Segnali Forex: la guida definitiva

I Segnali Forex rappresentano uno strumento vantaggioso perchè consente di intervenire subito sul campo per limare o ottimizzare il proprio intervento sul mercato azionario. Da questo punto di vista essi si pongono come un valido alleato nella gestione del proprio conto in fase di negoziazione. Su questa lunghezza d’onda essi sono forniti dalle principali piattaforme di trader, offerti in tempo reale o gratis o a pagamento e in alcuni cosi suggeriti da terze parti.

Segnali Forex

In quest’ottica risulta chiaro che chi dispone di queste informazioni ha una marcia in più sul piano operativo, per questo motivo le piattaforme che presentano la voce Segnali Forex sono le più gettonate e quindi le più consigliate. D’altronde un broker che si rispetti ha il compito di offrire il massimo supporto nella fase di contrattazione, ma se combiniamo questi suggerimenti con i Segnali Forex riusciamo a vedere le nostre operazioni in un quadro più ampio con lo scopo di effettuare investimenti sicuri e ragionati laddove nulla viene lasciato al caso.

Come valutare l’affidabilità di un segnale?

A questo punto è lecito chiedersi in che modo viene valutata l’attendibilità e quindi la relativa affidabilità di questi Segnali Forex. Insomma quali sono i criteri che determinano la credibilità della loro previsione sulla base dell’andamento del mercato in tempo reale? Ebbene per capire se quel trader ha una certa autorevolezza nella diffusione di questi dati basta semplicemente valutare la storicità del segnale. In pratica se un segnale è automatico e quindi realizzato con un trading system allora risulta molto facile avere degli storici calcolati ricavati dall’analisi dei backtest che basa sullo studio della strategia sui singoli mercati.

Di conseguenza solo a quel punto possiamo valutare la sua relativa affidabilitò, tenendo bene a mente che la maggior precisione del segnale è offerta dal broker di riferimento dato che su alcuni mercati i prezzi variano anche in minima a seconda dell’intermediario. Quando avremo individuato un trader affidabile nella valutazione dei Segnali Forex, allora vorrà dire che sarà arrivato il momento di iniziare la nostra attività di trading on line.

Come valutare un segnale forex?

In generale sarà il broker di riferimento a capire che se quel segnale ricavato dall’analisi tecniche sia all’altezza della situazione, anche se possiamo noi stessi determinargli un valore in modo da suggerire una nostra personale iniziativa. Nello specifico dobbiamo partire dal presupposto che la valutazione di un segnale va di pari passo con l’analisi della sua operatività su siti come myfxbook o fxstat capaci mostrare in rempo reale il loro andamento rispetto alle statistiche di un conto.

Secondo i nostri studi se riusciamo ad avere un eventuale drowdown che spesso viene calcolato per capire il rapporto rischio rendimento sul profit factor possiamo fin da subito capire la fattibilità di quel segnale. Di conseguenza anche se spetta al broker valutare se i Segnali Forex sono affidabili anche a noi vengono forniti degli strumenti automatici con cui poter fare le nostre opportune valutazioni.

Come scegliere un segnale forex?

Nella scelta del segnale forex entrano in gioco una serie di fattori chiave che dobbiamo assolutamente prendere in considerazione per poter puntare su segnali attendibili e affidabili, dato che essi determineranno la natura del nostro intervento finanziario. In questo scenario i casi possono essere assai diversi tra di loro, dato che i segnali sono rinomati per la loro varietà sistematica tra valori che possono andare bene per un conto ma possono invece essere poco funzionali per un altro di diversa prospettiva e con differente deposito.

Ragion per cui oltre a valutare la qualità del segnale di ingresso bisogna anche poter testare un segnale di uscita, laddove possiamo differenziare uno per il guadagno (take profit) ed uno per limitare la perdita. In siffatto contesto possiamo avere un quadro più completo del pannello di rischio in modo da capire in che modo utilizzare i segnali che ci sono venuto incontro. In quest’ottica bisogna partire dal presupposto che i Segnali Forex devono essere interpretati con lucidità e professionalità per evitare scelte emotive che possono sono complicare il tempo delle negoziazioni azionarie.

A quel punto il broker ha un ruolo cardine perchè deve capire in tempo reale se quel segnale è valido solo per il forex o anche per altri cfd,e di conseguenza sta a lui scegliere o consigliare di intervenire se quel valore sembra valido per tutte le valute o solo per alcuni tassi di cambio. Senza dimenticare che in quel caso abbiamo tutto il diritto di optare per altre scelte dato che l’ultima parola spetta al possessore del conto con deposito. A tal proposito la considerazione o meno di un trend suggerito dai Segnali di Forex diventa un valido strumento se supportato da statistiche analitiche positive. Cià vuol dire che possiamo anche scegliere di non cambiare il nostro approccio operativo.

Ma come vengono costruiti i Segnali Forex ?

A questo punto è naturale porsi una domanda relativa alla formulazione dei segnali forex e cioè al modo con cui possono essere rilevati e quindi impostati per una rapida valutazione. Su questa lunghezza d’onda basta ricordare che questi segnali non nascono da una considerazione superficiale ma sono frutto di studi di natura tecnica sui tassi di cambio e di fatto possono interpretare le relative analisi intermarket che vengono solitamente effettuate nell’incrociare i valori di mercato.

In questo scenario un ruolo chiave lo ha sicuramente il meccanismo di trading system che permette di lanciare il segnale solo se avvengono una serie di condizioni pre-impostate. In questo si verifica quel segnale presentato come previsione. In questo scenario possiamo ricevere dei segnali Forex sul nostro conto deposito in maniera del tutto automatica semplicemente svolgendo alcune essenziali azioni come quella di richiedere una copia degli ordini tramite soluzioni di mirror trading.

Questa diffusa e sotterranea procedura è impiegata soprattutto da coloro che non hanno molto tempo di seguire le altalenanti progressioni del mercato in tempo reale. In tal senso sarà il broker a stabilire se quel segnale ha una certa fattibilità. Il che va a dimostrare la loro importanza soprattutto per un’utenza caratterizzata da neofiti.

Conclusioni

Concludendo i Segnali Forex rappresentano un aiuto concreto per poter fare trading on line, per questo risulta importante poter trovare una piattaforma che dia ascolto a questa esigenza. Stando però attenti a non cadere in alcune trappole da parte di trader che usano questa opportunità come esca per spingere il nuovo iscritto a fare solo più volumi per pagare più commissioni. Di conseguenza vi consigliamo di controllare sempre la provenienza dei segnali forex soprattutto quelli gratuiti.

Quelli a pagamento sono molto affidabili ovviamente anche se comunque c’è sempre dietro l’acquisto di un altro servizio, come l’iscrizione ad un conto con un broker dedicato. In ogni caso prima di appoggiarsi all’attività di quel broker segnalato, controllate sempre che ci sia un’autorizzazione ad operare anche nel vostro Paese con la possibilità di contattare uffici in loco in modo da avere un punto di riferimento reale per qualsiasi tipo di delucidazioni.

Una volta compreso il modo con cui potete determinare la credibilità di un pacchetto di Segnali Forex, cercate fin da subito di sfruttare i benefici per il vostro conto che avete aperto al momento dell’iscrizione. Arrivati a questo punto è lecito chiedervi: siete pronti ad affidarvi ad un trader che possa essere caratterizzato da uno strumento vantaggioso come i Segnali Forex?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *