Bitcoin Wallet: cosa sono e a cosa servono ?

In circolazione ci sono numerosi Bitcoin wallet che si rivelano perfetti per la gestione delle nostre criptovalute. Sceglierne uno non è facile perché ognuno di essi ha una serie di caratteristiche vantaggiose in grado di migliorare la nostra esperienza di investimento. In questa breve guida cercheremo di approfondirli tutti in modo da darvi una visione generale di quello che dovete aspettarvi da un modello efficiente e funzionale.

Bitcoins Wallet

A cosa serve Bitcoin wallet?

Prima di addentrarci tra i diversi strumenti utili che offrono i Bitcoin Wallet soffermiamoci sulla loro funzionalità in modo da rispondere a coloro che non sanno che cosa sono esattamente. I Bitcoin wallet sono dei portafogli digitali dove possiamo mettere al sicuro le nostre criptovalute tra numerose soluzioni operative che si adattano alle singole esigenze del trader.

Perché hai bisogno di un Bitcoin wallet?

Senza un portafoglio Bitcoin, non saresti in grado di archiviare, inviare o ricevere in modo sicuro le tue risorse digitali. I portafogli forniscono un modo per gestire le tue criptovalute, aiutandoti a tenere traccia delle tue transazioni, controllare il tuo saldo e garantire che le tue monete siano sicure e protette. Alcuni portafogli BTC consentono anche di acquistare Bitcoin direttamente con fiat tramite carte di debito o credito, o di scambiarlo con/da altre criptovaluta.

Come funziona un Bitcoin wallet?

Una blockchain è un registro pubblico condiviso in cui tutte le transazioni Bitcoin vengono condotte dai portafogli Bitcoin. Quando avviene una transazione, avviene un trasferimento di valore tra più di un portafoglio Bitcoin. In genere, una singola parte scambia una parte del valore di Bitcoin con un altro asset o servizio con un altro portafoglio Bitcoin. Quando ciò accade, ogni singolo portafoglio Bitcoin utilizzerà i suoi dati segreti per firmare e convalidare le transazioni, fornendo la prova matematica che l’acquirente o il venditore è il proprietario del proprio portafoglio Bitcoin.

Quanto costa un Bitcoin wallet?

L’acquisto di un portafoglio Bitcoin potrebbe costarti da $ 0 a $ 200 o più. Usare un portafoglio non ti costa nulla se conservi solo Bitcoin nel portafoglio. Se stai completando una transazione, il proprietario dell’exchange o del dispositivo che ospita il tuo portafoglio ti addebiterà varie commissioni a seconda di ciò che stai cercando di fare. Se utilizzi un portafoglio come parte di uno scambio, probabilmente pagherai una commissione fissa di pochi dollari o una percentuale del valore totale della transazione.

Come incassi il tuo Bitcoin wallet?

Non puoi convertire direttamente Bitcoin in contanti ogni volta che ne hai voglia, ma puoi vendere i tuoi Bitcoin in modo anonimo sulla blockchain in cambio della valuta fiat che desideri. Uno scambio di criptovalute può gestire la transazione per tuo conto e trovare un acquirente in modo da poter convertire rapidamente il valore del tuo Bitcoin nel denaro di cui hai bisogno. Ogni portafoglio ha regole e periodi di tempo diversi per trasferire la tua valuta fiat sul tuo conto bancario, ma la maggior parte può essere eseguita in uno o tre giorni dopo il completamento della vendita di Bitcoin.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


Come posso ottenere Bitcoin wallet?

Per ottenere un portafoglio Bitcoin, puoi scegliere tra una gamma di opzioni, inclusi portafogli hardware, portafogli software e portafogli mobili, ciascuno dei quali supporta una serie di monete. Il primo passo è ricercare e confrontare i migliori portafogli crittografici disponibili, considerando fattori come sicurezza, facilità d’uso e valute digitali supportate.

Tipi di portafogli crittografici

È disponibile un’ampia varietà di opzioni di portafoglio, ognuna con le sue caratteristiche uniche e livelli di sicurezza e facilità d’uso. Tratteremo qui i principali tipi di portafogli, evidenziandone i pro e i contro per aiutarti a decidere quale tipo di portafoglio è il migliore per le tue esigenze. Tieni presente che al giorno d’oggi non è sempre necessario fare una scelta tra hardware e software. Molti cold wallet collaborano con gli hot wallet esistenti o dispongono addirittura di un proprio computer, di un’app mobile o di interfacce di estensione del browser.

