Come comprare Bitcoin

Comprare Bitcoin può sembrare complicato, ma non lo è. Richiede solo un account presso un broker o un exchange di criptovalute e un portafoglio per conservare le tue crypto in modo sicuro. Per acquistare Bitcoin si necessita di un conto crypto, documenti di identificazione personale se si utilizza una piattaforma Know Your Client (KYC) , una connessione sicura a Internet, un metodo di pagamento e un portafoglio digitale personale al di fuori del conto di scambio. I metodi validi di pagamento bitcoin includono conti bancari, carte di debito e carte di credito . È anche possibile ottenere bitcoin presso sportelli bancomat specializzati e tramite scambi peer-to-peer (P2P).

Come comprare Bitcoin

Tabella dei Contenuti

Prima di acquistare Bitcoin

La privacy e la sicurezza sono questioni importanti nel mondo Bitcoin. Gli investitori che ottengono la chiave privata per un indirizzo pubblico, ovvero un codice crittografico simile a una password che consente a un utente di accettare criptovalute nel proprio conto sulla blockchain di Bitcoin, possono autorizzare le transazioni. Le chiavi private dovrebbero essere mantenute segrete e gli investitori devono essere consapevoli che il saldo di un indirizzo pubblico è visibile.

Gli individui possono creare più indirizzi pubblici e distribuire la propria raccolta di bitcoin su molti indirizzi. Una buona strategia consiste nel mantenere investimenti significativi presso indirizzi pubblici, che non sono direttamente collegati a quelli utilizzati nelle transazioni.

La cronologia delle transazioni effettuate sulla blockchain è trasparente, ma l’identificazione delle informazioni dell’utente non lo è. Sulla blockchain di Bitcoin, accanto a una transazione appare solo la chiave pubblica dell’utente, rendendo le transazioni riservate, ma non anonime.

Le transazioni Bitcoin sono più tracciabili dei contanti perché sono disponibili al pubblico ed è molto difficile rintracciare le parti che effettuano la transazione sulla blockchain della criptovaluta. Tuttavia, i ricercatori e l’FBI hanno affermato di poter tracciare le transazioni effettuate sulla blockchain di Bitcoin sugli altri account online degli utenti, compresi i loro portafogli digitali.

Prima di acquistare bitcoin, assicurati di verificare lo stato legale, normativo e fiscale dell’acquisto nel luogo in cui vivi.

Guida per acquistare Bitcoin 

1. Scegli un servizio o una sede di trading di criptovalute

Gli exchange sono un’opzione conveniente perché offrono un’ampia gamma di funzionalità e più criptovalute per il trading. Gli exchange consentono inoltre agli investitori di acquistare, vendere e detenere criptovaluta e consentire agli utenti di trasferire criptovalute sul proprio portafoglio online per custodia.

Esistono molti tipi di exchange di criptovalute. Alcuni consentono agli utenti di rimanere anonimi e sono decentralizzati e non richiedono agli utenti di inserire informazioni personali. Per alcuni gruppi demografici, compresi i rifugiati o coloro che vivono in paesi con poche o nessuna infrastruttura per il credito governativo o bancario, gli exchange anonimi possono aiutare a inserirli nell’economia tradizionale.

Questi exchange includono Coinbase, Kraken, Gemini e Binance; offrono bitcoin e un numero crescente di altcoin .

Quando crei un account su un exchange crypto, utilizza l’autenticazione a due fattori e una password lunga e univoca che includa una varietà di lettere (minuscole e maiuscole), caratteri speciali e numeri.

2. Collega il tuo Exchange a un’opzione di pagamento

A seconda dell’exchange, può essere richiesta l’identificazione personale e ciò potrebbe significare che è necessario includere una foto della patente di guida o della tessera di previdenza sociale, nonché informazioni sul datore di lavoro e sulla fonte di fondi. Il processo è in gran parte lo stesso della creazione di un tipico conto di intermediazione .

Nella maggior parte degli exchange, puoi collegare direttamente il tuo conto bancario oppure collegarlo a una carta di debito o credito. Sebbene sia possibile utilizzare una carta di credito per acquistare criptovaluta, la volatilità del prezzo della criptovaluta potrebbe aumentare il costo complessivo dell’acquisto di un token se combinata con gli addebiti sugli interessi della carta di credito. Bitcoin è legale, ma alcune banche potrebbero mettere in discussione o addirittura bloccare i depositi su siti o exchange legati alle criptovalute.

Le commissioni variano per i depositi tramite conto bancario, carta di debito o di credito e anche gli exchange addebitano commissioni per transazione.

3. Effettua un ordine

Gli exchange di criptovaluta si sono evoluti e ora imitano le stesse caratteristiche delle loro controparti di intermediazione mobiliare. Offrono diversi tipi di ordini e modi per investire. Quasi tutti gli exchange di criptovalute offrono sia ordini di mercato che ordini limite e alcuni forniscono anche ordini stop-loss.

Inoltre assicurano anche diversi modi per impostare investimenti ricorrenti, consentendo ai clienti di inserire una media del costo in nei loro investimenti preferiti. Coinbase, ad esempio, consente agli utenti di impostare acquisti ricorrenti per ogni giorno, settimana o mese.

