Binance: il lancio del nuovo dominio per il Regno Unito

Secondo gli investitori la nuova strategia di Binance potrebbe essere quella vincente, dopo aver lanciato un nuovo dominio per gli utenti del Regno Unito, con una particolare attenzione ad una conformità con le attuale normative vigenti. Si tratta di un’implementazione voluta dal noto exchange per favorire promozioni finanziarie in ambito digitale sul segmento del Regno Unito. Di conseguenza c’è molto attesa da parte del mercato su come sia stata recepita questa integrazione sul campo.

Binance cambia strategia nel Regno Unito con il lancio di un nuovo dominio per evitare problemi normativi

La scelta strategica di Binance potrebbe essere emulata da altri exchange con lo scopo di favorire un trading libero senza potenziali ostacoli posti dai regolatori. In siffatto contesto il più grande exchange per volume di scambi prestando particolare attenzione alla sicurezza ha introdotto uno strumento finalizzato a rendere più sicura la contrattazione dopo una serie mancati lanci dovuti propri ad alcuni crescenti ostacoli normativi.

Ecco perché Binance ha lanciato in questa formula un nuovo dominio nel Regno Unito, trovando quindi un modo per espandere il proprio ecosistema nel Paese. In tal senso ricordiamo che a giugno, la Financial Conduct Authority del Regno Unito ha completato la richiesta di Binance di annullare la registrazione di Binance Markets Limited (BML) presso l’agenzia. Tuttavia questo lancio è supportato dalla conformità con il nuovo regime di promozione finanziaria della regione. Con la nuova impresa, il più grande exchange per volume di scambi ha collaborato con un’azienda locale, Rebuildingsociety.com Limited, una società attiva regolamentata dalla FCA con sede a Leeds, per supervisionare i materiali di marketing e comunicazione di Binance.

Per intenderci con questo nuovo dominio verranno presentati solo i prodotti e i servizi conformi alle normative del Regno Unito. Basti pensare che sul sito ufficiale ben cinque prodotti sono già stati cancellati dall’elenco delle offerte, tra cui buoni regalo, accademia, ricerca, feed e bonus di riferimento. Le modifiche dovrebbero essere implementate a partire dall’8 ottobre. Si tratta di un’attenzione che ora appare giustificata in un sistema che sta diventando sempre più penalizzante. Su questa lunghezza d’onda in mezzo agli infiniti problemi normativi a livello globale, Binance sta raddoppiando il livello di conformità, cercando di evitare il confronto con le autorità di regolamentazione. Tuttavia, il motivo del conflitto tra l’exchange e la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti continua ad essere elevato, nonostante il coinvolgimento dell’emittente stablecoin Circle.

E’ chiaro che ora questa scelta inattesa può essere interpretata in diversi modi e nello stesso tempo consente di giungere ad una serie di conclusioni differenti sulle necessità operative dell’exchange che si trova inoltre ad affrontare molteplici accuse per violazioni di legge, inclusa la facilitazione di scambi di criptovalute che la SEC ha considerato “titoli non registrati”, come Solana (SOL), Cardano (ADA) e la stablecoin Binance BUSD. Di conseguenza la scelta di optare per un servizio regolare e conforme per il solo Regno Unito appare come una necessità da cui tutti gli investitori potranno trarne beneficio per un trading sempre sicuro e affidabile.

Lascia un commento