Ethereum ETF Spot: si riducono le aspettative degli investitori!

Con l’approvazione di undici ETF spot su Bitcoin, tutti gli occhi sono ora puntati sul fratello immediato di Bitcoin, Ethereum. Richieste per un ETF spot su Ethereum sono state presentate già da tempo, ma nessuna è stata approvata. La SEC è stata notevolmente silenziosa su tutto e solo pochi giorni fa Grayscale ha ritirato la richiesta per l’ETF ETH.

La SEC alza un muro contro gli ETF targati Ethereum

Questa mancanza di impegno da parte della SEC ha alimentato nella comunità la speculazione secondo cui l’approvazione non è all’orizzonte. Poiché la performance del mercato di Ethereum continua a rallentare, le aspettative per un ETF spot su Ethereum negli Stati Uniti si sono notevolmente abbassate. Ciò avviene nel mezzo dei famigerati giochi di potere della SEC con l’industria delle criptovalute.

Questa consapevolezza sta avendo un impatto sul mercato. In particolare la performance di Ethereum è stata tutt’altro che eccezionale, con la seconda criptovaluta più grande al mondo che non sta attraversando un buon periodo in questo momento. I volumi degli scambi sono diminuiti, le liquidazioni sono basse e il prezzo è ancora molto al di sotto del livello di supporto critico di $ 3.000. Questo sentimento ribassista si riflette nel mercato, con deflussi per un totale di 14 milioni di dollari.

Ethereum potrebbe potenzialmente affrontare una flessione significativa se le recenti prospettive degli analisti si concretizzassero. Secondo l’analista crittografico James Van Straten, l’ETH potrebbe perdere ulteriore terreno rispetto al Bitcoin se la SEC continua a respingere le richieste di ETF ETH spot alla fine di maggio.

Le decisioni della SEC sulla maggior parte delle richieste di deposito degli ETF ETH sono previste tra la fine di maggio e agosto, con le date immediate che verranno tracciate a partire dalla prossima settimana. Un rifiuto dell’ETF potrebbe abbassare ulteriormente il rapporto ETH/BTC, con un impatto negativo sul sentiment del mercato e sulla pressione di vendita.

L’inflazione sta spingendo Ethereum verso il basso

Ethereum sta attualmente emettendo più ETH di quanti ne brucia, rendendolo inflazionistico. Ciò è in netto contrasto con la fornitura fissa di 21 milioni di monete di BTC. Straten ha aggiunto che la natura inflazionistica di ETH e un calo delle commissioni di transazione dopo l’aggiornamento di Dencun potrebbero far sì che Bitcoin sia in testa sul fronte delle commissioni.

Per questo motivo gli analisti hanno valutato uno stato inflazionistico di ETH dimostrando che Ethereum ha emesso quattro volte i token bruciati la scorsa settimana, un aumento dell’offerta che potrebbe trascinare verso il basso i prezzi di ETH. Il massimalista Bitcoin Fred Krueger ha condiviso lo stesso sentimento, affermando che ETH stava scendendo dopo che Solana lo ha superato attraverso commissioni più basse.

Conclusioni

Date le attuali condizioni di mercato e la mancanza di impegno da parte della SEC, sembra che le speranze per un ETF spot su Ethereum negli Stati Uniti stiano diminuendo. Tuttavia, il mercato delle criptovalute è noto per la sua volatilità e imprevedibilità, quindi solo il tempo dirà cosa riserva il futuro per Ethereum soprattutto in merito agli ETF da approvare.

Lascia un commento