4. Conserva i Bitcoin

I portafogli Bitcoin e criptovaluta sono un luogo in cui archiviare risorse digitali in modo più sicuro. Mantenere le criptovalute fuori dall’exchange e in un portafoglio personale garantisce che gli investitori abbiano il controllo sulla chiave privata dei fondi. Viene offerto un portafoglio di exchange, ma non consigliato, per partecipazioni di criptovaluta di grandi dimensioni o a lungo termine.

Come scegliere il portafoglio giusto?

La scelta del wallet giusto dipende da diversi fattori. Tieni presente che è abbastanza facile passare da un portafoglio all’altro, quindi non è una decisione di vita o di morte. Ecco i fattori che prenderei in considerazione nella scelta del mio portafoglio.

Frequenza d’uso: con quale frequenza pensi di inviare Bitcoin? Tieni presente che chiedi solo di inviare Bitcoin, poiché ricevere Bitcoin è praticamente lo stesso per tutti i tipi di portafogli. Se pensi che diventerai un utente accanito di Bitcoin, ti suggerisco di utilizzare un portafoglio facilmente accessibile sul tuo cellulare in modo che sia sempre disponibile (ad esempio, Ledger Nano X , Edge ). Tuttavia, se acquisti Bitcoin come investimento a lungo termine, ti suggerisco di utilizzare un portafoglio hardware o cartaceo, poiché è l’opzione più sicura.

Quanti Bitcoin pensi di possedere: Se intendi acquistare solo una piccola quantità di Bitcoin, non importa quale portafoglio utilizzi poiché il rischio non è così grande. Tuttavia, se hai intenzione di acquistare grandi quantità di Bitcoin, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di un portafoglio multisig o di un portafoglio hardware, entrambi considerati in generale più sicuri.

Facilità di utilizzo: quanto è facile accedere al portafoglio, inviare Bitcoin e ricevere fondi? Alcuni portafogli hanno un’ottima interfaccia utente, mentre altri tendono a rimanere indietro con meccanismi che spaventerebbero ogni nuovo Bitcoiner.

Portafogli caldi vs portafogli freddi

Hot Wallet (Portafogli caldi)

I portafogli online, noti anche come hot wallet , sono app su dispositivi come computer, telefoni o tablet. Questi portafogli generano le chiavi private delle tue monete sui dispositivi connessi a Internet. L’utente di un portafoglio online o hot wallet non è il titolare della chiave privata della criptovaluta in esso contenuta. I portafogli di scambio sono conti di custodia forniti dall’exchange. Se l’exchange viene violato, i fondi degli investitori vengono compromessi.

I titolari di hot wallet che non hanno creato sufficiente sicurezza corrono il rischio di perdere fondi a causa di furti. Password complesse, autenticazione a due fattori e navigazione Internet sicura dovrebbero essere considerati requisiti minimi.

Gli hot wallet sono ideali per piccole quantità di criptovaluta e possono essere utilizzati come un conto corrente.

Cold Wallet (Portafogli freddi)

Un portafoglio freddo non è connesso a Internet e corre meno rischi di essere compromesso. Questi portafogli offline o portafogli hardware memorizzano la chiave privata di un utente su qualcosa che non è connesso a Internet e sono dotati di software che consente agli investitori di visualizzare il proprio portafoglio senza mettere a rischio la propria chiave privata.

Un portafoglio di carta è un portafoglio generato su determinati siti Web che produce chiavi pubbliche e private stampate su carta. Molte persone plastificano questi portafogli di carta e li conservano in cassette di sicurezza presso la propria banca o anche in una cassaforte a casa propria.

Un portafoglio hardware invece è in genere un dispositivo USB che archivia le chiavi private di un utente in modo sicuro offline. Tali portafogli presentano vantaggi rispetto agli hot wallet perché non sono influenzati da virus che potrebbero infettare il computer. Con i portafogli hardware, le chiavi private non entrano mai in contatto con un computer connesso in rete o con un software potenzialmente vulnerabile.

I portafogli freddi sono il modo più sicuro per conservare i tuoi bitcoin o altre criptovalute. Tuttavia, richiedono conoscenze tecniche per la configurazione.

Come acquistare Bitcoin con PayPal

Puoi acquistare bitcoin tramite un processore di pagamento come PayPal Holdings Inc. (PYPL). Esistono due modi per acquistare bitcoin utilizzando PayPal , collegando il tuo conto a una carta di debito o conto bancario oppure utilizzando il saldo del conto PayPal per acquistare criptovalute da un fornitore di terze parti.

Puoi anche utilizzare PayPal per acquistare direttamente quattro criptovalute: Bitcoin, Ethereum, Litecoin e Bitcoin Cash . Ad eccezione di coloro che vivono alle Hawaii, i residenti di tutti gli altri stati possono utilizzare i loro conti PayPal esistenti o crearne uno nuovo per acquistare bitcoin.

Quando acquisti bitcoin direttamente da PayPal, guadagna denaro dallo spread crittografico, ovvero dalla differenza tra il prezzo di mercato di Bitcoin e il suo tasso di cambio. Per ogni acquisto, PayPal addebita anche una commissione di transazione, che dipende dall’importo acquistato.

