Il prezzo di XRP difende il livello di $ 0,60 nonostante i cali

C’è molto fermento in casa Ripple a causa di quello che potrebbe succedere ancora con la SEC. La sentenza della causa Ripple del giudice Analisa Torres è considerata una tabella di marcia per le aziende crittografiche poiché applica l’analisi di Howey alle risorse digitali. L’esperto legale JW Verret sostiene che i fatti e le circostanze delle offerte e delle vendite di criptovaluta sono importanti ai sensi della legge sui titoli esistente. Ora il prezzo XRP difende il livello di $ 0,60, nonostante abbia cancellato i guadagni settimanali e mensili.

News Ripple: la sentenza del giudice Torres ha impedito l’elusione delle leggi esistenti da parte della SEC

La causa SEC contro Ripple sta offrendo agli esperti legali una lente per riesaminare l’applicazione della legge esistente sui titoli agli asset digitali come XRP. La sentenza del giudice Torres ha impedito l’elusione delle leggi esistenti da parte della SEC e sta permettendo una regolamentazione adattiva, piuttosto che un approccio soffocante. L’esperto legale JW Verret è intervenuto sull’esito della causa SEC contro Ripple e ha osservato che la sentenza è una tabella di marcia per le aziende crittografiche per superare le pressioni normative.

Il prezzo di XRP ha difeso il livello di 0,60 dollari all’inizio di oggi, nonostante l’ampia correzione del mercato dei prezzi delle criptovalute. Per questo è lecito supporre che la roadmap di Ripple apre la strada alla regolamentazione delle criptovalute. Tutto poi riconduce alla sentenza del 13 luglio del giudice Torres che come ricordiamo offrì una vittoria parziale a Ripple poiché cancellò lo status di XRP come non-sicurezza. In realtà Torres ha applicato il test di Howey a XRP e ha impedito al regolatore finanziario statunitense, la Securities and Exchange Commission (SEC) di discutere fatti alternativi, in un recente rapporto.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Azioni con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


In realtà analizzando il percorso del giudice non ha fatto altro che esaminare tutte le singole categorie di vendita per poi notare che la stragrande maggioranza di esse erano transazioni bid/ask alla cieca e non si qualificavano come vendite di titoli. Il giudice ha riconosciuto quindi le dichiarazioni giurate presentate alla corte e ha concluso che XRP non è un titolo. L’incapacità del regolatore finanziario di dimostrare come le comunicazioni pubbliche di Ripple su XRP avrebbero potuto raggiungere gli acquirenti dell’asset ha dimostrato che il token non è un titolo e non esiste alcun contratto di investimento tra gli acquirenti di XRP e Ripple.

Nel frattempo sul mercato il prezzo del Bitcoin ha spazzato via i guadagni recenti ed è sceso sotto la soglia dei 42.000 dollari. Le Altcoin hanno seguito l’esempio, con XRP che ha cancellato i suoi guadagni mensili e settimanali. L’altcoin ha difeso il livello di 0,6000$ e si è mantenuto al di sopra delle sue medie mobili esponenziali (EMA) a 50 e 200 giorni a 0,6119$ e 0,5589$. Una chiusura giornaliera della candela inferiore a $ 0,6000 potrebbe convalidare la tesi ribassista e spingere il prezzo XRP più in basso a $ 0,5456. Ora però dato che l’altcoin si mantiene al di sopra delle sue due EMA a lungo termine, è probabile che il prezzo di XRP recuperi il livello di 0,6820$, visto in precedenza il 9 dicembre.

Lascia un commento