Tron Guida: cos’è e come funziona TRX

TRON è un network che ha le idee chiare perché mira ad offrire una blockchain capace di assicurare sempre transazioni rapide e sicure. Da questo punto di vista è un progetto finanziario completo laddove troviamo diversi servizi operativi con lo scopo di favorire investimenti agili ma caratterizzati in ogni situazione da una totale trasparenza. La sua forza sta nella qualità tecnica della sua blockchain in grado di garantire un alto numero di transazioni al secondo. Inoltre un aspetto che piace molto agli investitori è la sua resilienza dato che riesce sempre a restare tra le chain di maggior capitalizzazione nonostante abbiamo già subito 2 cicli bullish.

Tron TRX

Siamo quindi di fronte ad un network scalabile ed economico dal grande rilievo funzionale che punta tutto sulla decentralizzazione con una finestra aperta al mondo del gaming e dei social. In siffatto contesto sarebbe riduttivo dire semplicemente che è una risorsa per coloro che cercano velocità ed economicità, perché TRON è qualcosa di più a fronte del suo variegato pacchetto funzionale caratterizzato da numerose applicazioni.

Successivamente nella guida che abbiamo preparato per voi andremo ad approfondire il suo potenziale per poi addentrarci in una serie di informazioni tecniche che si riveleranno molto utili per capire i suoi vantaggi ma anche i suoi punti deboli. Spazio anche alla sua coin, TRX, che è a conti fatti un elemento centrale dell’intero progetto come la stablecoin USDD, finita sotto la lente di ingrandimento per la pericolosa somiglianza con Terra USD. A quel punto ci soffermeremo su una serie di protocolli ad esso disponibili in modo da capire i suoi relativi casi d’uso.

Da dove deriva il successo di TRON?

A differenza di molti altri token dell’epoca, TRON non ha introdotto la crittografia rivoluzionaria o miglioramenti nella progettazione della rete. Si è invece basato su basi esistenti come le applicazioni decentralizzate (dApp), i contratti intelligenti , i token e il consenso delegato alla prova di partecipazione, di cui altri progetti sono stati pionieri. Mentre alcuni critici hanno sostenuto una maggiore originalità, molti utenti hanno apprezzato l’utilizzo di funzionalità comprovate piuttosto che reinventare la ruota.

Questo approccio ha consentito una maggiore enfasi sull’esperienza dell’utente e sul design. La criptovaluta TRX ha attirato ancora più attenzione nel 2018, quando la Fondazione TRON ha acquisito la piattaforma di condivisione di contenuti peer-to-peer BitTorrent.

Che cos’è TRON?

TRON è una blockchain dal carattere pratico e multifunzionale. La sua creazione è avvenuta circa 6 anni da un’idea di Justin Sun, un giovane e talentuoso imprenditore cinese che getto le basi di una TRON Foundation e quindi la struttura del progetto per intero. Dopo un anno fu lanciata la testnet, corredata da un wallet dedicato, e poi fu la volta della blockchain, che entrò in funzione nel maggio dello scorso anno. Successivamente c’è stata l’implementazione del token ERC-20 su Ethereum che fu poi spostata su TRON diventando a pieno titolo libera e indipendente.

Ad alzare poi la posta in gioco c’è stata l’integrazione con BitTorrent, il famoso servizio web3 che ha dato un’ulteriore spinta all’asset favorendo la decentralizzazione totale del web ampliando le possibilità di intervento della sua blockchain di riferimento. Tenendo bene a mente che TRON non supporta solo gli smart contract ma anche le DApp finanziarie e le piattaforme NFT. Con queste caratteristiche tecniche TRON si pone come uno dei network di riferimento per il futuro specialmente per la sua relazione con il mondo del gaming e social. Molti però di questi aspetti sono in modalità work in progress e di conseguenza in attesa che si concretizzino queste potenzialità, facciamo il punto sulla tecnologia alla base della chain.

Come funziona la rete TRON (TRX)?

rete TRON

TRON ha sviluppato una macchina virtuale compatta e completamente funzionale all’interno del suo ecosistema noto come TRON Virtual Machine (TVM). L’obiettivo era fornire un sistema blockchain specializzato che fosse efficiente, sicuro, affidabile, pratico e scalabile. I token compatibili con TVM vengono generati tramite contratti intelligenti utilizzando lo standard tecnico TRC-20 e sono completamente compatibili con ERC-20.

