Trading con Supertrend: cos’è e come funziona

Supertrend è un famoso indicatore molto apprezzato da coloro che operano nel trading. Sta letteralmente riscuotendo successo tra gli utenti, infatti il numero degli iscritti continua a crescere progressivamente, ma per quale motivo? Ebbene esso aiuta a svolgere un’attività di trading in maniera ottimizzata anche se si hanno poche informazioni di base e quindi se si ha alle prime armi. In siffatto contesto anche i neofiti possono sfruttare al meglio i suoi benefici.

Supertrend

Come indicatore del mercato si presenta in una forma diversa rispetto ai suoi predecessori con una serie di suggerimenti di investimento più semplici e operativi, dunque alla portata di tutti. Prima di procedere all’illustrazione dei suoi vantaggi vi consigliamo di aprire un conto demo con cui verificare subito i meriti dell’indicatore. Su Plus500 per esempio possiamo partire con 20.000€ virtuali e vedere di volta in volta in che modo questo indicatore può migliorare le nostre prestazioni sul mercato.

Perchè scegliere Supertrend?

Perchè a conti fatti siamo di fronte ad indicatore non solo esaustivo ma soprattutto intuitivo. In tal senso in breve tempo indica la direzione generale del trend spiegando anche le implicazioni che comporta riferendosi all’oscillazione delle candele. Il valore che fornisce è analogo alla media mobile, ma lo raggiunge in maniera diversa. Per meglio intenderci il supertrend appare sul grafico come una linea colorata. In tal senso abbiamo due criteri importanti: il colore della linea e la sua direzione a seconda del prezzo rialzista, piatta o ribassista. Di conseguenza combinando questi elementi ci viene suggerita la direzione del prezzo di un asset.

Quali sono i Segnali di trading del supertrend?

Il colore del segnale può essere rosso o verde. Nel primo caso indica che il segnale ribassista, nel secondo che il segnale è rialzista. Per quanto riguarda la direzione ci sono 3 interpretazioni: se la linea è verso il basso abbiamo un segnale ribassista, verso l’alto un segnale rialzista, se è piatta un segnale neutro. Combinando queste variabili abbiamo tutte le informazioni necessarie per intervenire.

A quel punto ci possono altri due scenari possibili: se i segnali sono concordanti (colore verde e direzione rialzista, oppure colore rosso e segnale ribassista) ebbene quello è il momento esatto per entrare sul mercato, se invece i segnali sono discordanti (colore verde e direzione non-rialzista, oppure colore rosso e direzione non-ribassista), allora dobbiamo aspettare un altro po prima di entrare con sicurezza sul mercato.

Come impostare l’indicatore?

Come già succede per altri indicatori trading anche questo può essere impostato in diversi modi a seconda delle nostre esigenze. Tenendo bene a mente che per il metodo di calcolo si fa riferimento ai dati di partenza dell’indicatore ADX e dell’oscillatore RSI. Tali dati vengono messi insieme attraverso una formula piuttosto complicata che è possibile capire soprattutto se siete alle prime armi tramite gli schemi che si trovano nelle loro guide specifiche.

Come vedremo i due indicatori per il caldolo richiedono per logica di andare a specificare il numero delle candele previste, per questo anche il supertrend dovrà specificarlo per poter dare un’informazione corretta. Senza dimenticare che non esiste il numero perfetto di candele su cui settare i tuoi indicatori di analisi tecnica.

Per approcciarsi a questi passaggi in maniera funzionale consigliamo sempre di aprire un conto DEMO per verificare al momento le varie fasi di inserimento, magari usando una piattaforma che abbiamo un ottimo conto DEMO per sperimentare sull’analisi tecnica come magari quello offerto da FP Markets.

