Stellar Lumens (XLM) Guida: cos’è e come funziona

Il successo di Stellar Lumens è cresciuto in maniera esponenziale per poi uscire fuori allo scoperto mentre il mondo crittografico era incentrato solo sulle dinamiche dei BTC. Così mentre i media davano spazio solo al boom dei Bitcoin, molte altre valute e piattaforme virtuali accumulavano guadagni e introiti alimentando sempre di più le prospettive di una mole di utenti necessaria a fondare community forti e partecipative. In questo quadro Stellar Lumens ha spiccato il volo ponendosi come una blockchain dal carattere pratico e innovativo. A tal proposito in questa guida ci soffermeremo non solo sugli aspetti che hanno contribuito al suo successo commerciale ma anche sulle sue origini per scoprire gli obiettivi iniziali e le sfide operative che ancora lo attendono.

Stellar Lumens (XLM) Guida

Di conseguenza partiremo dal concetto base di blockchain come registro utilizzato per trasmettere valute digitali per poi approfondire gli aspetti positivi del token principale della blockchain Stellar e cioè Stellar Lumens o XLM.

Poi sarà la volta di comprendere l’utilizzo dell’algoritmo di consenso di riferimento che è più veloce, più economico e più efficiente dal punto di vista energetico rispetto a quello di Bitcoin. Ovviamente sarà necessario uno studio approfondito sulle sue origini e quindi scopriremo dove tutto è iniziato partendo dal lancio nel 2014 da Jed McCaleb, fondatore anche di Mt. Gox e co-fondatore di Ripple, per poi incentrare il dibattito sull’uso della blockchain Stellar, centralizzata attorno alla Stellar Development Foundation, che controlla gran parte dei token lumen.

Cos’è XLM?

XLM è la criptovaluta ufficiale di Stellar Lumens utilizzata solitamente per pagare le commissioni associate alle transazioni di sistema ma anche per spostare token o qualsiasi altro titolo, ma anche materie prime e valute fiat. Per poter gestire queste operazioni esistono diversi strumenti online che permettono di visualizzare transazioni, blocchi e saldi dei conti recenti. Tra i più diffusi spiccano Stellarchain.io, Blockchair.com e StellarExpert.111213.

Stellar Lumens: dove tutto è iniziato

Jed McCaleb
Jed McCaleb: il fondatore di XLM

Stellar è stata ufficialmente creata 10 anni fa’ da Jed McCaleb e Joyce Kim con l’obiettivo di fornire una piattaforma decentralizzata che possa assicurare tempi brevi nella gestione di transazioni transfrontaliere sempre sicure. D’altronde Jed McCaleb aveva già esperienze dato che ha anche co-fondato la società di criptovaluta Ripple e l’exchange Mt. Gox . Dopo aver lasciato Ripple a causa delle sue divergenze con gli altri cofondatori, McCaleb e la sua compagna Joyce Kim hanno lanciato il protocollo Stellar come fork del codice base di Ripple. La società di pagamenti Stripe ha fornito 3 milioni di dollari in finanziamenti iniziali.

Così si è pensato di favorire l’accesso ai servizi finanziari per le persone che non hanno accesso ai sistemi bancari tradizionali. Da questo punto di vista la criptovaluta digitale associata a Stellar Lumens (XLM) funge da ponte tra diverse valute, il che significa che può rendere molto più semplice lo scambio di valore oltre confine senza la necessità di intermediari come le banche. Ciò può comportare costi di transazione inferiori e tempi di regolamento più rapidi rispetto agli istituti tradizionali. Per questo motivo è diventata in brevissimo tempo una criptovalute che vale la pena esplorare nel mercato.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


L’ufficializzazione è però arrivata nell’ottobre 2017 dopo aver annunciato una partnership con IBM. La partnership prevedeva la creazione di molteplici corridoi valutari tra le nazioni del Pacifico meridionale. In pratica l’obiettivo era quello di elaborare fino al 60% di tutti i pagamenti transfrontalieri nella regione, che comprende paesi come Australia, Fiji e Tonga. Ciò avrebbe consentito collegamenti tra piccole imprese, organizzazioni no-profit e istituti bancari locali per accelerare le transazioni commerciali. Ad esempio, un agricoltore di Samoa poteva connettersi ed effettuare transazioni con un acquirente in Indonesia.

