Uniswap Guida: cos’è e come funziona UNI

Uniswap è uno scambio decentralizzato che permette il market making peer-to-peer, ma è anche una criptovaluta il cui simbolo è UNI. Siamo di fronte ad una piattaforma che consente agli utenti di scambiare criptovalute senza alcun coinvolgimento con una terza parte centralizzata. La blockchain è ospitata sulla piattaforma Ethereum e governata dai titolari UNI.

Per farla breve, possiamo dire che Uniswap è sia un exchange decentralizzato che una criptovaluta. Nello stesso tempo si pone come la quarta più grande piattaforma di finanza decentralizzata (DeFi) che consente agli utenti di scambiare o commercializzare qualsiasi token ERC-20 senza il coinvolgimento di un intermediario. È molto importante notare che Uniswap è un tipo diverso di scambio: non addebita commissioni per quotare nuove monete come fanno gli scambi centralizzati. Ciò significa anche che gli utenti hanno sempre il controllo dei propri fondi e non devono rinunciare al controllo delle proprie chiavi private come farebbero con un normale scambio. Ciò riduce il rischio di perdere risorse in caso di hacking.

Alla fine del 2022, UNI, il token di governance di Uniswap, è diventata la ventesima criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato, con un valore totale di circa 4,4 miliardi di dollari.

Come si è evoluta UNISWAP: V1, V2, V3

L’esperienza di apprendimento personale del suo creatore si è trasformata nel tempo in un serio tentativo di costruire un’applicazione decentralizzata (DApp) in conformità con i valori di Ethereum: trustless (non è necessario riporre la fiducia in un’entità centralizzata), aperto a tutti e resistente alla censura. Uniswap voleva essere un esempio virtuoso di progetto Ethereum.

Così, forte del proof-of-concept iniziale, il suo creatore si è recato per presenziare a tutti gli eventi di Ethereum 2018 (come Devcon 3) per interagire con la community. Ha trovato gli appassionati estremamente accoglienti, proprio come i codici open source e senza autorizzazione. Valutando progetti DEX simili, come EtherDelta, ha scoperto la necessità di un’interfaccia intuitiva: ha assunto Calill Capuozzo per occuparsi della user experience (UX) di Uniswap. Allo stesso tempo ha aggiunto diverse coppie ETH-ERC20 e la possibilità di avere più di un Liquidity Provider (LP) allo smart contract DEX.

Uniswap V1

Hayden Adams, il creatore di Uniswap, ha presentato il rivoluzionario Uniswap intorno alla seconda metà del 2018. Il post Reddit del co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin sugli AMM (Automated Market Makers) lo ha ispirato a creare Unipug, che alla fine è stato ribattezzato Uniswap. Tra ottobre e novembre 2017, Adams ha creato AMM proof-of-concept, tra cui un sito Web e uno smart contract e cioè un programma che consente alla blockchain di eseguire transazioni più avanzate rispetto al semplice invio di criptovaluta da una persona a un’altra.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


Successivamente Adams iniziò a lavorare su cinque aspetti operativi: come completare i contratti intelligenti in modo che possano essere utilizzati, come creare un’interfaccia trader che sia reattiva e facile da usare, come controllare la sicurezza del contratto intelligente, come portare a termine il white paper, come creare i documenti per gli sviluppatori. Dopo aver superato tutti i test tecnici richiesti, decise di rendere disponibile al pubblico la prima versione di Uniswap, appunto V1.

Uniswap V2

Nel maggio 2020, Uniswap ha rilasciato Uniswap V2, la seconda versione del protocollo. I pool di liquidità ERC20/ERC20 sono stati i cambiamenti più critici. Prima della V2, una delle valute in ciascun pool di liquidità doveva essere ETH. Con l’introduzione dei token ERC20/pool di token ERC20 in Uniswap V2, qualsiasi token ERC20 può essere raggruppato direttamente con qualsiasi altro token ERC20 che si riferisce a uno standard di scripting utilizzato all’interno della blockchain di Ethereum. Questo standard tecnico detta una serie di regole e azioni che un token Ethereum o un contratto intelligente deve seguire i passaggi per poterlo implementare.

Questo cambiamento ha reso vantaggioso il lavoro dei fornitori di liquidità che possono mantenere una più ampia varietà di partecipazioni equivalenti a token ERC20 senza essere costretti a possedere ETH. Ad esempio, se un utente desiderava scambiare USDC con DAI, doveva scambiare USDC con ETH e poi ETH con DAI. Ciò di solito portava a tariffe del gas più elevate e a un maggiore slittamento.

