La nuova sfida di Cardano: un rally del 30%

Per Cardano è il momento di prendere il volo grazie ad una strategia che punta tutto su un rally del 30% con un potenziale ‘triplo minimo’ per il prezzo di ADA. In questo scenario la moneta potrebbe superare le competitors e ridimensionare la sua portata ad ampio giro. L’unico ostacolo è rappresentato dall’annuncio della Federal Reserve che potrebbe minare questa grande opportunità con un nuovo piano di regolamentazione a lungo termine, a cui non tutte le criptovalute presenti sul mercato sono pronte.

Si tratta di uno scenario molto interessante sul piano operativo che porterebbe la moneta a guadagnare quasi il 30% mentre il prezzo formerebbe un classico pattern di inversione rialzista. Insomma condizioni vantaggiose per tutti gli investitori che continuano a credere in questo progetto emergente di largo respiro. Di conseguenza è prevista una forte ripresa per la compagine operativa legata ad ADA.

Molto dipenderà dall’andamento del suo prezzo che potrebbe tracciare il triplo minimo consentendo un rimbalzo sostanzioso con lo scopo di assicurare una continuità operativa al percorso della cripto. In siffatto contesto il triplo minimo viene a formarsi quando il pattern emerge in seguito ad un trend ribassista. Ebbene se si verifica questo scenario allora abbiamo molte possibilità di sfruttare a nostro vantaggio le condizioni del mercato. Il motivo? Semplice, questo esito va ad indicare in sostanza l’incapacità dei venditori di spezzare un livello di supporto. A quel punto la strada al ritorno dei compratori è ben spianata per una ripresa su larga scala che farà felici gli investitori.

Vedremo cosa deciderà domani la Federal Reserve in merito alla compravendita degli asset di riferimento, una decisione che investirà ogni ambito del settore delle criptovalute e in particolari quelle emergenti come Cardano che vede nel rally una possibilità di slancio dopo un andamento piuttosto altalenante tra correzioni e una forte pressione del movimento ribassista.

Lascia un commento

Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.