Successivamente sono arrivate una serie di conferme che favorito la sua espansione: dall’annuncio dell’importante società di consulenza tecnologica Deloitte che ha festeggiato una partnership con Stellar per sviluppare un’app di pagamento alla conferma di 30 banche che hanno aderito all’utilizzo della blockchain di Stellar per i trasferimenti transfrontalieri.

Come funziona Stellar Lumens?

Stellar Lumens viene eseguito sulla blockchain Stellar, che garantisce che tutte le transazioni sulla rete siano registrate in modo trasparente in modo da tutelare dati e risorse dell’utente. A differenza dei sistemi bancari tradizionali controllati da una singola entità, la blockchain è gestita collettivamente da una rete di computer noti come nodi che a loro volta contribuiscono ad archiviare copie del registro andando a convalidare le transazioni. In questo modo formano una base di validatori responsabili della verifica delle transazioni. Il loro criterio di validazione è basato sul consenso collettivo utile a concordare insieme le scelte utili all’approvazione di una transazione. Si tratta di un sistema efficiente che sulla carta è molto più costruttivo del mining ad alta intensità energetica che viene impiegato per i Bitcoin.

Di conseguenza il funzionamento di base di Stellar è simile a quello della maggior parte delle tecnologie di pagamento decentralizzate. Gestisce una rete di server decentralizzati con un registro distribuito che viene aggiornato ogni due-cinque secondi tra tutti i nodi. Questo vuol dire che il fattore distintivo più importante tra Stellar e Bitcoin è il relativo protocollo di consenso. A conti fatti non gli serve neanche avere un’intera rete di minatori per approvare le transazioni perché da questo punto di vista l’algoritmo Federated Byzantine Agreement (FBA), che consente un’elaborazione più rapida delle transazioni può svilupparle comodamente tramite il sistema a sezioni di quorum per approvare e convalidarle in maniera istantanea.

Stellar Lumens: un sistema di nodi che piace alla commuity

Scorrendo tra i vari forum specializzati abbiamo scoperto che la community che si è creata intorno a Stellar apprezza particolarmente il suo funzionamento laddove ogni nodo della rete Stellar sceglie un altro insieme ad un gruppo di nodi “affidabili”. Una volta che una transazione è stata approvata da tutti i nodi all’interno di questo set, viene considerata approvata. Il processo abbreviato ha reso la rete di Stellar estremamente veloce e si dice che elabori fino a 1.000 operazioni di rete al secondo.

L’attuale processo per i trasferimenti transfrontalieri è complicato. Richiede alle banche nazionali di mantenere conti nelle giurisdizioni estere nelle valute locali. Le loro banche corrispondenti devono gestire un conto simile nel paese di origine. Queste procedure per le transazioni transfrontaliere con valute fiat è lungo e comporta la conversione e la riconciliazione dei conti. Poiché consente la convalida simultanea, la blockchain di Stellar può abbreviare o eliminare i ritardi e la complessità di un meccanismo così farraginoso.

Che cos’è lo Stellar Consensus Protocol (SCP)?

stellar consensus protocol
Fonte: https://stellar.org/

Stiamo parlando dello Stellar Consensus Protocol (SCP), un meccanismo di consenso su cui si basano i suoi token. SCP consente ai nodi di concordare l’ordine e la validità delle transazioni senza richiedere loro di risolvere complessi enigmi matematici. La sua forza sta nell’impiego di un algoritmo di accordo bizantino federato che si basa su una struttura di sezioni di quorum, insiemi di nodi di cui si fidano che si intersecano per formare un consenso. In pratica questo processo garantisce l’integrità e l’accuratezza del registro senza il massiccio consumo di energia associato alla prova di lavoro.

Quando un utente avvia una transazione sulla rete Stellar, i dettagli della transazione vengono trasmessi ai nodi della rete. Solo allora i validatori valutano l’effettiva adesione della transazione alle regole della rete. Viene raggiunto un accordo sul quorum e la transazione viene considerata confermata e aggiunta al registro. Questo processo rapido ed efficiente garantisce che le transazioni vengano regolate in pochi secondi. Ecco perché questo sistema viene particolarmente apprezzato, a fronte di una velocità operativa che non ha eguali.