Oltre a ciò, l’architettura di TRON comprende livelli di storage, core e applicazione. Il livello principale comprende moduli per il consenso, la gestione degli account e i contratti intelligenti. TRON utilizza un meccanismo di consenso Deleged Proof-of-Stake (DPoS) per raggiungere un accordo.

Attraverso questo consenso, TRON consente agli utenti di utilizzare le proprie disponibilità valutarie per votare per diversi delegati. Una volta eletti, questi delegati hanno l’autorità di prendere decisioni cruciali che hanno un impatto sull’intera rete.

A causa della natura decentralizzata, gli utenti Tron hanno la governance sulla rete e nessuno ha il controllo su più di un nodo di rete.

Tron utilizza un’architettura a 3 livelli: –

  1. Nucleo
  2. Magazzinaggio
  3. Applicazione

Questa architettura aiuta a ridurre la latenza tipica associata alle reti più convenzionali e gli elevati costi di transazione.

Nel luglio 2023, Tron ha rilasciato Great Voyage v4.7.2 una versione aggiornata della sua rete principale. L’aggiornamento ha introdotto miglioramenti significativi in ​​quattro aree:

Meccanismo avanzato di puntata 2.0

Due importanti proposte di governance per TRON Stake 2.0 fanno parte dell’aggiornamento. La prima proposta consente agli utenti di ritirare le loro richieste non impegnative ancora in corso. La seconda proposta consente agli utenti di personalizzare il periodo di blocco delle risorse delegate in base alle loro esigenze individuali.

Compatibilità con EIP-3855 di Ethereum

Questa nuova proposta di governance garantisce la compatibilità tra Tron e le macchine virtuali di Ethereum riducendo al contempo i costi associati per l’implementazione e l’utilizzo dei contratti intelligenti sulla rete Tron. La società spera che questo attiri più sviluppatori e promuova una maggiore interoperabilità tra gli ecosistemi Tron ed Ethereum.

Chiamate semplificate dell’interfaccia del contratto intelligente

Come parte di questo aggiornamento, Tron ha ottimizzato triggersmartcontract e triggerconstantcontract, due interfacce per chiamare contratti intelligenti, per fornire agli sviluppatori commissioni di transazione stimate per l’implementazione dei loro contratti. Tron ha affermato che ciò apre la strada alla creazione di DApp di alta qualità.

Modulo di rete P2P rinnovato

Sono state introdotte quattro funzionalità chiave:

  • La rete aggiornata ora incorpora un meccanismo di pre-rilevamento per i nodi in attesa di connessione per filtrare le richieste di connessione non valide.
  • L’implementazione del protocollo DNS migliora la disponibilità della piattaforma consentendo la scoperta di nodi attivi pronti a connettersi alla rete Tron.
  • La rete ora supporta il protocollo IPv6, uno sviluppo cruciale che migliorerà la scalabilità dell’architettura di rete di Java-tron in futuro.
  • L’introduzione della compressione dei messaggi prima della trasmissione riduce i requisiti di larghezza di banda per Java-tron, con conseguente riduzione dei costi operativi e di manutenzione.

Come possiamo giudicare la Roadmap di TRON?

Prima di addentrarci in un’analisi sulle potenzialità della sua coin di riferimento abbiamo approfondito il valore tecnico della sua roadmap che si presenta solida e convincente. Sviluppata su 10 anni, prevede diverse tappe chiave che culmineranno nel lancio di una piattaforma di gaming. Le condizioni ci sono tutte considerando che nel 2021 il network è diventato completamente decentralizzato.

Questo vuol dire che tutte le decisioni vengono prese dalla community grazie alla TRON DAO. Di contro il punto critico risiede proprio qui: chi ha più fondi, ha un maggior peso decisionale mettendo quindi in discussione l’idea stessa della decentralizzazione. Il problema è diffuso anche su altre blockchain di questo tipo, quello che però possiamo sperare è che nel tempo si vada a migliorare quest’aspetto.

Come possiamo valutare la sicurezza della rete TRON?

La principale caratteristica di sicurezza di TRON è il meccanismo di consenso delegato Proof-of-Stake. Questo sistema cambia regolarmente i validatori della rete ogni sei ore, selezionati dagli elettori (utenti che hanno messo in staking i loro TRX).

Con un approccio innovativo per combattere il flusso continuo di bug associati allo sviluppo del software, la comunità TRON ha l’opportunità di contribuire allo sviluppo e guadagnare premi attraverso il programma Bug Bounty. Questa iniziativa offre sostanziali ricompense TRX per identificare e segnalare eventuali bug o vulnerabilità.