Puoi inviare criptovalute, incluso Bitcoin, da PayPal a un portafoglio di risorse digitali esterno che possiedi e controlli, o a uno posseduto e controllato da un’altra persona come un amico o un familiare. Per inviare i tuoi bitcoin al di fuori di PayPal, dovrai fornire l’indirizzo del portafoglio a cui desideri inviare le risorse. Se invii bitcoin, devi utilizzare un indirizzo di portafoglio di destinazione designato per Bitcoin: non puoi utilizzarne uno designato per Bitcoin Cash, ad esempio.

La società di social trading e investimento multi-asset eToro è tra i pochi trader online che consentono l’utilizzo di PayPal per acquistare bitcoin sulla sua piattaforma.

Come acquistare Bitcoin con una carta di credito

L’uso delle carte di credito per acquistare bitcoin è simile all’uso delle carte di debito o dei trasferimenti automatizzati della stanza di compensazione (ACH). Tuttavia, non tutti gli exchange ti consentono di acquistare bitcoin con carte di credito, a causa delle commissioni di elaborazione associate e del rischio di frode.

L’elaborazione delle carte di credito può comportare costi aggiuntivi per tali transazioni. Oltre al pagamento delle commissioni di transazione, potrebbero esserci commissioni di elaborazione che l’exchange può trasferire all’acquirente. Gli emittenti di carte di credito trattano gli acquisti di bitcoin come anticipi in contanti e addebitano commissioni e tassi di interesse elevati su tali anticipi.

Ad esempio, gli utenti di American Express pagheranno l’attuale commissione di anticipo in contanti per tali transazioni e la commissione addebitata varierà a seconda del cambio. La società emittente della carta di credito limita inoltre gli utenti a 1.000 dollari di acquisti di bitcoin al mese.

Bitcoin premia le carte di credito come la carta di credito BlockFi Bitcoin Rewards che funziona come una tipica carta di credito a premi, tranne per il fatto che offrono premi sotto forma di bitcoin.

Metodi alternativi per acquistare Bitcoin

1. ATM Bitcoin

Gli sportelli bancomat Bitcoin funzionano come exchange di bitcoin veri e propri. Gli individui possono inserire contanti in una macchina e utilizzarli per acquistare bitcoin, che vengono trasferiti nei portafogli online per gli utenti. I bancomat Bitcoin negli States sono diventati sempre più popolari negli ultimi anni e sono disponibili presso il gigante della vendita al dettaglio Walmart Inc. (WMT).

Gli sportelli bancomat Bitcoin hanno iniziato a richiedere documenti d’identità emessi dal governo all’inizio del 2020.

Due spese sono associate agli acquisti di bitcoin presso ATM: una commissione di acquisto e una commissione di conversione per convertire una valuta fiat in bitcoin. Entrambe le tariffe sono piuttosto elevate rispetto a quelle di altre opzioni. La commissione di acquisto media mondiale presso gli sportelli bancomat bitcoin è pari all’8,4% dell’importo di acquisto e al 5,4% per le vendite agli sportelli bancomat.

2. Scambi P2P

Alcuni servizi di scambio P2P forniscono una connessione più diretta tra gli utenti. LocalBitcoins è un esempio di tale scambio. Dopo aver creato un account, gli utenti possono pubblicare richieste per acquistare o vendere bitcoin, comprese informazioni sui metodi di pagamento e sui prezzi.

Sebbene gli scambi P2P non offrano lo stesso anonimato degli scambi decentralizzati, consentono agli utenti la possibilità di cercare l’offerta migliore. Molti di questi scambi forniscono anche sistemi di valutazione, in modo che gli utenti abbiano modo di valutare i potenziali partner commerciali prima di effettuare transazioni.

3. Intermediari tradizionali  

Robinhood Markets Inc. (HOOD) è un exchange che offre trading di criptovalute. Addebita una commissione dello 0% per le transazioni e gli acquisti di criptovaluta e guadagna dal pagamento del flusso degli ordini , trasferendo il volume degli scambi ad altre piattaforme di trading o società di intermediazione. Robinhood ha consentito il trading sulla sua piattaforma per queste criptovalute, tra le altre: Bitcoin, Bitcoin Cash, Litecoin, Ethereum, Dogecoin ed Ethereum Classic.

Bitcoin e altri investimenti in criptovaluta non sono protetti dall’assicurazione della Securities Investor Protection Corp. (SIPC). Nelle operazioni di intermediazione regolari, l’agenzia protegge dalla perdita di titoli e contanti nei conti di intermediazione contenenti fino a $ 500.000, con un limite in contanti di $ 250.000.

Di contro gli exchange di criptovaluta come Coinbase dispongono di un’assicurazione contro il crimine per proteggere la propria infrastruttura dagli attacchi hacker. Ma tale assicurazione non protegge i singoli clienti dal furto della password.

Bitcoin è un buon investimento?

Ebbene, la vera risposta è che nessun investimento è intrinsecamente “buono” o “cattivo”. Dipende interamente dalla tua propensione al rischio, dalla tua strategia di investimento e dai tuoi obiettivi finanziari. Prima di considerare Bitcoin come un investimento, dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi e determinare cosa vuoi ottenere nelle tue attività di investimento. Vuoi sviluppare una rendita passiva ? Diventare un investitore a tempo pieno? Risparmiare per la pensione? Rispondere a queste domande ti aiuterà a capire se Bitcoin è l’opzione di investimento giusta per te.