In siffatto contesto entra in gioco l’algoritmo di consenso proof-of-agreement per garantire il coordinamento tra i diversi nodi che finiscono per trasmettere le transazioni tra loro ogni cinque secondi, assicurando che mantengano tutti versioni identiche del registro Stellar.14 Si tratta di un metodo infallibile che ha contribuito al successo dell’asset favorendo l’impiego da parte di coloro che sono sempre alla ricerca di sistemi che assicurano transazioni veloci ed economiche con costi computazionali o energetici minimi. Sebbene occasionalmente abbia goduto di forti aumenti di prezzo, il valore dei lumen Stellar è spesso soggetto ad oscillazioni.

Stellar Lumens: casi d’uso e criticità

Stellar Lumens Crypto

Stellar lumens non funziona solo come criptovaluta, ma permette anche la creazione di altri token sulla sua piattaforma che sono a conti fatti dei vari asset, come valute fiat, materie prime o anche rappresentazioni digitali di cripto del mondo reale. Entità note anche come ancore emettono questi token, supportandoli con le loro controparti. In pratica queste ancore facilitano lo scambio tra asset tradizionali e token sulla rete Stellar, ma hanno anche altre ambizioni che proveremo a sintetizzarvi in questa guida.

Tutto ciò è reso possibile dalla rete su cui opera Stellar Lumens, che ha uno scambio decentralizzato integrato (DEX) che consente agli utenti di scambiare diversi token direttamente sulla rete. Ciò semplifica il processo di scambio di asset e migliora la liquidità all’interno dell’ecosistema. Su questa lunghezza d’onda questa blockchain funge da intermediario quando un utente desidera spostare denaro tra due valute diverse. Lo fa convertendo la valuta di origine in lumen e quindi i lumen nella valuta di destinazione. Questo processo elimina la necessità di più intermediari e riduce i tempi e i costi dei pagamenti transfrontalieri.


Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con Skilling:
✔️ Funzione Skilling Copy per copiare i migliori investitori
✔️ CFD su azioni globali a 0% di commissioni
✔️ Deposito Minimo di soli 100 $
✔️ Conto Demo di 10.000 $

Prova Ora Gratis ➡


Di conseguenza la criptovaluta Lumens di Stellar può essere utilizzata anche per fornire liquidità e semplificare il processo. Infatti secondo alcuni rapporti, le banche utilizzeranno le proprie criptovalute per facilitare tali trasferimenti in futuro dato che il suo protocollo ha requisiti informatici e finanziari per consentire anche alle organizzazioni con budget IT minimi, come le organizzazioni non profit, di partecipare alla sua rete. Basta che ogni portafoglio Stellar riesca a mantenere un saldo minimo per esistere: un conto eve avere una riserva base di 1 XLM.9.

E’ qui che possono emergere delle criticità dato che in seguito al lancio del protocollo Stellar, molti investitori hanno lanciato l’allarme per l’elevato numero di token lumen controllati dalla Stellar Development Foundation. Invece di lasciare che i nodi Stellar estraggano nuove criptovalute, i creatori di Stellar hanno semplicemente creato token da 100 miliardi di lumen. La stragrande maggioranza di essi è stata assegnata alla Stellar Development Foundation.

Sebbene queste risorse siano apparentemente destinate a finanziare lo sviluppo e l’adozione, alcuni investitori temono che possano essere vendute sul mercato, diluendo così le partecipazioni dei potenziali investitori. Per rispondere a queste preoccupazioni, nel 2019 le SDF hanno intenzionalmente distrutto token da 55 miliardi di lumen, ma basterà? Si teme inoltre che la rete si basi su un numero limitato di nodi, molti dei quali controllati dalle SDF. Proprio un paio di anni fa’ due di questi nodi si sono guastati inaspettatamente, causando l’arresto della blockchain Stellar per oltre un’ora.

Quali sono i vantaggi di Stellar Lumens (XLM)?