Rete TRON: tipologie di nodi

La rete TRON si basa su tre distinti tipi di nodi: Super Node, Full Node e Solidity Node.

  • I super nodi (super rappresentanti) propongono nuovi blocchi e verificano e registrano le transazioni in questi blocchi. Le loro informazioni sono accessibili pubblicamente a tutti gli utenti blockchain di Tron attraverso strumenti come Tronscan, l’alternativa di TRON a Etherscan.
  • I nodi completi possiedono un controllo completo sui dati sulla catena, consentendo aggiornamenti dei dati in tempo reale, trasmissione delle transazioni e fornitura di servizi API (Application Programming Interface).
  • I nodi di solidità sono specializzati nella sincronizzazione dei dati dei blocchi solidificati da un nodo completo specifico e nell’offerta di servizi API indicizzabili.

Quale tecnologia è alla base di TRON?

La blockchain di TRON usa l’algoritmo di consenso Delegated Proof-of-Stake che a conti fatti viene considerato un ottimo compromesso tra sicurezza e scalabilità. Anche se c’è solo un problema da affrontare: i validatori più bravi raggiungendo rapidamente alti livelli di reputazione vengono premiati costituendo una ristretta cerchia di eletti che va a contrastare con l’idea di decentralizzazione. Di conseguenza ci sono alcune criticità che impediscono la piena applicazione della sua originaria ispirazione.

La velocità delle sue transazioni è relativa. Sicuramente è inferiore ad altri progetti ma c’è ancora da lavorare dato che parliamo di 2000 transazioni. Ciò vuol dire che non è la blockchain più veloce in assoluto ma si può migliorare. In compenso il costo in gas fee è davvero irrisorio, il che rende TRON un’ottima scelta per coloro che stanno cercando un network economico. Quanto alla struttura della chain sappiamo che è di tipo modulare e quindi vuol dire che ci sono tanti core modules che interagiscono fra loro, così da rendere più efficiente il funzionamento generale. Fra questi troviamo la TRON Virtual Machine che è alla base delle applicazioni del network.

Cosa devi sapere sul vasto universo Tron?

Tron è un vasto universo di diversi progetti DeFi e DApp. Esploriamo alcune delle sue offerte più importanti ed entusiasmanti.

 USDT TRC20

L’aumento di popolarità della blockchain di TRON è in gran parte dovuto alla stablecoin USDT. La piattaforma veloce, economica e affidabile di TRON l’ha resa perfetta per USDT, migliorando sia l’utilizzo della stablecoin che la reputazione di TRON. USDT TRC20, con oltre 36 milioni di titolari e un volume superiore a 49,85 miliardi di dollari su TRON, sottolinea l’efficacia e l’affidabilità della blockchain.

USDD TRC20

USDD è una stablecoin sulla blockchain di TRON, progettata per mantenere un valore stabile attraverso meccanismi algoritmici. Ad oggi, vanta una significativa capitalizzazione di mercato di $ 725.332.034 ed è detenuto da oltre 130.000 indirizzi. Ciò evidenzia la sua crescente accettazione e fiducia all’interno della comunità delle criptovalute, riflettendo la sua stabilità e affidabilità come risorsa digitale sulla rete TRON.

BTTTRC20

BTT, il token del progetto BitTorrent sulla blockchain TRON, facilita le transazioni all’interno della sua piattaforma decentralizzata di condivisione file. Ha raggiunto una sostanziale capitalizzazione di mercato di $ 1.022.614.325 ed è attualmente utilizzato da 220.733 indirizzi attivi. Questa significativa adozione evidenzia l’importanza di BTT nell’ecosistema BitTorrent e il suo ruolo nel migliorare la funzionalità e la portata della rete TRON.

WINkLink

WinkLink, un’iniziativa Oracle ufficiale sulla rete TRON, fornisce in modo affidabile dati del mondo reale ai contratti intelligenti sulla catena.

Sun Swap

SunSwap, in quanto pionieristico protocollo di scambio di token decentralizzato sulla rete TRON, offre agli utenti un’esperienza senza soluzione di continuità nello scambio di qualsiasi token TRC20. Si distingue per il suo processo di trading istantaneo e facile da usare, fissato a prezzi definiti dal sistema, garantendo efficienza e convenienza. Inoltre, SunSwap opera senza addebitare alcuna commissione, rendendolo un’opzione interessante per gli utenti che cercano scambi di token semplici e convenienti all’interno dell’ecosistema TRON.