Una volta registrato il nostro account nella piattaforma possiamo impostare anche noi il supertrend su un periodo di 14 candele per provare ad abbassare o ad incrementare a seconda delle varie esigenze. In pratica se le abbassiamo l’indicatore sarà meno preciso, se invece le aumentiamo ci sarà meno sensibilità su movimenti di breve termine. In ogni caso sperimentare e provare può essere una ottima strategia per imparare a fare trading.

Strategia di trading con supertrend

A questo punto possiamo mostrarvi l’effettivo piano d’azione che dobbiamo impiegare nello studio dei grafici. Esso è molto importante perchè ci consente di operare sul campo. Attenzione però come per tutte le strategie vi sono due scuole di pensiero, o meglio due modalità attuative che dividono gli esperti. In ogni caso abbiamo pensato bene di mostrarvi tutti e due sistemi, in modo che possiate scegliere da soli qual è quello più adatto al vostro trading.

Strategia n.1

La prima strategia che vogliamo sottoporvi parte dal presupposto che in ogni caso l’indice di riferimento non riesca a trovare i punti esatti per entrare nel mercato. Di conseguenza parte dalla consapevolezza di un fallimento, sposta la sua attenzione su un’altra ricerca come quella di evitare le entrate nei momenti sbagliati.

Ragion per cui se non possiamo fare affidamento sulla sua tempistica di intervento, possiamo però evitare che si commettano degli errori dozzinali. Seguendo questa discussa strada procediamo in quest’ordine: non entriamo sul mercato se l’indicatore da segnali diversi e contraddittori, consideriamo segnali al rialzo anche le entrare rialziste sul mercato e lo stesso discorso lo facciamo anche con le entrate ribassiste. In questo modo il nostro supertrend funziona come un semaforo stradale dato che ci indica se fermarci oppure proseguire avanzando tra le posizioni di trading.

Al di là delle critiche che gli sono state mosse perchè incapace di individuare il punto di entrata, riteniamo che però sia molto affidadibile perchè ci dice esattamente cosa fare evitare di entrare nel mercato quando è inutile grazie ad un utilizzo ottimizzato del grafico che ha di fatto consentito a molti trader di finire in perdita più volte.

Strategia n.2

Se usiamo questo indicatore nel modo giusto scopriamo in tempi brevi qual è il momento giusto per entrare sul mercato. Per questo motivo coloro che appoggiano questa strategia, considerano questo indicatore un valido segnale per capire come muoversi nelle contrattazioni online. Per poter beneficiare dei suoi vantaggi dobbiamo guardare con attenzione il grafico in cui si andrà a seguire una direzione opposta a quella suggerita dal supertrend.

A quel punto se notiamo un trend rialzista, ma il grafico va comunque in basso, vuol dire che sta pr verificarsi l’inversione del trend. Appena il supertrend cambia direzione e colore vuol dire che quello è il momento in entrare sul mercato. Tenendo bene a mente che possiamo anche usare questo indicatore per chiudere completamente la nostra posizione. In ogni caso riteniamo che sia una strategia davvero vincente.

Quale strategia funziona meglio?

Entrambe funzionano, anche se usano metodi diversi per arrivarci, dato che partono da pressuposti e convinzioni differenti. In tal senso non sentiamo la necessità di dividerli o compararli, dato che ognuno di essi mira a sviluppare processi differenti per raggiungere lo stesso scopo. Per questo pensiamo che l’utente deve scegliere in base alla sua preparazione per capire come far fruttare in relazione all’andamento della strategia utilizzata.

Tenendo bene a mente che per usufruire al meglio dei vantaggi di questo indicatore, dobbiamo combinare i suoi suggerimenti con quelli degli altri indicatori come le trend line e il MACD, dato che l’unico modo per capire se una strategia vale è sperimentare diversificando. In questo modo possiamo operare con una maggiore consapevolezza e soprattutto con una sicurezza in più. Arrivati a questo punto siete pronti ad usare questo indicatore per migliorare la vostra esperienza di trading online? Siamo sicuri che sarete soddisfatti del suo lavoro!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*