Portafogli caldi ( Hot Wallet )

Grazie alla connessione a Internet, gli hot wallet sono molto convenienti per gli utenti che hanno bisogno di accedere regolarmente ai propri asset crittografici. Sono disponibili in diverse forme, come portafogli web, desktop e mobili.

PRO

  • Facilmente accessibile e facile da usare
  • Adatto per le transazioni quotidiane
  • Alcuni portafogli offrono opzioni multipiattaforma

CONTRO

  • Vulnerabile agli attacchi informatici e alla pirateria informatica
  • Livello di sicurezza inferiore rispetto ai portafogli freddi

Portafogli freddi ( Cold Wallet )

I portafogli freddi sono soluzioni di archiviazione offline che garantiscono un livello più elevato di sicurezza per le tue risorse crittografiche. Questo tipo di portafoglio è l’ideale per coloro che danno priorità alla sicurezza e all’archiviazione a lungo termine. Gli esempi includono portafogli hardware e portafogli di carta.

Portafogli hardware

I portafogli hardware sono dispositivi fisici che archiviano in modo sicuro le tue chiavi private offline. Spesso si presentano sotto forma di chiavette USB o altri dispositivi portatili.

PRO

  • Altamente sicuro, poiché le chiavi private vengono archiviate offline
  • Spesso includono funzionalità di sicurezza aggiuntive, come l’autenticazione a due fattori
  • Compatibile con varie criptovalute

CONTRO

  • Più costoso di altre opzioni di portafoglio
  • Può essere perso, danneggiato o rubato

Portafogli di carta

I portafogli di carta sono documenti fisici che contengono le tue chiavi private e pubbliche, solitamente sotto forma di codice QR. Questo tipo di portafoglio è considerato una delle forme più sicure di conservazione a freddo.

PRO

  • Sicuro, poiché le chiavi vengono archiviate offline
  • Poco costoso da creare

CONTRO


Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con Skilling:
✔️ Funzione Skilling Copy per copiare i migliori investitori
✔️ CFD su azioni globali a 0% di commissioni
✔️ Deposito Minimo di soli 100 $
✔️ Conto Demo di 10.000 $

Prova Ora Gratis ➡


  • Non così facile da usare come altre opzioni di portafoglio
  • Può essere perso, danneggiato o rubato

Portafogli multifirma

I portafogli multifirma richiedono che più parti firmino le transazioni prima che possano essere eseguite. Ciò aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al tuo portafoglio ed è particolarmente utile per le aziende o le organizzazioni che gestiscono grandi quantità di risorse crittografiche.

PRO

  • Maggiore sicurezza grazie alle firme multiple richieste per le transazioni
  • Ideale per aziende o organizzazioni con più parti interessate
  • Rischio ridotto di accesso non autorizzato o furto

CONTRO

  • Meno conveniente per i singoli utenti
  • Può essere più complesso da configurare e gestire

Qual è il miglior Wallet per Bitcoin?

Come vi abbiamo anticipato nella parte introduttiva esistono diversi wallet BTC sul mercato, bisogna solo capire quello che fa al caso nostro. Tenendo bene a mente che i wallet possono essere di due tipi: custodial e non custodial. I primi sono quelli offerti dagli exchange, a cui lasceremo il possesso delle nostri chiavi private. Il loro unico limite è che se qualcosa andasse storto non potremmo mai iuscire a recuperare l’importo. I secondi invece sono wallet che lasciano il totale controllo all’utente.

A quel punto dobbiamo scegliere se utilizzare un hot wallet o un cold wallet laddove i primi sono connessi a internet, mentre i secondi no. Se da un lato l’hot wallet offre una maggior comodità dall’altro lato è meno sicuro del cold. Senza dimenticare gli hardware wallet, che ci permettono di innalzare ulteriormente le barriere e proteggerci da eventuali hacker, ma anche i paper wallet, più scomodi da utilizzare ma sono tra i più sicuri in circolazione.

A questo punto possiamo fare una carrellata dei migliori Bitcoin wallet in circolazione. In particolare ne abbiamo scelti 4 che secondo noi si rivelano subito all’altezza della situazione.