TronNFT

Sulla blockchain di Tron, gli NFT (Non-Funtable Tokens) rappresentano un modo unico e innovativo per possedere e scambiare asset digitali. Sfruttando lo standard TRC721, gli NFT di Tron garantiscono la proprietà sicura e verificabile di oggetti digitali, che vanno dall’arte e dagli oggetti da collezione agli immobili virtuali. La piattaforma Tron offre un mercato conveniente ed efficiente per la creazione, l’acquisto e lo scambio di NFT, attirando artisti, collezionisti e investitori.

Cos’è TRON DAO?

TRON DAO è un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) governata dalla comunità, connessa a un ecosistema blockchain diversificato e in crescita. Precedentemente era nota come Fondazione TRON, ma è stata rinominata nel dicembre 2021 per riflettere la sua nuova attenzione alla decentralizzazione e alla governance della comunità.

La DAO supervisiona lo sviluppo e la governance della blockchain di TRON e delle applicazioni decentralizzate (dApp) e dei progetti associati. La DAO è governata dai suoi membri, che sono titolari della criptovaluta TRON (TRX). I membri possono votare proposte per modificare il protocollo TRON, stanziare risorse per nuovi progetti ed eleggere rappresentanti nel Consiglio TRON, l’organo esecutivo della DAO.

TRON DAO mira a rendere TRON la blockchain leader a livello mondiale per applicazioni decentralizzate e a consentire sia agli sviluppatori che agli utenti di possedere e governare l’ecosistema.

Cosa rende TRON diverso dagli altri sistemi crittografici?

TRON (TRX) si distingue come una criptovaluta unica grazie alla sua prospettiva e ai suoi obiettivi unici sul mercato. La piattaforma decentralizzata di TRON prevede anche commissioni di transazione notevolmente basse, pari a soli $ 0,000005, il che è un risultato notevole. La rete può anche gestire 2.000 transazioni al secondo. Al contrario, Bitcoin (BTC) consente solo 25 transazioni.

La capacità della piattaforma di compensare i creatori di contenuti per i loro contributi consentendo loro di possedere pienamente i propri progetti è un concetto prezioso. Ciò rende distintivo l’ecosistema di criptovaluta di TRON, consentendoti di condividere contenuti e guadagnare un compenso per i tuoi contributi come creatore di contenuti.

Per quanto riguarda il trading, le monete TRX sono disponibili per lo scambio 24 ore su 24 tra acquirenti e venditori globali. Se sei nuovo nel mondo delle criptovalute, ti consigliamo di familiarizzare con le varie strategie di trading di criptovalute prima di investire i tuoi fondi.

Quali sono i rivali di TRON DAO?

TRON è attualmente in competizione con alcuni dei progetti più importanti nel settore DeFi, tutti in lizza per essere la soluzione preferita per gli sviluppatori che cercano una blockchain economicamente vantaggiosa e scalabile. I concorrenti degni di nota includono:

  • Ethereum: una blockchain Proof-of-Stake (PoS) delegata che consente agli sviluppatori di software di sfruttare al massimo, incorporando contratti intelligenti, dApp e altri programmi utilizzando Solidity, il linguaggio di codifica supportato da Ethereum collegato alla macchina virtuale di Ethereum.
  • Cardano: una blockchain Proof-of-Stake fondata da IOHK, una società fondata da Charles Hoskinson, sviluppatore di software e co-fondatore di Ethereum.
  • VeChain: una piattaforma per la gestione della catena di fornitura progettata per migliorare il flusso di informazioni per catene di fornitura complesse attraverso la tecnologia blockchain.

Tron è migliore di Ethereum?

Puoi solo riassumere la risposta soppesando i pro e i contro di Tron ed Ethereum e, tutto sommato, ognuno avrà un’opinione diversa. Esistono molte differenze tra Tron ed Ethereum sebbene entrambe siano reti blockchain decentralizzate. Tron utilizza un consenso delegato proof-of-stake (DPoS), mentre Ethereum utilizza un meccanismo di consenso proof-of-stake (PoS).

Tron afferma di elaborare 2.000 TPS (transazioni al secondo) rispetto ai 15 TPS di Ethereum. Tron non ha commissioni di transazione, ma Ethereum sì. Potenzialmente, Tron potrebbe essere più scalabile di Ethereum, ma essendo la seconda criptovaluta quotata per capitalizzazione di mercato, Ethereum è infinitamente più preziosa di Tron.

Con la Proof-of-Stake delegata, i partecipanti continuano a scommettere monete. Tuttavia, invece di diventare essi stessi responsabili della convalida, le parti interessate esternalizzano il lavoro a un delegato, i cui gruppi sono poi responsabili di raggiungere il consenso tra di loro. (Fonte: CoinMarketCap ).

