La dominance di mercato dei BTC raggiunge il 54%

Buone notizie per i possessori di BTC dato che la relative dominance di mercato è nettamente superiore alle aspettative, dopo aver La raggiunto il 54%. Si tratta del suo massimo negli ultimi 30 mesi, indicando che la principale criptovaluta si sta rafforzando poco prima dell’evento di dimezzamento previsto per aprile 2024.

L’atteso halving dei BTC punta al dimezzamento in chiave operativa

Il prossimo dimezzamento è particolarmente atteso dagli investitori dei Bitcoin perché siamo di fronte ad un evento in cui la ricompensa mineraria per blocco viene dimezzata portando ad uno slancio rialzista dei prezzi. D’altronde il dimezzamento dei Bitcoin è sempre considerato uno spartiacque. Avviene ogni quattro anni e il prossimo dimezzamento ridurrà la ricompensa del mining di BTC dagli attuali 6,25 BTC a 3,125 BTC. Questo accadrà perché l’offerta totale di Bitcoin è fissata a 21 milioni, il dimezzamento dei premi del mining di BTC crea un divario tra domanda e offerta che riduce l’afflusso di nuovi BTC nel mercato.

In questo quadro entra il valore della dominance di mercato che è una misura della capitalizzazione del crypto asset rispetto al mercato complessivo degli asset digitali e va a sottolineare la sua forza sul mercato. Con un valore del 50% è considerata altamente rialzista e segna il suo punto più alto dall’ultima corsa rialzista di aprile. Questo vuol dire che l’asset ha ufficializzato la sua ripartenza che sarà quindi un motivo rialzista con un culmine nella prossima primavera laddove assicurerà ai suoi investitori un movimento continuativo.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Azioni con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


Nella sostanza il dominio del mercato di Bitcoin ha iniziato a riprendersi all’inizio di ottobre, quando è passato da meno del 49% per raggiungere questo nuovo massimo di due anni e mezzo. D’altronde Ottobre è stato storicamente considerato un mese rialzista per le criptovalute, da cui il soprannome di “Uptober”. Ciò è stato evidente dall’aumento percentuale a due cifre di Bitcoin nelle ultime settimane, aiutando BTC a salire da poco sotto i 27.000 dollari all’inizio di ottobre per raggiungere un nuovo massimo annuale di 35.000 dollari. Di conseguenza gli investitori possono seguire questa strada e iniziare a coltivare i loro guadagni partendo dal presupposto che questo rialzo è destinato a durare per molteplici sessioni.

Su questa lunghezza d’onda sono molti a sperare che questa risalita assomigli a quello che è successo nel 2017 e cioè quando i BTC ha mantenuto una dominance sul mercato di oltre l’80%, seguito da Ether (ETH $ 1.837) con quasi il 10%–17%. Anche se successivamente le cose sono cambiate, perché poi nel corso degli anni, Bitcoin ha visto un forte calo della sua posizione dominante sul mercato a causa dell’aumento del numero di criptovalute e della crescita di numerosi nuovi token durante l’ultima corsa al rialzo nel 2021. Di conseguenza questa riduzione dei token dovrebbe aiutare l’asset ad emergere e ad imporsi ancora una volta. Sulla carta i BTC hanno bisogno di questa svolta dopo un periodo altalenante tra ribassi e timide riprese. Ora è arrivato il momento di cambiare la rotta e imporre una visione rialzista continuativa dopo aver accumulato perdite temporanee che a lungo andare hanno fatto vacillare la base del progetto.

Lascia un commento