Il Bitcoin è un investimento ad alto rischio perché è un asset volatile. Ciò significa che il valore dei Bitcoin può aumentare o diminuire drasticamente in un periodo molto breve, anche in poche ore o giorni.

Come tutte le criptovalute, Bitcoin non ha valore intrinseco. Non è supportato da alcun asset fisico, come l’oro o l’argento, e non esiste un regolatore centrale che garantisca che il valore rimanga stabile. Inoltre, il valore del Bitcoin non è legato ai profitti di nessuna società. Il valore del Bitcoin dipende dalla domanda del mercato. Quando ci sono più persone che acquistano Bitcoin, il valore aumenterà. Quando ci sono meno persone che acquistano Bitcoin, il valore diminuirà.

Per ottenere un profitto significativo dal Bitcoin, potresti dover fare affidamento sul “timing del mercato”, che è una strategia di investimento difficile e generalmente sconsiderata. Tuttavia, esiste un potenziale di profitto.

Quali sono i vantaggi del comprare Bitcoin?

Il vantaggio principale dell’investimento in Bitcoin è che potresti essere in grado di generare un enorme ritorno sul profitto, forse fino al 200% o più. Certo, è una cosa impegnativa da realizzare, ma è possibile.

Se acquisti una grande quantità di Bitcoin, potresti essere in grado di sfruttare un’impennata del mercato e vendere le tue monete per un valore molto più alto quando ci sono molti acquirenti. C’è anche una piccola possibilità che Bitcoin diventi davvero la valuta del futuro o un asset scambiato più comunemente, e si spera che tu possa generare rendimenti da partecipazioni a lungo termine. Va notato, tuttavia, che i valori dei Bitcoin generalmente diminuiscono ogni anno.

Il tuo successo può dipendere da una corretta “tempistica del mercato”. In altre parole, comprerai le monete quando sono a un prezzo basso e le venderai quando sono al prezzo più alto possibile. Gli investitori ad alto rischio che prestano molta attenzione al mercato potrebbero essere in grado di generare rendimenti massicci utilizzando tale strategia. Potrebbero addirittura generare rendimenti altamente improbabili nel mondo delle azioni societarie o dei titoli di stato. A tal fine, Bitcoin è incredibilmente liquido. Di conseguenza, qualsiasi realizzazione può effettivamente essere realizzata quasi immediatamente.

Quali sono gli svantaggi del comprare Bitcoin?

Sfortunatamente, l’elevata volatilità del Bitcoin lo rende un investimento pericoloso e potresti perdere denaro se non stai attento. A seconda di quanto si è visto negli ultimi mesi sul Bitcoin, potrebbe sembrare uno dei migliori investimenti da fare ma la repressione delle politiche governative può diminuire il valore del Bitcoin.

Anche Bitcoin e altri tipi di criptovaluta sono ad alto rischio di schemi “pump-and-dump”. Gli investitori predatori si rivolgeranno agli investitori dilettanti o senza pretese e li convinceranno a versare molti soldi in Bitcoin. L’impennata risultante fa sì che i prezzi dei Bitcoin aumentino rapidamente.

Gli investitori predatori sono intelligenti e vendono tutte le loro partecipazioni prima che l’ondata di acquisti finisca, ottenendo un enorme profitto. Ma quando gli investitori smettono di acquistare, il valore delle monete scende a prezzi estremamente bassi. Una moneta acquistata per 200 dollari potrebbe finire per avere una valutazione di soli 30 dollari. Gli investitori inconsapevoli butteranno via i loro soldi.

Potresti sempre realizzare un profitto vendendo le tue monete prima che il prezzo crolli, ma è impossibile prevedere quando si fermerà l’impennata degli acquisti: i prezzi potrebbero scendere del 50% nel giro di poche ore. Ecco perché qualsiasi asset volatile, come criptovaluta e penny stock, è considerato investimento ad alto rischio .

Dovresti anche sapere che gli schemi di carico e scarico e gli schemi piramidali sono illegali. Sebbene non sia necessariamente illegale trarre vantaggio da un’impennata del mercato, sia essa naturale o creata artificialmente, potresti non voler essere associato a tali pratiche. Potresti essere l’obiettivo di una verifica dell’IRS o di un’indagine penale, anche se non hai fatto nulla di male.

Suggerimenti per comprare in Bitcoin

Se decidi di provare a comprare Bitcoin, assicurati di seguire i seguenti suggerimenti:

Comprendi la tua tolleranza al rischio: come accennato in precedenza, Bitcoin è un investimento ad alto rischio e dovresti rivedere attentamente la tua tolleranza al rischio prima di investire. Se non ti senti a tuo agio nell’investire in asset volatili o hai solo una piccola somma di denaro da investire, potresti prendere in considerazione altre opzioni di investimento.

Diversifica il tuo portafoglio: il modo migliore per proteggerti dalle perdite sugli investimenti è diversificare il tuo portafoglio di investimenti. I tuoi investimenti principali dovrebbero essere a basso rischio, come titoli di stato o fondi indicizzati. Successivamente, dovresti optare per investimenti a medio rischio, come immobili o azioni aziendali . Gli investimenti ad alto rischio, come penny stock o Bitcoin, dovrebbero essere i tuoi investimenti più piccoli e con meno priorità. Bitcoin è essenzialmente la “ciliegina sulla torta”: l’investimento che potrebbe fruttare profitti sostanziali ma di cui potresti comunque fare tranquillamente a meno.