Ecosistema TRON: la DeFi

Se guardiamo alla sua DeFi tocchiamo con mano la sua effettiva stabilità. In effetti siamo di fronte ad un ecosistema dall’elevato consolidamento sia a livello di capitalizzazione che di protocolli ospitati. Tutto merito del suo pacchetto multifunzionale che gli consente di operare su diverse piattaforme. Scopriamole insieme!

  • JustLend: è uno specifico protocollo dedicato al lending, nonché il numero 1 assoluto come capitalizzazione a novembre dello scorso anno. Sulla carta è considerato il rivale di AAVE, Compound e Tectonic. E’ perfetto per depositare crypto e generare interessi ma soprattutto per prendere in prestito altre coin e token. Qui liquidità e volumi sono elevati.
  • JustStables è una piattaforma alla MakerDAO, responsabile di un’altra stablecoin sempre della famiglia di TRON,USDJ. Qui il peg è abbastanza stabile e si discosta solo di pochi centesimi.
  • SUN invece è pensato per lo stablecoin swap ma anche per la generazione di rendita e la governance di TRON. Insomma si può accedere a diverse funzioni: Swap di stablecoin e altre crypto, fra cui TRX e BTT. In sostanza segue la via tracciata da uno dei più famosi protocolli di finanza decentralizzata come Curve. Abbiamo quindi un’offerta interessante anche se la scelta è piuttosto limitata.

TRX Coin: caratteristiche tecniche

TRX Coin

Inizialmente partito come un token ERC-20 su Ethereum è diventato poi un asset a pieno titolo con la sua struttura di riferimento. Non ha però ha una supply massima e quindi fin da subito viene a mancare quell’elemento indispensabile per creare scarsità nell’offerta. Il metodo di rilascio è semplice: ad ogni blocco ne viene minata una certa quantità. In tal sappiamo che al momento sono in circolazione circa 92 miliardi di esemplari con un intervento di burn variabile, basato sulle transazioni, che potrebbe verificarsi a breve.

RX o Tronix, che funge da unità di conto fondamentale che alimenta la blockchain di TRON. Le transazioni con TRX sono gratuite e consentono agli utenti di pagare direttamente i creatori di contenuti con TRX per accedere alle loro applicazioni.

TRX è stato sviluppato principalmente per premiare i creatori di contenuti, eliminando la necessità che pagassero commissioni alla rete. Ciò consente ai creatori di contenuti di possedere e gestire le proprie piattaforme multimediali senza fare affidamento su terze parti, consentendo agli spettatori di ricompensarli direttamente per i loro contenuti.

Le origini di TRON (TRX)

La moneta nativa di TRON è inizialmente entrata nel mercato tramite una ICO, assicurando un finanziamento di circa 60 milioni di dollari. TRX è stato lanciato con una fornitura massima di 100.850.743.812. Attualmente ci sono 88.813.373.344 monete TRX in circolazione.

Nel gennaio 2018, TRON ha raggiunto il suo valore più alto pari a 0,131 dollari. Nonostante le sfide da affrontare, in particolare nelle condizioni generali del mercato, TRX sta attualmente registrando una costante tendenza al rialzo dei prezzi, guadagnando gradualmente slancio insieme alla crescente popolarità del settore delle criptovalute.

Puntata TRX

Come la maggior parte delle reti Proof-of-Stake (PoS), TRON consente agli utenti di effettuare staking su TRX, garantendo loro diritti di voto e premi TRX. Gli utenti possono puntare TRON sui portafogli bloccando i propri fondi e ricevendo diritti di voto e potere TRON.

Quali sono i casi d’uso di TRX?

Innanzitutto può essere usata come metodo di pagamento delle gas fee. Di conseguenza l’incremento della sua fruibilità va di pari passo con la domanda di TRX. Inoltre viene impiegata per pagare le commissioni di trading e anche di prelievo sull’exchange Poloniex, in merito alle operazioni relative alla coin stessa. Senza dimenticare che TRX TRON è anche una valuta che consente di avere dei diritti di voto in fase di governance in una realtà che mette la community al centro dell’attività.

Dato però che il sistema non è molto democratico. perché come abbiamo visto chi detiene più coin ha potere, si è costretti ad acquistare grandi quantità di TRX per avere un certo peso, e così gli investitori più piccoli non hanno molta voce in capitolo. Concludiamo la lista dei casi d’uso con il semplice impiego di TRX come normale mezzo di pagamento a fronte di commissioni piuttosto irrisorie e una comprovata rapidità nell’esecuzione delle transazioni. Tenendo bene a mente che questa coin può essere messa in staking nella massima usabilità.