Se queste sono le premesse possiamo immaginarci quali siano i vantaggi di XLM che di fatto contribuisce alla sua posizione unica nello spazio delle criptovalute e al suo potenziale di impatto su vari settori. Siamo di fronte ad un protocollo crittografico famoso soprattutto per i tempi rapidissimi di conferma delle transazioni che spesso richiedono solo pochi secondi. Questa velocità rappresenta un vantaggio significativo per le transazioni in tempo reale e i pagamenti transfrontalieri, poiché riduce il tempo di attesa degli utenti affinché le transazioni vengano elaborate.

Ovviamente già solo questo aspetto basterebbe per elevare questa cripto nell’Olimpo dei token pratici e pragmatici. D’altronde questa rete è stata appositamente progettata per mantenere i costi di transazione eccezionalmente bassi. Ciò è particolarmente importante per le micro-transazioni e i trasferimenti transfrontalieri, dove commissioni elevate possono incidere sul valore inviato. I bassi costi di transazione rendono gli XLM un’opzione interessante per le rimesse e le transazioni di piccolo valore.

A ciò si aggiunge un altro aspetto che merita la massima attenzione e che può aiutarci a capire il suo valore sul piano pratico. Ebbene gli XLM sono stati molto gettonati agli esordi perché funzionano anche come una valuta ponte, consentendo transazioni transfrontaliere senza l’utilizzo di terze parti e cioè senza l’intervento forzato di istituzioni finanziarie tradizionali. Pertanto, le persone, le organizzazioni senza scopo di lucro e le aziende beneficiano di trasferimenti di denaro internazionali più rapidi ed economici. Sulla scia di questo vantaggio Stellar ha stretto partnership con vari istituti finanziari, elaboratori di pagamento e società tecnologiche andando a costruire una crescente rete di collaborazioni che sta ad indicare un’ampia adozione e integrazione di Stellar Lumens nei sistemi finanziari del mondo reale.

Ecco per quale ragione XLM viene spesso indicata dagli addetti del settore come una criptovaluta per casi d’uso pratici e tangibili, rendendola un’opzione attraente sia per gli individui che per le aziende che desiderano sfruttare i vantaggi della tecnologia blockchain nelle loro transazioni e nelle operazioni finanziarie.

Qual è la differenza tra Stellar Lumens e Ripple?

Qualche investitore ha notato degli elementi comuni con Ripple anche se ci sono anche delle differenze operative. Uno spunto interessante per fare un’adeguata comparazione.

Ebbene Stellar è una tecnologia di pagamento open source che condivide molte somiglianze con Ripple e la sua criptovaluta XRP. Come Ripple, Stellar mira a connettere gli istituti finanziari e a ridurre i costi e i tempi necessari per i trasferimenti transfrontalieri. Entrambe le reti utilizzano protocolli simili e derivano dalla stessa base di codice. In entrambi i protocolli non esiste mining o proof-of-work algoritmico: tutti i token sono stati creati nel momento in cui è stata lanciata la blockchain.

Tra le differenze invece spiccano le finalità e il sistema su cui si basa il meccanismo di approvazione. La maggior parte dei token XRP è controllata da Ripple, una società a scopo di lucro, mentre la maggior parte dei token lumen è detenuta dalla Stellar Development Foundation senza scopo di lucro, mentre Ripple è un sistema chiuso, Stellar è open source. Inoltre hanno anche clienti diversi. Ripple collabora con istituti bancari e consorzi affermati al fine di ottimizzare la loro tecnologia di trasferimento transfrontaliero. Al contrario, Stellar si concentra sui mercati in via di sviluppo e ha molteplici casi d’uso per la sua tecnologia, comprese le rimesse di denaro e la distribuzione di prestiti bancari.

