AVATRADE VS FXCM: quale tra i due è il migliore?

Avatrade e FXCM sono due popolari broker con cui possiamo operare liberamente nel trading online. Essi si fanno notare per una serie di vantaggi funzionali che possono letteralmente migliorare l’esperienza di trading, ma se messi a confronto rivelano una serie di differenze tecniche che non possiamo di certo ignorare. Per scegliere il migliore dobbiamo anche partire da certezze e quindi dalla consapevolezza di quello che possiamo aspettarci da queste tipologie di piattaforme. Nel momento in cui investiamo nel trading online conosciamo perfettamente le nostre aspettative e dunque dobbiamo orientarci verso un broker che possa soddisfarle. Scegliere tra questi due in oggetto significa puntare ad un tipo di trading intuitivo e vincente. Buona lettura!

avatrade vs FXCM

AVATRADE VS FXCM: quale tra i due è il migliore?

Prima di soffermarci sulle differenze tra questi due noti broker, dobbiamo ricordare che sono uniti da alcune impostazioni di bas come la presenza di ben 3 tipologie di conti ognuno a seconda delle proprie esigenze di mercato. Su questa lunghezza d’onda AVATRADE opera in modalità market maker e per il suo impiego richiede un deposito di apertura minimo di €100. FXCM invece può vantare una modalità multifunzionale dato che opera sia in modalità dealing desk che sui conti Standard con Active Trader.

Commissioni

Una delle prime differenze riguarda il valore delle commissioni. Ebbene AVATRADE non le applica sul trading perchè in pratica va a trattenere i suoi relativi guadagni direttamente sugli spread. Discorso differente per FXCM che in sostanza sui conti no dealing desk, può asssicurare a qualsiasi condizione degli spread mediamente inferiori. Il problema che continua ad applicare delle commissioni anche se sono molto contenute rispetto agli standard previsti dal settore. Quindi sta poi a noi capire quanto ci convenga oppure no questa pratica.

Gestione del rischio

Per quanto riguarda la gestione del rischio FXCM supera di gran luna il suo rivale offrendo un’attenzione maggiore che si traduce in una operatività più sicura e affidabile. In tal senso troviamo sempre garantito lo stop loss cosa che invece non succede su AVATRADE che non lo menziona tra i suoi vantaggi operativi. In compenso può offrire in tempo reale ordini limite e trailing stop nella stessa modalità attuativa di FXCM per una diversa gestione del rischio che porterà a risultati differenti ma comunque vantaggiosi.

Conto DEMO

Ad accomunarli ci pensa il conto DEMO che si rivela sempre un grande vantaggio sul piano perativo perchè consente di gestire il rischio ma anche di testare le proprie abilità. Su questa lunghezza d’onda sia AVATRADE che FXCM offrono la possibilitàdi tradare con un denaro virtuale in modo da poter imparare sul campo i trucchi del mestiere. Anche se entrambi possono vantare un conto DEMO si differenziano nelle modalitò di base laddove il primo prevede un importo di €50.000 per una durata massima di 30 giorni, mentre il secondo offre un deposito sostanzioso con €100.000 per un massimo di 21 giorni. Utile, no? Assolutamente! Considerando che possiamo passare al conto standard in qualsiasi momento e cioè quando ci sentiremo pronti di iniziare sulla base dell’esperienza accumulata in fase DEMO.

Piattaforme

Anche sul piano delle piattaforme non ci possiamo di certo lamentare dato che entrambi ne escono vincenti. Infatti possono fare affidamento su un ventaglio di offerte non indifferenti sia per operare da desktop, via web oppure via smartphone o tablet. Su questa lunghezza d’onda entrambi i broker possono fare affidamento sulla MetaTrader 4 con la differenza FXCM offre solo piattaforme in Inglese. Al contrario AVATRADE è un punto di riferimento per la lingua Italiana. Questo aspetto si può rivelare un vantaggio sul piano funzionale perchè offre maggiori garanzie ai traders italiani che così possono operare con maggiori tutele e una migliore assistenza sul campo in tempo reale.

Regolamentazione

Entrambe le piattaforme si attestano come dei broker sicuri e affidbaili dotate di una regolamentazione di tutto rispetto. Da un lato abbiamo la FXCM che è a conti fatti un broker americano. Questo significa più controllo dato che è soggetto alla regolamentazione di organismi severi in materia legislativa. Senza dimenticare che è sempre regolamentato da diversi altri organismi Europei. AVATRADE non è certo da meno con le sue certificazioni internazionale si rivela un broker ampiamente regolamentato sia a livello Europeo che in Australia e Giappone. Per ciò che concerne l’operatività in Italia, questi due broker sono in possesso della licenza CONSOB, che come sappiamo è un organismo molto importante perchè si occupa del controllo del mercato mobiliare in Italia. Insomma se dovessimo fare una scelta in base alla regolamentazione saremmo in imbarazzo dato che i due possono fare affidamento su certificazioni e licenze di tutto rispetto.

Conclusioni

Concludendo riteniamo che Avatrade abbia una marcia in più sul piano operativo. Non si tratta di potenziale tecnico migliore o peggiore, bensì è una questione legata all’usabilità confermata dalle numerose recensioni positive redatte dai neofiti che trovano riscontro nell’efficienza funzionale di questo noto broker. Questo non vuol dire che FXCM non sia all’altezza della situazione, anzi si rivela un broker altamente specializzato nel mercato del forex, ma al contrario AVATRADE assicura un trading a 360° dato che è in grado di offrire un migliore pacchetto per numero di asset negoziabili. Seguono una serie di strumenti integrativi in grado di alzare la posta in gioco come la possibilità di gestire facilmente piattaforme in lingua italiana (mentre FXCM solo in inglese). Si è vero FXCM offra spread minimi più bassi, ma AVATRADE prevede una completezza funzionale che si rivela una vera e propria garanzia sul piano pratico.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*