Stablecoin USDD

USDD non è altro che la stablecoin dell’ecosistema TRON. Essa come tutte le altre in circolazione è una crypto che mantiene il proprio valore legato a un altro asset, come il dollaro americano. Da questo punto di vista è una sicurezza, perché in questo modo la volatilità viene azzerata. In merito alle sue creazioni ci sono state alcune speculazioni con tanto di accuse sulla sua presunta pericolosità per via della sua somiglianza a Terra USD (UST).

In realtà questa coin condivide con UST solo il fatto di essere algoritmica. In questo modo il mantenimento del peg viene regolato da meccanismi sviluppati appositamente. L’unica differenza è nelle riserve. In pratica mentre UST dispone di una quantità di fondi non sufficienti a coprirne l’intero valore, USDD è una stablecoin overcollateralized, dotata quindi di capitali che fanno da garanzia. Con questo non vogliamo dire che Tron USDD non sia priva di rischi, anzi in realtà nessuna coin si muove in una situazione risk free. Se investiamo su USDD ci si espone inevitabilmente a dei pericoli. Più cresce l’interesse, più aumenta il rischio, perché in pratica crescono i relativi capitali.

Come si ottengono commissioni di transazione Tron (TRX) gratuite?

transazione Tron (TRX)

Le commissioni di transazione Tron (TRX) sono davvero gratuite? Beh, possono esserlo.

  1. Tron rilascia ogni giorno 5.000 punti di larghezza di banda GRATUITI agli utenti. Puoi congelare TRX per ottenere più punti di larghezza di banda se ne hai bisogno di più. La quantità di TRX richiesta è il numero di byte (10 SUN: 1 TRX = 1.000.000 SUN: vedere sotto per una spiegazione di  SUN).
  2. I contratti intelligenti utilizzano “energia” e richiedono punti di larghezza di banda per trasmettere e confermare le transazioni.
  3. Le transazioni di query sono GRATUITE, poiché non è richiesta energia o larghezza di banda.

La rete TRON definisce inoltre una serie di commissioni fisse per le seguenti transazioni:

  • Creazione di un nodo testimone: 9999 TRX
  • Emissione di un token TRC-10: 1024 TRX
  • Creazione di un nuovo account: 0,1 TRX
  • Creazione di una coppia di scambio: 1024 TRX

Le transazioni Tron (TRX) sono eccezionalmente basse rispetto ad altre reti crittografiche. Ad esempio, potresti pagare centinaia di dollari in commissioni di transazione sulla rete Ethereum (ETH).

Macchina virtuale TRON (TVM)

TRON utilizza un set di istruzioni efficiente e una macchina virtuale basata su stack. I contratti intelligenti su TRON sono codificati in Solidity e altri linguaggi avanzati. Inoltre, TRON utilizza un protocollo di archiviazione distribuito distinto composto da Block Storage e State Storage.

Come funziona TVM?

Gli sviluppatori su TRON possono creare varie DApp e portafogli unici. Inoltre, il potenziale per le applicazioni dei servizi pubblici è vasto, poiché TRON consente l’implementazione e l’esecuzione di contratti intelligenti.

Meccanismo di governance

Il comitato TRON opera in modo simile a un sistema di governance on-chain all’interno della rete TRON. La sua funzione prevede la regolazione dei parametri di TRON, come i premi di produzione dei blocchi e le commissioni di transazione . Composto da 27 Super Rappresentanti (SR), ogni SR può proporre modifiche. Le proposte sono ritenute valide se ottengono più di 18 approvazioni da parte di altri super rappresentanti, con effetto nel successivo periodo di mantenimento.

Super rappresentanti

Ventisette super rappresentanti (SR) hanno il compito di mantenere il registro delle transazioni nell’ecosistema TRON e di convalidare le transazioni. Ogni sei ore viene selezionato un super rappresentante e riceve una moneta TRX come ricompensa per i suoi servizi. Un nuovo blocco viene aggiunto alla blockchain di TRON ogni tre secondi e i responsabili dell’aggiunta dei blocchi ricevono 32 monete TRX.

Quali sono i punti di forza di TRON?

Tron si sta sviluppando nel mercato dell’intrattenimento. I creatori di contenuti vogliono allontanarsi dai giganti tecnologici centralizzati per monetizzare (e possedere) meglio i propri contenuti.

