Cosa nasconde il boom della DeFi?

Secondo gli analisti il boom della DeFi nasconderebbe qualcosa che potrebbe minare la fiducia degli investitori. Per questa ragione si sta valutando attentamente il suo percorso per capire se c’è stato fino a questo momento un passo falso. In pratica si mormora che questo boom sia una condizione preparatoria per farlo fallire, ma a quale scopo?

Quest’ambiguità di fondo riguarda necessariamente anche Ethereum che in teoria non è legata alla finanza decentralizzata, ma ha molte cose in comune. Questo sospetto è nato dopo l’intervento di Vitalik Buterin, CEO di Ethereum, che ha iniziato a dubitare della crescita di DeFi ipotizzando che il fine unico è il rendimento e non altro.

In questo scenario ha ribadito che Ethereum deve avere degli obiettivi che non si devono estendere al di fuori del suo perimetro di intervento. Di conseguenza espandersi oltre il semplice scambio di token e aiutare a creare altri token, ma se prendiamo la DeFi e la spingiamo verso l’infinito, rischiamo di ottenere solo token che portano rendimento ma non permettono di progredire con una posizione continuativa nel tempo.

Su questa lunghezza d’onda la stessa presentazione di EthCC 4 ha ribadito la priorità di Ethereum che è sostanzialmente orientata a ricavare più incentivi senza mai perdere di vista l’obiettivo principale. Per questo motivo la DeFi è stata battezzata dagli esperti come una piacevole distrazione che assicura un rendimento ma spinge poi la moneta verso un binario morto, frenando la sua sete di espansione tramite il mercato dei token.

In siffatto contesto la DeFi aiuta la criptovaluta rendendo operativo il suo meccanismo integrato di esecuzione ma non l’aiuta a prendere le redini del mercato, rendendo il suo impiego un’arma a doppio taglio. E’ innegabile però quello che ha contribuito a creare aiutando l’Ethereum ad uscire dall’anonimato e superando i Bitcoin per capitalizzazione di mercato.

Lascia un commento

Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.