EXODUS

Exodus è un software dal carattere multicurrency. Di conseguenza è in grado di supportare svariate criptovalute. Non si tratta quindi di un wallet bitcoin esclusivo, ma può gestire un numero generoso di asset digitali. Inoltre si fa notare perché può essere utilizzato anche offline, il che si rivela positivo sul piano della sicurezza. Al suo interno troviamo diverse applicazioni che ne estendono le funzionalità rivelandosi adatto per ogni genere di utilizzo anche per la sua dashboard estremamente semplificata e intuitiva.

ELECTRUM

Electrum invece supporta esclusivamente questa blockchain. Di conseguenza è perfetto per chi non ha interesse per altre crypto, oppure semplicemente vuole tenerle separate da BTC. Siamo di fronte ad uno strumento non custodial e quindi disponibile per diversi supporti e sistemi operativi, tra cui Microsoft Windows e Apple macOS. Uno dei suoi principali vantaggi è la sicurezza, mentre uno dei suoi punti deboli è l’usabilità, dato che i neofiti avranno qualche difficoltà nella fase iniziale. In ogni caso basta sempre un po’ di pratica!

COINBASE WALLET

Coinbase Wallet è sviluppato dall’omonimo exchange Coinbase ed è di tipo non custodial. Per il suo funzionamento offre sia l’estensione browser che una comoda app mobile. E’ in grado di supportare varie criptovalute e blockchain rivelandosi perfetto per utenti che detengono vari asset e cercano l’unione tra sicurezza e facilità d’uso.

LEDGER

Si tratta dei migliori sul mercato per sicurezza anche se sono tra i più complessi e soprattutto tra i più cari in commercio. Tra i migliori possiamo sicuramente citare Ledger Nano S Plus e Ledger Nano X.

Bitcoins Wallet: quale scegliere?

A questo punto la scelta ricade sul modello che si avvicina maggiormente alle vostre esigenze, perché come abbiamo visto ognuno di essi rispecchia una tipologia di utente: da quello che vuole investire nell’acquisto di un wallet a quello che cerca solo un modello sicuro, fino a quello che da solo priorità alla facilità d’uso. Concludendo nel momento in cui dobbiamo scegliere un wallet di riferimento per custodire e mettere al riparo i nostri Bitcoin dobbiamo prendere in considerazione 4 criteri chiave:

  1. Sicurezza: la capacità di proteggere i nostri asset digitali deve essere una priorità per evitare di perdere il nostro capitale investito. Di conseguenza occorre trovare un giusto equilibrio tra qualità/prezzo e non lanciarsi nell’acquisto di modelli economici solo per risparmiare. Si sta comunque parlando dei vostri soldi!
  2. Trasparenza: un buon wallet che si rispetti consente l’accesso ai propri asset in maniera pratica e trasparente in modo da avere sempre un quadro completo sul proprio conto e sulla quantità di asset digitali presenti al suo interno. Su questa lunghezza d’onda anche un servizio clienti adeguato non sarebbe male per risolvere nell’immediato eventuali problemi!
  3. Semplicità d’uso: un wallet funzionale può essere usato da tutti indipendentemente dalla loro esperienza complice un sistema pratico ma soprattutto intuitivo che favorisce un funzionamento semplificato.
  4. Rapporto qualità/prezzo: il costo è un argomento chiave perché va bilanciato con le potenzialità che lo caratterizzano. Scegliere un wallet costoso ma che prevede un funzionamento complesso non è consigliabile a meno che non abbiate molta esperienza sul campo. In generale consigliamo una via di mezzo tra semplicità, usabilità e sicurezza.
  5. Multifunzionalità: la maggior parte dei wallet sono dedicati a tutto il mondo delle criptovalute ma ce ne sono alcuni specifici per alcuni asset come Bitcoin o Solana con un’apertura a 360 gradi su altre realtà finanziarie. In generale è preferibile acquistare wallet dal carattere multifunzionale in modo da gestire in maniera completa ogni tipo di scenario. Ragion per cui molti di essi si rivelano perfetti non solo per custodire le cripto ma anche per inviare e ricevere asset e soprattutto per collegarsi alle DApp.
  6. Frequenza d’uso: considera la frequenza con cui prevedi di accedere alle tue risorse crittografiche. Se hai bisogno di effettuare transazioni frequenti, un portafoglio caldo potrebbe essere più adatto, mentre i portafogli freddi sono migliori per l’archiviazione a lungo termine.