  • Tron ha adattabilità in molteplici aree, come social network, streaming e hosting di video.
  • Eccellenti velocità di transazione di 2.000 TPS.
  • Ha un throughput elevato rispetto alle reti Bitcoin ed Ethereum.
  • Tron ha un’elevata scalabilità. Gli sviluppatori possono implementare contratti intelligenti in diversi modi.
  • Ha una struttura di rete affidabile con elevata disponibilità.
  • Le basse commissioni di transazione (potenzialmente zero) sono un grande vantaggio per gli utenti.
  • L’attività degli sviluppatori è eccellente sulla rete.

Quali sono i punti deboli di TRON?

  • Tron è nella fase di sviluppo iniziale e, secondo la tabella di marcia, necessita di ulteriore lavoro per l’espansione.
  • Il 50% dei token Tron (TRX) si trova in dieci portafogli. Questo numero basso potrebbe suggerire che Tron sia più centralizzato che no.

Come acquistare TRON TRX?

Sulla carta la coin TRX TRON è tra le crypto più capitalizzate in assoluto e possiamo tranquillamente acquistarla sull’exchange. In particolar modo sappiamo che Binance propone diverse coppie di scambio, tra cui quelle con BUSD, BTC ed ETH. Su questa lunghezza d’onda anche OKX offre ampio spazio a TRX, laddove è listata e scambiabile con le principali valute e stablecoin. Senza dimenticare BitMEX! Tutti gli exchange che abbiamo citato offrono il massimo dell’operatività. Nello specifico BitMEX fa dei derivati il suo pilastri mentre Binance è invece un ottimo allround exchange. Per ciò che concerne le realtà decentralizzate possiamo scegliere tra la nota piattaforma multifunzionale PancakeSwap e SUN, protocollo nativo della blockchain TRON.

Come estrarre Tron (TRX)

Puoi ottenere Tron (TRX) attraverso il mining. Per ottenere TRX è necessario estrarre Ethereum sulla tua unità di elaborazione grafica (GPU), che è più efficiente rispetto all’utilizzo di un’unità di elaborazione centrale (CPU).

Sarebbe utile se iniziassi a estrarre Tron attraverso il sito di mining Tron, una piattaforma che ti consente di estrarre indirettamente con due diversi algoritmi: Ethash o CryptoNite.

Ethash è un algoritmo di mining utilizzato per crittografare Ethereum, mentre CryptoNite è associato a criptovalute incentrate sulla privacy come Monero. Pertanto, effettuerai allo stesso modo il mining di Tronto Ethereum, che utilizza il meccanismo di consenso proof-of-stake (PoS) . Ciò significa che la piattaforma prenderà i premi Ethereum e li utilizzerà per il proprio pool minerario, che sarà uno scambio per guadagnare in TRX.

Il mining di Tron (TRX) prevede diversi passaggi:

  • Passaggio 1: scarica un efficiente software di mining dell’unità di elaborazione grafica (GPU). Uno di questi è il Dual Ethereum Miner di Claymore.
  • Passaggio 2: aprire il file batch contrassegnato ” start_only_eth “.
  • Passaggio 3: apri Tron-mining.com per copiare l’algoritmo Ethash. Sembra “ethash.unminable.com:3333 “.
  • Passaggio 4: evidenzia il testo che vedi nel documento di testo. Il testo apparirà come ” eth-eu1.nanopool.org:9999 “, che sostituirai con il tuo indirizzo di “ricezione”.
  • Passaggio 5: vai al tuo portafoglio e copia il tuo indirizzo di ricezione TRX. Incollalo su ” indirizzo del tuo portafoglio ” e inserisci ” allpools 1 ” dopo il tuo indirizzo. Ciò ti consente di passare da una criptovaluta all’altra senza rompersi. Si consiglia inoltre di rinominare il file BAT da ETH a TRX per facilitare l’identificazione.
  • Passaggio 6: assicurarsi che i file di testo siano chiusi dopo aver rinominato il file. Configura i tuoi minatori e mettili in funzione. Riceverai messaggi con la notifica che il mining di Tron è già iniziato.

Qual è il costo dell’estrazione di 1 blocco di Tron?

Non esiste un costo stabilito universalmente per l’estrazione di Tron. Questo perché il prezzo dell’elettricità determinerà il costo di mining.

Quanto tempo ci vuole per estrarre 1 blocco di Tron?

Il tuo hash rate determina il tempo impiegato per estrarre un blocco di Tron. Pertanto, l’efficienza del tuo mining è una funzione della potenza della tua configurazione mineraria.