Grafico XLM

Il prezzo di XLM: le previsioni

Analizzando con attenzione il percorso di Stellar sul mercato digitale finanziario possiamo affermare che non è stato mai privo di ostacoli, ma forse il 2024 qualcosa cambierà. In tal senso il 2023 è finito con una correzione al ribasso dalla zona di $ 0,1380 rispetto al dollaro USA per poi portarlo ad essere scambiato vicino a $ 0,1300. C’è stata comunque una linea di tendenza rialzista chiave che si è formata con un supporto vicino a $ 0,1280 sul grafico a 4 ore. La coppia ha iniziato poi un altro aumento dopo che ha superato i livelli di resistenza di $ 0,1315 e $ 0,1355. Questa dinamica ha portato il prezzo ad essere scambiato sopra i $ 0,125 rispetto al dollaro USA, come il Bitcoin.

Ora il prezzo di XLM deve restare al di sopra del supporto di $ 0,1250 per salire nuovamente. Così dopo aver formato una base al di sopra del livello di $ 0,1200, il prezzo del lumen di Stellar ha iniziato un nuovo aumento rispetto al dollaro USA. La coppia XLM/USD ha rotto la zona di resistenza di 0,1250 dollari per spostarsi in una zona positiva. Il movimento al rialzo è stato tale che il prezzo è salito a $ 0,1380 prima di essere corretto al ribasso. C’è stato un calo al di sotto del livello di supporto di $ 0,132. Di contro è necessario un scambio al di sotto del livello di ritracciamento di Fib del 50% del movimento al rialzo dal minimo di $ 0,1206 al massimo di $ 0,1383 che ora dovrebbe portare a $ 0,1250 e alla media mobile semplice di 55 (4 ore).

In questi scenario risulta chiaro l’andamento di Stellar che sta affrontando una resistenza. La prossima è vicina al livello di $ 0,1350. Un chiaro movimento al di sopra del livello di $ 0,1350 potrebbe inviare il prezzo verso il livello di $ 0,1382. Eventuali ulteriori guadagni potrebbero portare il prezzo verso il livello di $ 0,1420 o addirittura $ 0,1500. Il supporto iniziale al ribasso è vicino al livello di 0,128$. Il prossimo in linea d’aria si trova vicino al livello di $ 0,1250 o al livello di ritracciamento di Fibonacci del 76,4%. Eventuali ulteriori perdite potrebbero portare il prezzo verso il livello di $ 0,1200 nel breve termine.

Su questa lunghezza d’onda se guardiamo agli indicatori tecnici scopriamo che il MACD a 4 ore per XLM/USD sta perdendo slancio nella zona rialzista, che l’RSI a 4 ore è ora al di sotto del livello 50, che i ivelli di supporto chiave sono $ 0,128 e $ 0,125, mentre quelli di resistenza chiave sono $ 0,1315, $ 0,1350 e $ 0,1380. In conclusione se il prezzo di Stellar Lumen (XLM) ricomincia ad aumentare è tutto merito della sua posizione al di sopra di $ 0,125.

Leggi anche: Previsioni Stellar Lumens 2024-2030

Come acquistare token XLM?

A questo punto è arrivato il momento di capire in che modo acquistare XLM soprattutto dopo aver scoperto i suoi vantaggi operativi. Innanzitutto diciamo subito che investire in Stellar Lumens è facile e intuitivo. Tenendo bene a mente che i Lumen vengono scambiati sia con il ticker XLM che con quello STR a seconda della piattaforma su cui ci troviamo. L’azienda ha deciso di cambiare il proprio ticker da STR a XLM anni fa, ma alcune borse hanno deciso di mantenere il ticker originale indipendentemente dalla scelta.

Stellar Lumens (XLM) è disponibile sui seguenti scambi:

  • Uphold: si tratta di uno dei migliori scambi per i residenti negli Stati Uniti che offre una vasta gamma di criptovalute tra cui XLM. Di contro i residenti nel Regno Unito e in Europa non possono accedervi.
  • Kraken: è uno dei nomi più affidabili del settore con oltre 9.000.000 di utenti e oltre 207 miliardi di dollari di volume di scambi trimestrali. XLM qui trova la sua dimensione reale a fronte di un meccanismo rapido ed elementare. La borsa Kraken offre accesso al trading in oltre 190 paesi tra cui Australia, Canada, Europa e dunque si rivela una delle migliori borse per i residenti negli Stati Uniti (esclusi lo stato di New York e Washington).
  • Paybis: è un’azienda veramente globale che offre servizi a residenti di oltre 180 paesi, tra cui Canada, Europa, Regno Unito e Stati Uniti.
  • Coinberry: è uno scambio canadese regolamentato è riservato ai soli residenti canadesi .
  • WazirX: è il miglior scambio per i residenti in India.