Uniswap V3

Il 4 maggio 2021, Uniswap ha lanciato la sua terza versione, Uniswap v3, che ha introdotto alcune nuove funzionalità e miglioramenti: dalla liquidità concentrata, che consente ai fornitori di liquidità di specificare le fasce di prezzo per il proprio capitale, ottimizzando i rendimenti e offrendo un maggiore controllo ai livelli tariffari multipli, che permettono di scegliere diversi livelli di commissioni in base alla volatilità prevista della coppia, bilanciando rischi e benefici, fino alla creazione di pool personalizzabili che consentono di creare i propri pool con le proprie regole e parametri, consentendo maggiore innovazione e diversità.

La piattaforma di Uniswap

Piattaforma UNIswap
Immagine di proprietà di https://www.diariobitcoin.com/

La blockchain di Uniswap è open source, il che significa che chiunque può visualizzare e contribuire al codice della blockchain. La piattaforma può supportare lo scambio di qualsiasi token digitale che aderisca allo standard tecnico di Ethereum noto come ERC-20. Uniswap utilizza contratti intelligenti  abilitati dalla tecnologia blockchain, per funzionare come un market maker automatizzato. Gli utenti di Uniswap possono creare in modo sicuro pool di liquidità, fornire liquidità e scambiare una varietà di risorse digitali.

Essendo uno scambio decentralizzato, Uniswap utilizza un design senza autorizzazione. Il protocollo Uniswap può essere utilizzato da chiunque e la piattaforma Uniswap non ha la capacità di limitare selettivamente l’accesso. Chiunque lo desideri può utilizzare Uniswap per scambiare risorse digitali, fornire liquidità o creare un nuovo mercato in cui scambiare una nuova coppia di risorse digitali.

Su questa lunghezza d’onda l’automazione fornita dai contratti intelligenti può rendere le attività di trading più efficienti. Uniswap utilizza contratti intelligenti anche per evitare problemi di liquidità che tradizionalmente colpiscono gli scambi centralizzati. Anche l’eliminazione di qualsiasi terza parte in cerca di rendita, come una borsa centralizzata o un istituto finanziario, può ridurre le commissioni di elaborazione delle transazioni.

Come funziona Uniswap?

La piattaforma Uniswap utilizza contratti intelligenti basati su blockchain per facilitare lo scambio decentralizzato di molte risorse digitali diverse. Coppie di asset digitali vengono scambiate tramite pool di liquidità, che utilizzano contratti intelligenti per riequilibrarsi automaticamente dopo ogni operazione. In questo scenario la blockchain funziona come un registro elettronico, viene continuamente aggiornata per riflettere l’attività di trading che si verifica tra gli utenti di Uniswap. Funzionando come uno scambio senza il coinvolgimento di alcuna autorità centrale, Uniswap è un market maker automatizzato.

Uniswap opera utilizzando la piattaforma Ethereum, che attualmente utilizza la modalità operativa Proof-of-Stake. Gli utenti di Uniswap possono partecipare all’exchange decentralizzato in diversi modi:

  • Creare nuovi mercati: gli utenti di Uniswap possono utilizzare contratti intelligenti per creare nuovi mercati per lo scambio di nuove coppie di risorse digitali.
  • Scambio risorse tramite mercati esistenti: può utilizzare la piattaforma per scambiare risorse digitali tramite mercati decentralizzati che sono già stati creati.
  • Fornire liquidità e guadagnare premi: gli utenti possono fornire liquidità puntando, accettando di non scambiare o vendere, le proprie risorse digitali. Coloro che puntano le proprie valute digitali sulla piattaforma Uniswap vengono premiati con UNI.
  • Partecipare alla governance di Uniswap: i possessori di token UNI hanno il potere di governare la piattaforma Uniswap, con il potere di voto distribuito in proporzione ai saldi UNI degli utenti. La partecipazione alla rete Uniswap richiede la connessione di un portafoglio digitale compatibile. Inoltre, poiché la piattaforma Ethereum raccoglie commissioni per l’elaborazione delle transazioni Uniswap, gli utenti hanno bisogno di Ether (ETH  per pagare eventuali commissioni di transazione sostenute.

A cosa serve la moneta UNI?

Token UNI
Fonte: https://blog.uniswap.org/uni

UNI, il token nativo di Uniswaps, è un token di governance. Ciò consente ai titolari di decidere come la piattaforma dovrebbe crescere in futuro, compreso il modo in cui i token di nuova produzione dovrebbero essere assegnati alla comunità e agli sviluppatori con eventuali modifiche alle strutture tariffarie.