A questo punto potete fare la vostra scelta con la massima consapevolezza sapendo quali sono le caratteristiche tecniche e funzionali che dovreste trovare su un wallet in commercio. Nello specifico quelli costosi hanno una marcia in più, ma possiamo affidarci anche a quelli multitasking per un’usabilità veloce per ogni genere di impiego. In ogni caso bisogna capire che la scelta deve essere fatta con attenzione perché stiamo parlando di uno strumento che vi permetterà di tenere al sicuro le vostre criptovalute. A questo punto è lecito chiedervi: su quale puntereste?

Qual è il Bitcoin wallet più sicuro?

Il portafoglio Bitcoin più sicuro è in genere un portafoglio crittografico decentralizzato che impiega forti misure di sicurezza. I portafogli hardware, come Trezor e Ledger, sono considerati tra le opzioni più sicure perché memorizzano le tue chiavi private offline, lontano da potenziali hacker. Questi portafogli di conservazione frigorifera introducono un ulteriore livello di protezione per gli investitori in criptovalute che danno priorità alla sicurezza delle proprie risorse digitali.

Qual è il miglior Bitcoin wallet?

La scelta del miglior portafoglio Bitcoin è una questione di esigenze e preferenze individuali. Per gli utenti che cercano un portafoglio crittografico all-in-one che sia facile da usare e supporti più criptovalute, portafogli come Exodus o Trust Wallet potrebbero essere la scelta ideale. Se dai priorità alla sicurezza e non ti dispiace spendere per un portafoglio hardware, Trezor o Ledger potrebbero essere la soluzione migliore. Per coloro che cercano il miglior portafoglio crittografico gratuito, portafogli software come Electrum (per Bitcoin) o Mycelium (per Bitcoin ed Ethereum) sono opzioni popolari.

Cos’è un wallet crittografico decentralizzato?

Un portafoglio crittografico decentralizzato, noto anche come portafoglio non custodito, è un tipo di portafoglio digitale che consente agli utenti di archiviare, gestire e interagire con le proprie risorse crittografiche senza fare affidamento su un’autorità o un intermediario centralizzato. In un portafoglio decentralizzato, gli utenti hanno il pieno controllo sulle proprie chiavi private, che sono essenziali per accedere e gestire le proprie risorse digitali.

Questo approccio offre un livello più elevato di sicurezza e autonomia rispetto ai portafogli di custodia, dove le chiavi private sono detenute da terzi, come un exchange di criptovalute. I portafogli decentralizzati spesso forniscono funzionalità aggiuntive che consentono agli utenti di interagire con protocolli e piattaforme di finanza decentralizzata (DeFi) direttamente dall’interfaccia del portafoglio.

Qual è il miglior wallet crittografico per principianti?

Se sei un principiante, potrebbe essere una buona idea iniziare con un portafoglio software poiché in genere è più facile da usare. Un portafoglio mobile/desktop/online come Exodus può essere un’ottima scelta. Tieni presente, tuttavia, che i portafogli web e le estensioni del browser sono generalmente meno sicuri quando si tratta di confrontare i portafogli crittografici.

E se invece cerchi un portafoglio freddo, il miglior portafoglio hardware per principianti è Ledger Nano S Plus, che unisce funzionalità ad un elevato livello di sicurezza al costo contenuto di 79 euro.

Confronto tra portafogli Blockchain

Blockchain.info è un portafoglio di criptovaluta che supporta sia Bitcoin che Ethereum. È facile da usare e ha una commissione di transazione bassa. Ha un’API esposta, quindi puoi facilmente creare i tuoi portafogli personalizzati.

Ledger Nano S è un portafoglio hardware che offre elevata sicurezza per il tuo account. È disponibile per Bitcoin, Ethereum e Litecoin. È anche possibile mantenere più account e accedervi in ​​qualsiasi momento.

Jaxx consente a un utente di scambiare valute all’interno del portafoglio. È disponibile per Bitcoin, Ethereum, Litecoin e molte altre criptovalute. Con Jaxx, un utente può visualizzare il proprio saldo aggiornato non appena l’elaborazione è completata.

Cos’è un indirizzo di un Bitcoin Wallet?

Gli indirizzi dei portafogli sono parte integrante della rete Bitcoin. Tutti i bitcoin in circolazione sono assegnati a determinati indirizzi di portafoglio e non esistono separatamente dai portafogli. La definizione standard dell’indirizzo del portafoglio Bitcoin ci dice che l’indirizzo è associato a una coppia di chiavi privata e pubblica. Queste chiavi sono ancora il nucleo di qualsiasi indirizzo di portafoglio Bitcoin.