Inizia in piccolo: se sei indeciso, inizia in piccolo. Cliff Auerswald, presidente di All Reverse Mortgage, consiglia di investire $ 10 a settimana. “Molte persone non sono ancora sicure se le criptovalute avranno successo o meno. Con tutto il fermento che circonda le criptovalute, però, molti sono ancora interessati e non vogliono perderseli”, afferma. “Uno dei modi più efficaci per investire in BTC è investire solo 10 dollari a settimana. In questo modo, non c’è rischio se il risultato non va a buon fine, ma col tempo avrai un investimento sano”.

Strategie per comprare in Bitcoin

Nonostante le numerose differenze tra l’acquisto di Bitcoin e l’acquisto di altre azioni, esistono somiglianze intrinseche che devono essere affrontate. In effetti, le attuali strategie per comprare Bitcoin non sono poi così diverse dalle loro controparti azionarie. Detto questo, molte delle strategie per l’acquisto di Bitcoin hanno più a che fare con i tempi di investimento. In particolare, gli investitori possono esercitare una delle tre strategie di investimento in Bitcoin più popolari:

Acquista e ‘Hodl’ Bitcoin

Chi ha familiarità con Bitcoin probabilmente è già a conoscenza del concetto tra Buy e “Hodl”. Coloro che non lo sono, tuttavia, possono ritrovarsi rapidamente. “Hodl” (un errore di ortografia intenzionale per hold) è semplicemente una filosofia di investimento. Abbreviazione di “hold on for Dear Life”, “hodl” suggerisce che la migliore strategia di investimento in Bitcoin è mantenerlo per sempre. Coloro che sottoscrivono questa strategia sono più che consapevoli della volatilità dell’asset ma credono fortemente nelle sue prospettive. Pertanto, questa strategia richiederà agli investitori di resistere ai numerosi alti e bassi delle fluttuazioni dei prezzi del Bitcoin senza vendere.

Mantieni Bitcoin a lungo termine

Non molto diverso dalla prima strategia, gli investitori che vogliono mantenere Bitcoin a lungo termine sono convinti che si apprezzerà per lunghi periodi di tempo. Tuttavia, a differenza della strategia “hodl”, i detentori di titoli a lungo termine possono essere propensi a vendere una volta soddisfatti dei rendimenti. Questi investitori sono convinti che Bitcoin aumenterà di valore, forse fungendo da nuova riserva di valore (come l’oro), ma non sono contrari alla vendita a scopo di profitto quando sarà il momento giusto.

Fai trading di Bitcoin sulla volatilità a breve termine

Una delle strategie più popolari per fare trading in Bitcoin si basa sulla volatilità dell’asset. Se non altro, Bitcoin è diventato sinonimo di violente oscillazioni di valutazione. Basta guardare un grafico annuale per identificare quanto volatile possa essere il Bitcoin, il che fa ben sperare per i trader a breve termine. Non sorprende che questa strategia porterà gli investitori a cavalcare gli alti e bassi, vendendo ai picchi e acquistando nei cali. Questa è sicuramente la più difficile delle strategie discusse ed espone gli investitori al rischio maggiore; tuttavia, potrebbe anche generare guadagni più rapidi di quelli menzionati in precedenza.

Come vendere Bitcoin?

Puoi vendere bitcoin negli stessi luoghi in cui hai acquistato la criptovaluta, come gli exchange di criptovaluta e le piattaforme P2P. In genere, il processo di vendita di bitcoin su queste piattaforme è simile al processo di acquisto.

Gli exchange di criptovalute addebitano una percentuale dell’importo della vendita di criptovalute come commissione. Ad esempio, Coinbase afferma che potrebbe addebitare una commissione quando un cliente incassa la propria criptovaluta, a seconda del metodo di pagamento selezionato.

Hanno limiti di prelievo giornalieri e mensili. Pertanto, il denaro derivante da una grande vendita potrebbe non essere immediatamente disponibile per il commerciante. Tuttavia, con Coinbase, ad esempio, non esiste alcun limite alla quantità di criptovaluta che puoi vendere.

Quali sono i migliori exchange di Bitcoin in Europa?

1. SwissBorg

SwissBorg è una piattaforma crittografica regolamentata con sede in Svizzera ed è disponibile in molti paesi in tutto il mondo, ma è diventata una piattaforma particolarmente popolare per gli utenti europei che desiderano acquistare, vendere, scambiare e investire in criptovalute.

L’approccio mobile-first di SwissBorg ha portato questa piattaforma a diventare una prima scelta per gli utenti che cercano l’opzione più adatta ai principianti per l’acquisto di criptovalute. L’app è ben strutturata, semplificata e familiare agli utenti che sono già esperti nella navigazione delle app mobili.

A differenza delle altre menzioni in questo elenco, SwissBorg è più una piattaforma di gestione patrimoniale criptata che una piattaforma di trading. Con le opzioni di “acquisto con un clic” e l’accesso a prodotti intuitivi per il portafoglio di criptovalute chiamati Thematics, SwissBorg rende l’acquisto e l’investimento in criptovaluta il più semplice possibile e le commissioni sono ragionevoli.