Posso estrarre Tron a casa?

Spesso è consigliabile per i principianti eseguire il mining di Tron a casa con il proprio personal computer (PC). Ma col passare del tempo, puoi investire in ASIC, probabilmente il miglior processo per estrarre Tron.

Posso estrarre Tron su Android?

Minare Tron sul tuo Android è semplice. È necessario installare l’applicazione MinerGate dal Google Play Store sul tuo smartphone. Crea il tuo account e sei pronto per estrarre.

Posso estrarre Tron su iPhone?

No, non puoi estrarre Tron su iPhone. Ciò è dovuto al danno causato all’hardware dell’iPhone, costringendo Apple a limitare il suo mining.

TRON è un investimento redditizio?

L’analisi dell’attività di rete di TRON rivela un’attenzione significativa alle dApp di giochi, giochi d’azzardo e streaming video. Nonostante ciò, TRON sta espandendo costantemente i suoi utenti poiché sempre più sviluppatori e utenti di criptovalute cercano blockchain alternative con commissioni più basse e velocità di transazione più elevate rispetto a Ethereum.

L’aggiunta del supporto USDCoin ha portato a oltre 108 milioni di dollari in circolazione sulla rete TRON in un mese, indicando un crescente interesse per protocolli alternativi.

TRON: quale futuro?

Tron è un progetto decentralizzato con molte promesse. Commissioni basse e transazioni veloci sono sempre benvenute quando molti progetti sono costosi e lenti. Per gli sviluppatori, la rete Tron è ideale per creare contratti intelligenti per diverse applicazioni.

Tron (TRX) ha una capitalizzazione di mercato di quasi 7 miliardi di dollari e un volume di scambi di oltre 200 milioni di dollari. Non è una cosa da poco. Bitcoin ha una capitalizzazione di mercato di oltre 500 miliardi di dollari, mentre Ethereum supera i 200 miliardi di dollari, ma sono al vertice della classifica delle criptovalute.

Solo il tempo dirà se Tron (TRX) sarà all’altezza delle aspettative dei suoi fedeli seguaci. Mentre usciamo dal mercato ribassista, quello sarà il momento ideale per vedere come si comporta Tron (TRX).

Conclusione

TRON si distingue come un progetto di criptovaluta distinto, integrando varie tecnologie sperimentate da altri progetti in un sistema coeso. La rete TRON fornisce una soluzione per i creatori di contenuti che devono affrontare problemi di censura o piattaforme di contenuti centralizzate. Inoltre, il suo sistema di transazioni senza commissioni lo rende un’opzione interessante per aziende e consumatori nei pagamenti crittografici.

Sulla carta TRON si rivela un progetto ambizioso con uno scopo ben preciso: decentralizzare il web, anche se ci sono una serie di contraddizioni nei suoi strumenti che bisognerebbe migliorare. Il traguardo non è semplice ma qui ci sono delle procedure che fanno pensare tutto tranne che ad una decentralizzazione. Di contro disporre di più coin per avere un maggior peso può avere i suoi vantaggi anche se non è molto democratico. Di contro l’ecosistema si presenta come una realtà vivace che raccoglie molto interesse. La sua blockchain è tecnologicamente valida: rapida, sicura e scalabile.

Domande Frequenti

Cosa distingue TRON dalle altre criptovalute?

TRON è unico nella sua attenzione alla decentralizzazione di Internet e alla fornitura di una piattaforma per i creatori di contenuti. Il suo sistema di transazioni senza commissioni e l’elevata produttività lo rendono attraente per utenti e sviluppatori. Inoltre, ha attirato l’attenzione per l’acquisizione di BitTorrent, che ha contribuito alla sua visione di condivisione decentralizzata dei contenuti.

Dove posso usare TRX?

TRX può essere utilizzato per vari scopi, tra cui la creazione e la condivisione di contenuti e in alcuni negozi e servizi online che accettano TRX come pagamento. Può anche essere scambiato su più scambi di criptovaluta e portafogli crittografici.

TRON è sicuro e scalabile?

Il meccanismo di consenso DPoS di TRON e gli sforzi di sviluppo continui lo rendono una piattaforma sicura e scalabile. Tuttavia, come tutte le criptovalute, gli utenti dovrebbero prestare attenzione e seguire le migliori pratiche di sicurezza.

Come posso conservare TRX in modo sicuro?

TRX può essere archiviato in portafogli di criptovaluta, sia hardware che software. È essenziale utilizzare fornitori di portafogli affidabili e prendere precauzioni per salvaguardare le tue chiavi private.