Il modo in cui interagiamo con le chiavi private e pubbliche è cambiato con l’evoluzione dei portafogli Bitcoin. I portafogli moderni hanno interfacce utente (UI) elaborate e funzionalità extra. Sono disponibili in molteplici forme, comprese quelle fisiche. Alcuni portafogli non forniscono nemmeno le chiavi agli utenti per evitare errori umani.

Bitcoin viene archiviato e gestito tramite un portafoglio associato alle chiavi pubbliche e corrispondenti private. Una chiave pubblica indica un determinato portafoglio. Può essere condiviso con altri in modo che possano inviarti monete. Una chiave privata viene utilizzata per firmare le transazioni in uscita dal portafoglio. Può essere vagamente paragonato al PIN della carta bancaria. Se i malintenzionati ottengono la tua chiave privata, il tuo portafoglio potrebbe rimanere vuoto. Pertanto, è essenziale mantenere segreta questa chiave.

Sebbene si creda comunemente che i portafogli crittografici contengano e conservino criptovalute come un portafoglio tradizionale, il fatto è che non lo fanno e, invece, memorizzano le chiavi private e pubbliche necessarie per acquistare criptovalute e firmare le transazioni. Le informazioni riguardanti la proprietà delle monete invece sono archiviate sulla blockchain e sono disponibili a chiunque.

Quando invii BTC a qualcuno, indichi la chiave pubblica del portafoglio del destinatario e firmi la transazione utilizzando la tua chiave privata. L’informazione che una parte ricevente ora possiede una quantità di BTC inviata viene registrata sulla blockchain. Molte applicazioni di portafoglio utilizzano la struttura deterministica gerarchica per oscurare la connessione tra le transazioni. Tali portafogli sono chiamati portafogli HD . Creano una coppia di chiavi crittografiche separate per ogni transazione.

Come creare un Bitcoin Wallet?

Creare un portafoglio Bitcoin è un passo cruciale per entrare nel mondo delle criptovalute. Ecco semplici regole per aiutare i principianti a creare un portafoglio Bitcoin in modo semplice e sicuro:

  1. Scegli il tipo di portafoglio appropriato e adattalo alle tue esigenze e ai tuoi scopi di utilizzo
  2. Scarica l’applicazione o il software del portafoglio dal sito Web ufficiale o dall’app store.
  3. Registra un account. Compila le informazioni richieste e annota in modo sicuro la password.
  4. Crea un nuovo portafoglio e crea una passphrase efficace per proteggerlo.
  5. Conserva la chiave privata in un luogo sicuro e non condividerla mai con altri.
  6. Crea un backup per il tuo portafoglio in caso di smarrimento del telefono o del computer.
  7. Attiva l’autenticazione a 2 fattori (2FA) per migliorare la sicurezza.

Ora andiamo nel dettaglio:

1) Scegli un portafoglio software Bitcoin

Innanzitutto, considera come potresti utilizzare il tuo portafoglio Bitcoin. Ad esempio, alcuni portafogli forniscono solo app desktop, mentre altri offrono sia portafogli desktop che mobili. Ti consigliamo anche di considerare le funzionalità. Sparrow ed Electrum sono leader in termini di set di funzionalità completi per gli utenti Bitcoin.

Electrum offre una soluzione collaudata nel tempo, mentre Sparrow fornisce un’interfaccia potente ma intuitiva. Tuttavia, Sparrow supporta solo i desktop, mentre Electrum offre sia app mobili che desktop.

Anche la semplicità e il recupero del portafoglio possono avere un ruolo nella tua decisione. Ad esempio, il portafoglio Zengo utilizza Multi-Party Computation (MPC) anziché frasi di ripristino o chiavi private. In termini semplici, MPC divide la chiave privata in condivisioni, con una parte sul tuo dispositivo mobile e l’altra parte sui server Zengo.

L’innovativo portafoglio utilizza un metodo di autenticazione a tre fattori (3FA) per il ripristino del portafoglio.

