Astar brucia 350 milioni di ASTR: focus su prezzo e tokenomics

ASTAR

Astar Network ha fatto scalpore nel mercato delle criptovalute bruciando 350 milioni di token ASTR, che costituiscono il 5% della sua fornitura totale. Questa mossa è avvenuta dopo un processo di governance completo, in cui la comunità ha partecipato attivamente al processo decisionale.

Il periodo di votazione della durata di una settimana ha visto un impegno significativo, con oltre 66 milioni di token ASTR espressi a favore della proposta di bruciatura. In seguito all’emanazione di questa combustione di token, il token ASTR ha registrato un aumento del prezzo del 3%, sottolineando l’accoglienza positiva del mercato per questa iniziativa.

La burn rate di Astar rafforza la governance e la community: un modello per il futuro della criptovaluta

La decisione di bruciare i token mette in mostra la struttura di governance dinamica e incentrata sulla comunità di Astar Network. Il processo sostiene l’impegno della rete nel dare potere ai propri stakeholder consentendo loro di avere un impatto diretto sulle decisioni strategiche chiave.

L’esecuzione dell’iniziativa di burn da parte della Astar Foundation non mirava solo a ridurre l’offerta complessiva, ma anche a ottimizzare la tokenomics della rete, generando così un valore maggiore per tutti i detentori di token.

Ottimizzazione della tokenomics e supporto alle iniziative della comunità

Oltre al notevole token burn, la rete ha anche stanziato circa 70 milioni di token ASTR da puntare nel Community Treasury. Questi token supporteranno le iniziative comunitarie in corso nell’ambito del programma Unstoppable Community Grants.

Questo duplice approccio di bruciare una parte sostanziale della fornitura di token mentre si puntano token aggiuntivi per progetti guidati dalla comunità eleva il quadro strategico complessivo di Astar Network. La rete mira non solo a semplificare la tokenomics, ma anche a promuovere un ecosistema più vivace attraverso queste misure.

Impatto sul mercato e prospettive future

In termini di performance di mercato, il prezzo del token ASTR ha mostrato un movimento positivo. Secondo l’ultimo aggiornamento, ASTR è scambiato a $ 0,06574, con una capitalizzazione di mercato pari a $ 404,7 milioni. Nelle ultime 24 ore, il token ha osservato un volume di scambi di $ 42,1 milioni, riflettendo un aumento del prezzo del 3,14%, nonostante un calo del 7,77% nell’ultima settimana.

L’attività riflette un ottimistico sentiment di mercato nei confronti del potenziale a lungo termine di Astar. Inoltre, l’interesse aperto è aumentato del 6,47% con le valutazioni attuali che hanno raggiunto $ 6,1 milioni.

Il ruolo dei meccanismi di staking innovativi per Astar

L’esclusivo modello di staking di Astar Network continua a essere una pietra angolare della sua funzionalità architettonica. Il meccanismo di staking dApp è specificamente concepito per supportare applicazioni decentralizzate, premiando direttamente sia gli sviluppatori che gli staker. Utilizzando un framework di staking così innovativo, Astar garantisce che gli incentivi siano equi e sostanziali, promuovendo un impegno e una crescita sostenuti all’interno dell’ecosistema.

Implicazioni sui prezzi del burn del token ASTR

I token burn sono eventi significativi nel mondo delle criptovalute, che in genere comportano una maggiore scarsità e un potenziale apprezzamento del prezzo. Dopo l’annuncio del token burn, ASTR ha assistito a un notevole aumento delle sue prestazioni di mercato.

Burn rate: non solo Astar! Floki Inu, Shiba Inu e altri ecosistemi a caccia di valore

Oltre ad Astar Network, diversi altri ecosistemi di criptovaluta sono stati attivamente coinvolti in token burn per generare valore. Ad esempio, la Decentralized Autonomous Organization (DAO) dietro Floki Inu ha bruciato con successo oltre 15 miliardi di token, una mossa che ha contribuito in modo significativo a un rally dei prezzi del 70% nell’ultimo anno.

Questa strategia di burn rimane un aspetto fondamentale delle dinamiche di mercato di Floki Inu, sottolineando i potenziali benefici a lungo termine della riduzione dell’offerta di token.

Approccio aggressivo alla burn rate di Shiba Inu

Anche Shiba Inu ha fatto notizia per le sue costanti attività di burn. Di recente, il tasso di burn di SHIB è salito alle stelle del 3800%, in seguito a un annuncio di LUCIE, responsabile marketing di Shiba Inu, su prossime iniziative per migliorare ulteriormente i tassi di burn. Ciò include un recente evento di burn in cui oltre 300 milioni di token SHIB sono stati rimossi dalla circolazione, con un impatto significativo sulla presenza di mercato del token.

Conclusione

La tendenza dei token burn sembra prendere piede in varie comunità di criptovalute, con comprovati benefici come l’apprezzamento dei prezzi e l’aumento dell’attività di mercato. Si prevede che il token burn di Astar Network seguirà questa traiettoria favorevole, per questo bisogna comprare ASTR ora.

Con l’evoluzione del mercato delle criptovalute, meccanismi strategici di riduzione dell’offerta come i token burn potrebbero diventare sempre più essenziali per guidare una crescita sostenibile e la fiducia degli investitori.

FONTE: https://coingape.com/astr-soars-3-as-astar-network-completes-350m-token-burn/

Lascia un commento