In siffatto contesto UNI va considerato un nuovo tipo di token che garantisce agli utenti poteri di controllo sul protocollo nonché una percentuale di tutte le commissioni di transazione pagate alla piattaforma. Uno dei motivi principali per la creazione della moneta UNI è stato il tentativo di impedire agli utenti di passare al DEX SushiSwap concorrente.

Quali sono i Vantaggi di Uniswap?

  1. Uniswap consente lo scambio decentralizzato di molte risorse digitali
  2. I contratti intelligenti consentono lo scambio di asset che può essere più economico ed efficiente
  3. Gli utenti possono guadagnare UNI accettando di non vendere o scambiare le proprie partecipazioni in criptovaluta
  4. La governance decentralizzata della piattaforma Uniswap consente a chiunque di partecipare

Quali sono gli Svantaggi di Uniswap?

  1. Uniswap supporta solo lo scambio di criptovalute compatibili con Ethereum
  2. Gli utenti devono possedere ETH per pagare le commissioni di elaborazione delle transazioni
  3. L’utilizzo di uno scambio decentralizzato richiede un portafoglio compatibile e ospitato autonomamente

Uniswap vs PancakeSwap

Uniswap e PancakeSwap sono entrambi scambi decentralizzati che facilitano lo scambio di risorse digitali. Entrambi utilizzano token, rispettivamente UNI e CAKE, per incentivare gli utenti a fornire liquidità. Operano su diverse piattaforme blockchain. Mentre Uniswap utilizza la piattaforma Ethereum, PancakeSwap utilizza Binance Smart Chain. Uniswap supporta lo scambio di token compatibili con Ethereum che aderiscono allo standard ERC-20, mentre PancakeSwap consente lo scambio di token compatibili con Binance che rispettano lo standard tecnico BEP-20 di Binance.


Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con Skilling:
✔️ Funzione Skilling Copy per copiare i migliori investitori
✔️ CFD su azioni globali a 0% di commissioni
✔️ Deposito Minimo di soli 100 $
✔️ Conto Demo di 10.000 $

Prova Ora Gratis ➡


Come si guadagna con Uniswap?

Su qualsiasi DEX, ci sono essenzialmente due metodi per trarre profitto:

  1. Acquistare e vendere cripto-asset
  2. Diventare un fornitore di liquidità.

Quando metti soldi in un pool di liquidità su Uniswap, devi mettere un valore uguale dei due token. Quindi riceverai una commissione per il fornitore di liquidità. Questa commissione si basa sulla quantità di liquidità che hai fornito. Di solito è dello 0,3%, ma può arrivare fino all’1% per le coppie di trading che non si verificano molto spesso.

Quando fornisci liquidità su Uniswap, riceverai in cambio un token del pool di liquidità, che è anche un token ERC20. Il valore di questi token aumenta quando le commissioni di transazione nel pool salgono. Pertanto, quando desideri riscuotere le commissioni di transazione, scambierai i token del tuo pool di liquidità, che verranno bruciati, e recupererai il tuo capitale originale insieme alle commissioni accumulate.

Come possono gli scambi decentralizzati generare entrate?

La risposta è semplice: ogni volta che viene effettuata una transazione su quel DEX, viene addebitata una commissione di negoziazione. Ai fornitori di liquidità viene successivamente assegnata una parte delle commissioni di negoziazione per mantenere l’ecosistema.

Qual è la tariffa su Uniswap?

Una commissione di rete è una tariffa che paghi ai minatori della rete che stai utilizzando per inviare o ricevere criptovaluta. Per ogni transazione sulla blockchain deve essere pagata una commissione di rete. Questo perché i minatori non si fidano di un’autorità centrale per controllare ed elaborare le transazioni. Invece, usano i propri computer per farlo. In cambio, le commissioni di rete pagano i minatori per il loro lavoro. Le commissioni di rete danno inoltre ai minatori un motivo per tenere lontani gli utenti dannosi dalla rete.

Anche se la transazione fallisce, non potrai recuperare i tuoi soldi per queste commissioni. I minatori devono ancora utilizzare i loro strumenti per capire che la transazione non è andata a buon fine. La tariffa di rete dipenderà dalla rete utilizzata. La blockchain di Ethereum paga i minatori in etere (ETH) e si chiama Gwei per le commissioni di rete. Ma sulla rete Polygon, le tariffe di rete vengono pagate in MATIC.

Che tipo di tasse ci sono su Uniswap?