SwissBorg non è adatto ai trader di criptovalute avanzati o a coloro che necessitano di eseguire analisi tecniche in quanto non esiste funzionalità di creazione di grafici, ma molti utenti lo preferiscono poiché hanno solo bisogno di un posto dove acquistare e vendere.

Con i robusti protocolli di sicurezza di SwissBorg, l’ottimo supporto clienti, gli strumenti di analisi basati sull’intelligenza artificiale di Cyborg facili da comprendere a colpo d’occhio e i loro potenti pacchetti di investimento Thematics, questa piattaforma è sicuramente da considerare.

2. eToro

eToro, una tradizionale società di investimenti finanziari, ha lanciato il suo verticale cripto nel 2014, cinque anni prima che Satoshi Nakamoto minasse il blocco genesi di Bitcoin nel 2009. Per riferimento, Bitcoin ha chiuso nel 2014 a 320,19 dollari. eToro supporta oltre 70 criptoasset e ad oggi la piattaforma vanta oltre 30 milioni di utenti che possono acquistare e vendere tra cui Solana, Ethereum, Ripple e Cardano .

Inoltre eToro addebita una commissione fissa dell’1% sulle transazioni di criptovalute. È prevista anche una commissione di inattività mensile se un conto rimane inattivo per 12 mesi, sebbene le commissioni di deposito vengano annullate grazie alle ampie opzioni di pagamento della piattaforma. Particolarmente famosa per il Copy trading.

3. Kraken

A differenza di molti altri scambi di criptovalute, che tendono a lanciare una vasta gamma di prodotti e servizi, Kraken sceglie di mantenere le cose semplici. Kraken è disponibile in oltre 190 paesi e offre staking crittografico per 12 token con fino al 24% di premi annuali. È importante notare che Kraken mira a una commissione del 15% in base ai premi che ricevi dalla rete.

Il CER, che valuta gli scambi di criptovalute in termini di sicurezza, classifica Kraken al secondo posto. Per quanto riguarda le commissioni, i trader con un volume a 30 giorni fino a $ 50.000 possono aspettarsi di pagare commissioni maker/taker dello 0,16%/0,26%. Più scambi, minori saranno le commissioni di negoziazione che dovrai pagare.

4. Crypto.com 

Crypto.com ti consente di acquistare e vendere più di 250 criptovalute e puoi fare trading con oltre 20 valute fiat. Crypto.com offre i seguenti prodotti e servizi: Una carta crittografica alimentata da Visa; Un programma di guadagno in criptovaluta in cui BTC attualmente recupera fino al 5% annuo; Staking con rendimenti fino al 12,65% annuo.

Per quanto riguarda le commissioni, per un volume di scambi spot di 30 giorni inferiore a $ 250.000, la commissione maker/taker è dello 0,0750%/0,0750%. Tuttavia, se blocchi 1.000 CRO, attualmente valutati a $ 82, Crypto.com ridurrà il 3% delle commissioni. Cronos (CRO) è il token nativo della piattaforma.

Per quanto riguarda la sicurezza, Crypto.com si colloca in cima alla classifica del CER degli scambi di criptovalute più sicuri.

5. Bybit

Con sede a Dubai, Bybit è regolamentata dalla Virtual Assets Regulatory Authority di Dubai, dalla Cyprus Securities and Exchange Commission e dall’Astana Financial Services Authority in Kazakistan. Bybit supporta oltre mille criptovalute ed è possibile accedervi in ​​oltre 160 paesi.

Oltre al trading, gli utenti Bybit possono impegnarsi in diverse attività, tra cui: Copy trading, dove puoi imitare le mosse dei migliori trader con il pilota automatico. Un programma di guadagno per generare rendimento sulla tua criptovaluta.

Bybit offre commissioni di negoziazione diverse sia per gli utenti non VIP che per quelli VIP. I membri VIP ricevono sconti aggiuntivi sulle tariffe in base ai loro livelli VIP. Le commissioni maker/taker sono determinate dal volume degli scambi spot a 30 giorni. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la sezione Commissioni Bybit .

Secondo il CER, Bybit completa la top 10 degli exchange di criptovalute con un rating AAA, il più alto assegnato dal CER.

Quali sono le commissioni per acquistare Bitcoin?

Le commissioni associate all’acquisto di Bitcoin hanno molte parti in movimento: il modo in cui paghi, l’entità della transazione e persino la congestione della rete possono influenzare le commissioni.

Commissioni di cambio: le transazioni Bitcoin su piattaforme di criptovaluta in genere comportano commissioni per l’acquisto, la vendita e lo scambio di risorse digitali. Queste commissioni possono essere strutturate come percentuale dell’importo della transazione o come somma fissa, che varia a seconda dei diversi exchange. È necessario esaminare attentamente il piano tariffario del proprio scambio prima di eseguire una transazione.

Metodo di pagamento: la scelta del metodo di pagamento utilizzato per finanziare il tuo account Bitcoin può avere un impatto significativo sulle commissioni. Optare per il finanziamento tramite carta di credito o servizi di pagamento come PayPal può comportare commissioni più elevate rispetto ad alternative come bonifici bancari o depositi in criptovaluta.