  • Indirizzo e-mail (e-mail secondaria supportata)
  • Un file di ripristino (archiviato in Google Cloud o iCloud – sono supportate più copie)
  • Blocco facciale 3D (scansione della vitalità – backup di familiari o amici supportato)

2) Scarica e installa

Utilizza un motore di ricerca affidabile per trovare l’URL di download corretto e conferma l’URL nel tuo browser prima di scaricare qualsiasi cosa. Molte app wallet utilizzano codice open source, rendendo banale la creazione di un’app dannosa ospitata su un dominio dal suono simile. Scarica e installa la versione appropriata per il tuo dispositivo.

3) Crea un nuovo portafoglio e configura una password

I portafogli con 2FA offrono maggiore sicurezza ma generano anche commissioni aggiuntive per ogni transazione che utilizza 2FA .Seleziona “Crea un nuovo seme” e tocca Avanti.

4) Fai il backup della tua frase seed

La tua frase seed rappresenta le chiavi del tuo regno Bitcoin. Chiunque abbia accesso alla frase seed può ricreare il portafoglio da remoto e trasferire il bitcoin. La tua frase seed è anche una frase di recupero. Se il tuo computer si rompe, ad esempio, puoi usare la tua frase di recupero per salvare il tuo portafoglio Bitcoin.

Come altra opzione, puoi dividere la frase seed o la chiave privata in condivisioni crittografate utilizzando un’app attendibile che supporti Shamir’s Secret Sharing (SSS) . Con SSS puoi scegliere quante condivisioni sono necessarie per ripristinare il “segreto”. Ad esempio, potresti sceglierne tre su cinque, consentendoti di ricomporre il segreto anche se due parti scompaiono. Se scegli questo metodo, è importante archiviare le condivisioni in posizioni separate.

In generale, ti consigliamo di evitare qualsiasi tipo di archiviazione nel cloud (e non inviarlo via e-mail a te stesso). Come si suol dire, il cloud storage è semplicemente il computer di qualcun altro e non sai chi potrebbe accedervi. Inoltre, se scegli di memorizzare la frase seed su carta o acciaio tienila nascosta. Qualsiasi persona esperta in criptovaluta riconosce una frase seed quando ne vede una.

5) Verifica e proteggi

Prima di iniziare a trasferire bitcoin, prenditi del tempo per imparare l’interfaccia del portafoglio. Electrum e Sparrow offrono un’ampia documentazione. Quando sei pronto per inviare Bitcoin, prova prima una piccola transazione.

Come trasferire Bitcoin nel tuo wallet

Se utilizzi un exchange per acquistare Bitcoin, il processo di trasferimento dei tuoi Bitcoin dall’exchange è abbastanza semplice ma può variare leggermente a seconda dell’exchange che utilizzi.

  1. Trova l’indirizzo del tuo portafoglio Bitcoin. In Electrum, ad esempio, puoi visualizzare gli indirizzi del tuo portafoglio Bitcoin scegliendo Visualizza e poi Indirizzi nel menu. Utilizza la funzione di copia per evitare errori di battitura.
  2. Trova il tuo saldo Bitcoin sull’exchange. Su Coinbase, ad esempio, puoi trovare il tuo saldo Bitcoin sotto “I miei beni”.
  3. Seleziona invia e verifica la rete di invio. Ad esempio, non puoi inviare Bitcoin sulla rete Ethereum. L’invio di criptovaluta su una rete incompatibile comporterà una perdita di fondi.
  4. Scegli l’importo e incolla l’indirizzo del portafoglio che hai copiato in precedenza. Verifica che l’indirizzo del portafoglio sia corretto e non contenga caratteri o spazi aggiuntivi.
  5. Invia la tua transazione Bitcoin. Se tutto sembra a posto, tocca il pulsante di invio.

Come inviare Bitcoin a un altro wallet

Il processo di invio di Bitcoin dall’indirizzo del tuo portafoglio a un altro indirizzo di portafoglio è parallelo ai passaggi che abbiamo appena trattato. Tuttavia, quando si invia denaro a un altro indirizzo di portafoglio, il processo è spesso molto più semplice, soprattutto se si utilizza un portafoglio mobile.