La maggior parte degli uffici fiscali di tutto il mondo non ha abbracciato la DeFi. Non hanno offerto istruzioni fiscali chiare per piattaforme DeFi come Uniswap. Tuttavia, la tassa sulle criptovalute è ben documentata. Dobbiamo solo applicare le normative fiscali sulle criptovalute alla DeFi. La criptovaluta è tassabile. Nella maggior parte dei paesi, lo scambio di un token con un altro è soggetto all’imposta sulle plusvalenze. Ad esempio, se scambiassi UNI con ETH, pagheresti le tasse su qualsiasi guadagno ottenuto sul tuo UNI. Questa è la differenza di valore da quando hai ottenuto il tuo UNI a quando lo hai scambiato.

Finora solo l’HMRC nel Regno Unito ha fornito istruzioni chiare al riguardo. Dicono di considerare queste transazioni come eventi imponibili e di addebitare loro l’imposta sulle plusvalenze. I flash swap funzionano come qualsiasi altra operazione, anche se all’inizio non metti alcun capitale. Alla fine della transazione, avrai scambiato un token con un altro, quindi qualsiasi profitto realizzato sarà soggetto all’imposta sulle plusvalenze. In ogni caso però ogni tipo di tassa che pagherai sullo staking dipende da dove vivi e da come funziona il protocollo DeFi che stai utilizzando.

Come posso investire in Uniswap (UNI)?

Puoi investire in Uniswap acquistando UNI. Il modo più semplice per acquistare UNI è tramite uno scambio di criptovaluta centralizzato come Coinbase o Kraken. Puoi anche acquistare UNI tramite la piattaforma Uniswap utilizzando un’altra criptovaluta come Ethereum.

Sito

Deposito Minimo

Crypto Disponibili

Recensione

Valutazione

Link

eToro

50 $

60

Binance

1 $

350

ByBit

0 €

250

XTB

0 $

50

Kraken

0 $

200

KuCoin

1 $

870

Leggi anche: Come comprare UniSwap

Quali portafogli sono compatibili con Uniswap?

Il token UNI di Uniswap è compatibile con molti portafogli digitali, incluse le versioni hardware che software. I portafogli software più diffusi che possono contenere UNI includono Coinbase Wallet e il portafoglio MetaMask. Le opzioni del portafoglio hardware includono Ledger e Trezor.

Uniswap può essere violato?

Uniswap, in quanto scambio decentralizzato che utilizza la tecnologia blockchain, è considerato sicuro. I contratti intelligenti sulla piattaforma di riferimento sono progettati per essere inalterabili, sebbene in genere possa verificarsi l’hacking. La piattaforma Uniswap ha subito violazioni della sicurezza su larga scala nel 2023 che hanno comportato una perdita di oltre 25 milioni di dollari.

Conclusioni

UNI Coin è una criptovaluta relativamente nuova entrata nel mercato nel 2020. È supportata da Ethereum e sta andando molto meglio dei suoi concorrenti. Il valore totale bloccato (TVL) di UNI sul mercato supera i 5 miliardi di dollari, il che è incredibile per un nuovo arrivato e ha lasciato senza parole molti analisti crittografici. Ciò influisce notevolmente sulla destinazione futura della moneta UNI. Inoltre è il DEX preferito dagli sviluppatori. Infatti buone statistiche rendono Uniswap un luogo redditizio in cui gli sviluppatori possono contribuire con il codice. Secondo la crittoanalisi, Uniswap ha battuto il record di contributi giornalieri di codice GitHub di Solana ricevendo 1.000 caricamenti.

GitHub è una piattaforma host in cui oltre 83 milioni di sviluppatori danno forma al futuro del software. Ciò dimostra che Uniswap si sta affermando nel settore dello sviluppo, dove i programmatori possono scoprire e utilizzare ciò che offre la piattaforma. Per questo Uniswap potrebbe avere successo. Più di ogni altra cosa, le previsioni sui prezzi delle criptovalute UNI si basano su quanto sia popolare, trasparente e facile da ottenere la moneta UNI. In tal senso la reputazione di UniSwap ha anche aiutato a guadagnare la fiducia dei fornitori di liquidità.

Sin dal suo lancio, Uniswap è diventato uno dei principali stakeholder nello spazio DeFi, aumentando significativamente la visibilità della blockchain di Ethereum. La piattaforma AMM DEX ha svolto un ruolo cruciale nell’aiutare Ethereum a mantenere il suo status di first mover di fronte alla crescente concorrenza. Nonostante l’emergere di altri protocolli AMM, Uniswap rimane una forza dominante nel fiorente ecosistema decentralizzato di scambio di token. Con il suo forte inizio e la sua continua importanza, la piattaforma sembra pronta a fungere da hub centrale per le operazioni decentralizzate sulla blockchain di Ethereum nei prossimi anni a venire.