Leggi anche: Come comprare XLM

Dove conservare XLM: Stronghold o Ledger Nano S?

Quando si tratta di archiviare il tuo XLM, puoi considerare alcune opzioni. Se lo scambi continuamente, sarà più conveniente, ma meno sicuro, mantenere il tuo XLM sul tuo exchange preferito. Se invece vuoi conservarlo semplicemente ed effettuare solo qualche scambio allora punta su Binance che di fatto fornisce un discreto livello di sicurezza per le tue partecipazioni. Una volta che sei pronto per interrompere la tua strategia di trading giornaliero, puoi sempre inviare il tuo XLM a un portafoglio mobile come Jaxx. Queste piattaforme sono le più facili da gestire e utilizzare. Nella maggior parte dei casi, puoi scaricare l’app del tuo portafoglio e iniziare a utilizzarla in meno di dieci minuti con la possibilità di avere sempre accesso libero al tuo XLM.

Se desideri un approccio più sicuro allo storage XLM, dovresti prendere in considerazione l’utilizzo di Stronghold che è l’exchange ufficiale distribuito per la rete Stellar. C’è anche un client desktop per supportare le tue esigenze di archiviazione. Infine se vuoi effettuare un investimento importante in XLM o se stai pianificando di effettuare l’HODL di questa criptovaluta per lunghi periodi di tempo, un portafoglio hardware è l’opzione migliore. I portafogli hardware mantengono le tue criptovalute archiviate offline in cold storage. Questa strategia rende impossibile l’attacco di minacce online per accedere alle tue partecipazioni. Il Ledger Nano S o il più avanzato Ledger Nano X supportano entrambi Stellar Lumens (XLM).

Conclusioni

Sulla carta abbiamo visto che Stellar Lumens ha il potenziale per migliorare la modalità con cui il denaro viene trasferito a livello internazionale, ma il suo futuro come valuta digitale ha delle sfide di fronte a sé. Si tratta di una tecnologia promettente con il potenziale per rendere i servizi finanziari più accessibili e convenienti per i consumatori di tutto il mondo. La performance futura di questa criptovaluta può essere influenzata da una serie di fattori. Si è vero man mano che sempre più organizzazioni e istituzioni finanziarie aderiranno alla rete Stellar, l’uso di questi token aumenterà. Di conseguenza, il prezzo di XLM potrebbe aumentare e trasformarsi in un investimento più redditizio.

Tenendo bene a mente che dal giorno del suo lancio ne è passato di tempo e nel frattempo si registra sempre un aumento della domanda di pagamenti transfrontalieri man mano che l’ economia globale diventa sempre più interconnessa. Stellar sembra ben posizionata per soddisfare questo requisito in quanto offre un protocollo di trasferimento di denaro internazionale rapido e conveniente. Nuovi casi d’uso per Stellar iniziano a materializzarsi man mano che la rete si espande. I micropagamenti, le rimesse e persino la finanza decentralizzata (DeFi) potrebbero rientrare in questa categoria.

Tuttavia Stellar potrebbe incontrare degli ostacoli a causa di alcune difficoltà tecniche e incertezze normative, anche se il suo sistema crittografico come pure il suo comparto tecnico sempre aggiornato lasciano supporre che siamo di fronte ad una realtà finanziaria in continua espansione. Pronta ad affrontare nuove sfide ma soprattutto l’agguerrita concorrenza sul campo. Dalla sua parte Stellar può contare sul suo elevato livello di esperienza posseduto e il suo approccio unico nel mercato. Non sorprende infatti che XLM sia oggi una delle criptovalute più popolari al mondo. Possiamo dunque aspettarci che questa popolarità aumenti man mano che sempre più persone entrano nel settore blockchain. Per ora, possiamo illuminare le nostre strategie di investimento in criptovalute grazie ad un token pratico, innovativo e dai costi irrisori.