  • Per iniziare, trova il pulsante o la scheda di invio nel tuo portafoglio.
  • Successivamente, avrai bisogno dell’indirizzo di destinazione ed è meglio non provare a digitarlo a mano. Puoi invece copiare e incollare l’indirizzo nell’app del tuo portafoglio se ti è stato inviato. In alternativa, molti portafogli mobili forniscono supporto per la scansione QR. È probabile che anche il portafoglio della parte ricevente possa generare codici QR. La scansione di un codice QR riduce il rischio di errore.
  • Inserisci o scansiona l’indirizzo e completa il resto dei dettagli della transazione, incluso l’importo, quindi imposta una commissione. Una commissione più elevata aiuta a garantire una transazione più rapida. La maggior parte delle app di portafoglio forniscono indicazioni sulle tariffe attuali in base al traffico di rete.

Come migliorare la sicurezza del tuo wallet Bitcoin

I portafogli di autocustodia offrono maggiore sicurezza rispetto all’utilizzo di un exchange per conservare le tue criptovalute, ma ci sono alcuni passaggi aggiuntivi che puoi eseguire per proteggere il tuo portafoglio.

  • Autenticazione a due fattori (2FA): alcuni portafogli, come Electrum, offrono un’opzione per 2FA, in cui il tuo portafoglio contiene due delle tre chiavi, con la terza conservata su un server remoto.
  • Esamina le transazioni del portafoglio: fai attenzione alle transazioni sospette. Le transazioni di criptovaluta che non ti sembrano familiari potrebbero indicare che il tuo portafoglio è stato compromesso o che hai collegato il tuo portafoglio a uno smart contract difettoso o dannoso. Inoltre, verifica attentamente le transazioni prima di completarle. Le transazioni Bitcoin sono permanenti.
  • Crea password complesse e univoche: non utilizzare la stessa password che utilizzi per altri accessi. Scegli una password univoca per la tua app Wallet.
  • Archivia e nascondi in modo sicuro le chiavi private: chiunque abbia familiarità con i portafogli crittografici riconoscerà una frase seed quando ne vedrà una. Mantieni la tua chiave privata o frase seed nascosta e al sicuro da rischi come incendi e inondazioni.
  • Prendi in considerazione l’acquisto di un portafoglio hardware: un portafoglio hardware offre un ulteriore livello di sicurezza rispetto ai portafogli software generando e archiviando le tue chiavi private offline.

Comprensione delle commissioni e dei costi del wallet Bitcoin

La decentralizzazione della rete Bitcoin dipende dalle tariffe di rete. Paghi una commissione per inviare Bitcoin e questa commissione va ai minatori, computer specializzati che assemblano i blocchi per mantenere le transazioni sulla blockchain. La maggior parte dei portafogli software è gratuita, ad eccezione delle commissioni di rete sopra menzionate, a volte chiamate commissioni minerarie. I portafogli hardware richiedono un acquisto una tantum, con prezzi per un portafoglio hardware Bitcoin che partono da circa $ 50.

Le commissioni di Bitcoin variano in base al traffico della rete. Tuttavia, il costo, se misurato in dollari, varia anche in base al prezzo del Bitcoin in dollari. Prendi nota delle commissioni di invio quando effettui una transazione. In alcuni casi, potrebbe essere meglio attendere che la rete sia meno occupata.

È anche importante comprendere gli UTXO, un’abbreviazione di Unspent Transaction Outputs. Qualsiasi transazione Bitcoin che ricevi rappresenta un importo separato. Quando devi inviare Bitcoin, questi importi vengono combinati, ma le commissioni possono essere più alte se lo fai al momento della transazione. Portafogli come Electrum ti consentono di consolidare gli UTXO per ridurre le commissioni durante le transazioni.

Mantenere aggiornato il tuo wallet Bitcoin

Come tutti i software, i portafogli Bitcoin ricevono regolarmente miglioramenti e correzioni di bug. I bug possono variare da problemi di visualizzazione a preoccupazioni più serie, come difetti di sicurezza. Cerca un’opzione per controllare automaticamente gli aggiornamenti. Electrum, ad esempio, offre questa opzione al momento dell’installazione.

Nel 2023, i ricercatori hanno scoperto un bug in un algoritmo di generazione casuale di semi che ha consentito agli hacker di rubare criptovalute per un valore stimato di 900.000 dollari . Nello stesso anno,  5.500 utenti di Atomic Wallet hanno visto i loro conti prosciugati a causa di un exploit.

Gli aggiornamenti di sicurezza sono una parte essenziale dell’autocustodia delle criptovalute. Se utilizzi un portafoglio software, rimani aggiornato sulle nuove versioni. Se utilizzi un portafoglio hardware, controlla gli aggiornamenti del firmware e del software.