Commissioni di prelievo: se intendi trasferire Bitcoin su un portafoglio personale, potresti essere colpito da commissioni di prelievo da parte dell’exchange. Inoltre, durante il processo di prelievo potrebbero essere applicate commissioni di rete, influenzate da fattori quali la congestione della rete e la priorità delle transazioni.

Le tariffe possono essere influenzate anche da:

Dimensioni della transazione: alcuni exchange hanno una struttura tariffaria a più livelli, il che significa che transazioni più grandi potrebbero comportare commissioni più elevate, sia come percentuale dell’importo della transazione che come somma fissa.

Condizioni di mercato: durante i periodi di intensa attività di mercato, potresti riscontrare commissioni più elevate o spread più ampi tra i prezzi di acquisto e di vendita. È necessario rimanere al passo con le condizioni di mercato prevalenti prima di eseguire qualsiasi transazione.

E’ sicuro comprare Bitcoin ?

Sfortunatamente, ci sono molte truffe che coinvolgono Bitcoin. Esistono exchange falsi che attirano le persone con la promessa di Bitcoin a basso costo e i criminali usano malware per modificare gli indirizzi bitcoin in modo da poter reindirizzare le transazioni a se stessi.

Bitcoin afferma che le transazioni sono “protette da crittografia di livello militare”, quindi nessuno può prendere i tuoi soldi o effettuare pagamenti per tuo conto. Tuttavia, numerosi exchange sono stati oggetto di attacchi informatici per rubare i Bitcoin archiviati. Per questo motivo, alcuni utenti Bitcoin li archiviano offline, ad esempio nella “cold storage” sul desktop del PC, o in un portafoglio hardware come un’unità flash USB, e scrivono persino i dettagli di sicurezza su carta.

Nessuna rete di sicurezza

Qualcos’altro da tenere a mente è che non esiste alcun tipo di supporto da parte di alcun tipo di istituzione per i Bitcoin persi. Quando detieni contanti in un conto bancario, sia tu che la banca siete responsabili di mantenerli al sicuro. Se dai volontariamente quei soldi a un truffatore, potresti avere difficoltà a riaverli indietro. Se dimentichi i dati di accesso al tuo conto di risparmio, la tua banca può ricordarteli o reimpostarli. Con Bitcoin e altre criptovalute non esistono tali protezioni o garanzie, né tale assistenza.

È sensato essere scettici e procedere con cautela quando si utilizza Bitcoin e trattare solo attraverso exchange affidabili. Il sito web ufficiale di Bitcoin ha un elenco di exchange per Paese.

In quest’assenza di rete di sicurezza c’è però un vantaggio e cioè che è decentralizzato. Si tratta di uno dei vantaggi più importanti del sistema Bitcoin. Non è regolato da alcun ente centrale, quindi non dipende dalle politiche economiche dei governi.

È molto importante tenerne conto, poiché la svalutazione, l’inflazione e altri problemi macroeconomici sono causati dai governi stessi, quindi è tempo di proteggersi e Bitcoin di fatto è l’alternativa ideale .

Altri modi per comprare Bitcoin

Sebbene comprare direttamente Bitcoin possa essere il modo più popolare per farlo, i trader hanno altri modi per entrare nel gioco delle criptovalute, alcuni più direttamente di altri. Questi includono:

Futures crittografici: i futures sono un altro modo per scommettere sulle oscillazioni dei prezzi in Bitcoin e i futures ti consentono di utilizzare il potere della leva finanziaria per generare rendimenti (o perdite) massicci. I futures sono un mercato in rapida evoluzione ed esacerbano i movimenti già volatili delle criptovalute.

Fondi crittografici: esistono anche alcuni fondi crittografici (come il Grayscale Bitcoin Trust) che ti consentono di scommettere sulle oscillazioni dei prezzi di Bitcoin, Ethereum e di alcuni altri altcoin. Quindi possono essere un modo semplice per acquistare criptovalute attraverso un prodotto simile a un fondo.

Exchange di criptovalute o intermediazione di azioni: anche l’acquisto di azioni di una società pronta a trarre profitto dall’ascesa della criptovaluta, indipendentemente dal vincitore, potrebbe essere un’opzione interessante. E questo è il potenziale di un exchange come Coinbase che ricava una parte enorme dei suoi ricavi dal trading di criptovalute.

ETF blockchain: un ETF blockchain ti consente di investire nelle società che potrebbero trarre profitto dall’emergere della tecnologia blockchain. I migliori ETF blockchain ti danno esposizione ad alcune delle principali società quotate in borsa nel settore. Ma è importante notare che queste società spesso fanno molto di più che attività legate alle criptovalute, il che significa che la tua esposizione alla criptovaluta è diluita, riducendo i potenziali rialzi e ribassi.

Ciascuno di questi metodi varia in termini di rischiosità ed esposizione alla criptovaluta, quindi ti consigliamo di capire esattamente cosa stai acquistando e se si adatta alle tue esigenze.

Conclusioni

Bitcoin è un tipo popolare di criptovaluta che utilizza una grande catena di computer interconnessi per archiviare e proteggere le tue risorse digitali. Il Bitcoin è un asset altamente volatile, soggetto a ampie e rapide oscillazioni di valore, che rappresentano un’opportunità per grandi rendimenti ma rappresentano anche un rischio enorme. È fondamentale imparare come comprare in Bitcoin in modo responsabile prima di prendere qualsiasi decisione.

