece sicure e affidabili, con una prospettiva di cambiamento circa la possibilità di vedere sempre meno valute digitali affermarsi nel mercato globale.

Le reazioni a queste affermazioni non si sono di certo fatte attendere con una buona parte degli analisti che ha individuato in questa presa di posizione una sorta di paura e di timore verso un mercato in rapida espansione. Di conseguenza sono in molti a credere che il successo delle criptovalute sia a portata di mano ed è per questo che le cariche istituzionali dei governi nazionali come la senatrice del Massachusetts impegnano il loro tempo per boicottare il sistema.

Questa situazione però ha qualcosa di paradossale perché la senatrice pur ritenendo dannosa il sistema finanziario digitale propone la creazione di una Central Bank Digital Currency (CBDC) sostenuta dal governo degli Stati Uniti, presentandola come un’alternativa alle criptovalute che sono a suo dire meno sicure e affidabili di un sistema generalizzato. In siffatto contesto ha concluso dicendo che la moneta pubblica digitale potrebbe con il tempo aiutare ad eliminare la valuta digitale privata, creando un rapporto antitetico tra cripto e CBDC.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Azioni con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


Per avallare la sua tesi la Warren ha scelto come punto di riferimento Dogecoin (DOGE) sottolineando la sua volatilità che poi è alla base delle altre criptovalute. Per questo motivo la loro funzione di mezzo di scambio non sarebbe conforme ma al contrario andrebbe a falsare il sistema finanziario con una serie di manipolazioni dei prezzi di alcuni token che sarebbero dannosi per l’economia stessa. Queste considerazioni hanno portato la senatrice a bollare le crypto che di fatto secondo la Warren rappresentano un pessimo investimento. Ora vedremo come reagiranno i mercati di fronte a questo ennesimo affondo…

Lascia un commento