Ecco alcune considerazioni su cui riflettere prima di comprare in Bitcoin:

  1. Volatilità: Bitcoin è ancora un asset relativamente giovane con una storia di poco più di un decennio. Come ogni nuovo asset, è soggetto a volatilità. Gli appassionati di Bitcoin direbbero che dovresti tenere bitcoin per oltre due cicli (in genere più di otto anni) perché la volatilità punta ancora al rialzo nel lungo termine. Potresti comunque generare rendimenti interessanti tra un ciclo e l’altro se lo abbracciassi.
  2. Privacy: Le transazioni di Bitcoin sono pseudonime, quindi per utilizzare BTC non sono necessari nome, indirizzo, email o moduli di accesso; tuttavia, la maggior parte degli exchange, dei broker e delle app richiedono informazioni personali che vengono poi utilizzate per associare il bitcoin acquistato a te, la persona. Ciò può essere evitato utilizzando bancomat Bitcoin, scambi peer-to-peer e alcune app.
  3. Responsabilità personale: Una delle caratteristiche principali di Bitcoin è la responsabilità personale, che è impegnativa ma gratificante. È impegnativo perché è necessario utilizzare rigorose precauzioni pratiche per mantenerlo sempre al sicuro. Se non lo fai, potresti perdere i tuoi soldi e nessuno potrà restituirteli. È fondamentale imparare a gestire bitcoin in autonomia. Ciò richiede la creazione di password robuste che non siano archiviate sul tuo computer, nei servizi cloud o visibili a nessuno tranne che a te stesso. Sebbene i portafogli hardware ti garantiscano il controllo completo sui tuoi bitcoin, cosa succede se vengono persi o danneggiati? In questi scenari, il backup delle frasi seed è fondamentale. Numerosi dispositivi sono progettati proprio per questo scopo.
  4. Le tasse: Bitcoin non è esente da tassazione. Quindi, prima di procedere all’acquisto, dovresti considerare di verificare le implicazioni fiscali nel tuo Paese, che potrebbero differire da quelle di un’altra giurisdizione. In generale, se detieni bitcoin a lungo termine, non è prevista alcuna imposta sul reddito o sulle plusvalenze, ma potresti incorrere in un evento fiscale quando lo vendi o lo utilizzi per acquistare beni.

Domande Frequenti

Quali sono i passaggi per comprare Bitcoin?

I passaggi sono: scegliere un broker bitcoin o un exchange per effettuare l’ordine, selezionare un metodo di pagamento e garantire la conservazione sicura della criptovaluta acquistata.

Quali sono i luoghi più popolari per acquistare Bitcoin?

Sono gli exchange di criptovalute, società di intermediazione e servizi di pagamento come PayPal. Per la proprietà indiretta di bitcoin, gli investitori possono scegliere di investire in società che detengono la criptovaluta nei loro bilanci, come Tesla Inc. (TSLA) o MicroStrategy Inc. (MSTR)

Quanto dovresti aspettarti di pagare per Bitcoin?

In genere, il prezzo consiste in una commissione per operazione, più il costo per convertire una valuta fiat in bitcoin. La commissione per operazione è una funzione dell’importo in valuta dell’operazione e, naturalmente, maggiore è l’importo dell’operazione, maggiore sarà la commissione.

Il mio acquisto di Bitcoin è protetto dalla Securities Investor Protection Corp. (SIPC)?

No, il tuo acquisto di bitcoin non è protetto da SIPC . In alcuni exchange, come Coinbase, i saldi fiat nei conti individuali possono essere assicurati dalla Federal Deposit Insurance Corp. (FDIC-) fino a $ 250.000 per conto contro determinati rischi specifici.

Di quanti soldi hai bisogno per acquistare criptovalute?

Non hai bisogno di molti soldi per acquistare criptovalute. Anche se il valore del Bitcoin e di altre criptovalute può raggiungere diverse migliaia di euro, è possibile acquistare in qualsiasi momento anche frazioni di criptovaluta per pochi euro.

Quando è un buon momento per acquistare criptovalute?

Nessuno può prevedere il valore futuro di una criptovaluta. Soprattutto ai principianti viene quindi spesso consigliato il metodo del Dollar Cost Averaging (DCA), in cui gli investimenti vengono ripartiti su un periodo di tempo per ottenere infine il valore medio degli alti e bassi del prezzo in questo periodo.

Dove posso trovare un bancomat Bitcoin in Europa?

Siti web come Coin ATM Radar mantengono un elenco di bancomat Bitcoin attivi in ​​tutto il mondo. Scegli semplicemente il Paese in cui ti trovi e si aprirà una mappa interattiva. Lì puoi vedere tutte le posizioni dei bancomat Bitcoin.

Posso acquistare solo 1 Bitcoin?

SÌ! Non lasciarti scoraggiare dal prezzo del bitcoin, poiché puoi acquistarne a qualsiasi importo, anche solo $ 1, poiché il bitcoin è praticamente divisibile all’infinito: un satoshi equivale a un centomilionesimo di bitcoin. Invece di provare ad acquistare una grande quantità di bitcoin in un unico acquisto, puoi calcolare importi più piccoli con la media del costo in dollari (DCA) su base mensile.