Le 10 migliori criptovalute su cui investire

Attualmente sul mercati ci sono numerosissime criptovalute su cui investire. Di conseguenza scegliere quella più adatta alle nostre esigenze non è un’impresa facile, anche perché ad entrare in gioco ci sono tantissimi fattori: da quelli puramente tecnici legati agli andamenti e alla volatilità a quelli soggettivi in merito all’entità del proprio capitale da investire e ai relativi obiettivi.

In questa guida che vi proponiamo oggi abbiamo cercato di filtrare le migliori 10 criptovalute che hanno superato il nostro test di valutazione riuscendo ad ottenere un ottimo punteggio su alcuni temi cardine: dalla sicurezza alla trasparenza, dalla velocità all’usabilità.

Prima però di addentrarci nel racconto delle loro caratteristiche tecniche e funzionali facciamo un passo indietro e iniziamo dal principio: come nascono le criptovalute e soprattutto per quale motivo.

migliori criptovalute su cui investire

Le criptovalute: come tutto è iniziato

Da quando i Bitcoin sono stati catapultati nel mercato nel 2009 molto è cambiato: dal loro incredibile successo fino alla nascita di crypto emergenti. Molte di esse si sono arenate alla prima difficoltà, mentre altre sono esplose diventando delle vere e proprie alternative. In tal senso il mercato degli asset digitali è diventato un luogo ideale dove investire liberamente senza intermediari, con costi di brokeraggio relativamente ridotti e tempistiche di esecuzione decisamente brevi.

La loro volatilità endemica è però un’arma a doppio taglio: da un lato fa vacillare la loro stabilità e dall’altro resta profittevole su base giornaliera. Tuttavia gli investitori a lungo termine che non vogliono sfruttare le ampie fluttuazioni del momento possono investire il proprio capitale in una commodity che può aumentare di prezzo in futuro.

A cambiare nel tempo è stato anche il modo di investire. In tal senso fino a qualche anno fa era necessario andare sul sito della criptovaluta per effettuare le operazioni. La procedura però era alquanto scomoda dato che questo tipo di compravendita prevedeva la conoscenza di alcune nozioni tecniche. Insomma non era per tutti! Oggi invece è alla portata di ogni genere di investitore grazie alla nascita dei diversi exchange di criptovalute supportati dalle funzionalità base dei vari crypto wallet. Senza dimenticare l’impiego dei CFD (Contracts for Difference), i famosi contratti derivati che consentono di applicare la leva finanziaria.


eToro

Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con eToro:
✔️ Funzione CopyTrader per copiare i migliori investitori
✔️ Deposito Minimo di soli 50 €
✔️ Conto Demo e Staking Automatico
✔️ Bonus 30$ Gratis alla registrazione

Prova Ora Gratis ➡


Quali sono le 10 migliori criptovalute su cui investire?

  1. Bitcoin
  2. Ethereum
  3. Ripple
  4. Cardano
  5. Solana
  6. Filecoin
  7. Iota
  8. Polkadot
  9. Decentraland
  10. NEO

1. Bitcoin (BTC)

Il Bitcoin non è semplicemente la più famosa criptovaluta ma è anche la più efficiente sul piano operativo. Non è un caso che sia anche la più utilizzata tra tutte quelle presenti in commercio. Molti sostengono che la ragione del suo successo è da attribuire al fatto che sia stata la prima ad entrare sul palcoscenico del mercato digitale finanziario. Creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto, la cui identità misteriosa ha contribuito ad accrescere il fascino intorno alla cripto. Successivamente nel 2016 un imprenditore australiano Craig Wright dichiarò di essere l’uomo dietro Satoshi Nakamoto, ma pochi hanno creduto a questa versione dei fatti.

Caratteristiche tecniche: ha dalla sua parte un sistema peer-to-peer nel progetto b-money di Nick Szabo e nel progetto Bitgold di Wei Dai. Il client ufficiale, Bitcoin Core, è un software gratuito nato da un codice scritto direttamente da Satoshi Nakamoto per implementare il protocollo di comunicazione e il network peer-to-peer.

Perché scegliere Bitcoin: si rivela perfetta per qualsiasi tipo di transazioni virtuali. All’inizio veniva usata solo per scambi di denaro tra individui. Col tempo sempre più esercizi commerciali e piattaforme online hanno iniziato accettare pagamenti in Bitcoin e ad oggi sono ovunque dagli ATM fino ai fondi ETF.

La nostra opinione: Sicuramente i Bitcoin sono da annoverare tra le innovazioni dei nostri tempi. La loro forza sta tutta nella sicurezza delle transazioni e nella comprovata accessibilità supportata da basse commissioni. Di contro il fatto che possono essere utilizzate in anonimato è un limite perché possono rivelarsi dei validi strumenti per attività criminali.

2. Ethereum (ETH)

Ethereum è la seconda più importante criptovaluta famosa soprattutto per il suo ampio pacchetto funzionale e infatti è apprezzata anche come piattaforma decentralizzata di contratti intelligenti, all’interno dei quali viene utilizzata la valuta Ether. Nata dalla mente di un esperto programmatore crittografico Vitalik Buterin, è apparsa sul mercato prima come Ethereum Project, supportato da una campagna di crowdfunding che raccolse 31.591 bitcoin, circa 18,4 milioni di dollari (2 settembre 2014).

Caratteristiche tecniche: ha una notevole piattaforma blockchain decentralizzata che è stata creata con un valido liguaggio di programmazione Turing-complete. Nella sostanza i contraenti usano il potere computazionale della piattaforma tramite una criptovaluta chiamata Ether.

Perchè scegliere Ethereum: perché può essere usato per diversi impieghi molti dei quali da poter eseguire solo su questa piattaforma. Inoltre viene usato per eseguire specifiche operazioni, come pagare per usare il potere computazionale del network e avviare l’applicazione.

La nostra opinione: Anche se ha molto da offrire sul piatto, il fatto che possa essere usato solo sulla piattaforma è un limite rispetto ai Bitcoin. In ogni caso gli sviluppatori di Ethereum stanno lavorando duramente per diventare una infrastruttura con incredibili potenzialità. Con Ethereum si possono dar vita a tanti progetti: sistemi elettorali, registri con nomi di dominio, mercati finanziari e piattaforme di crowdfunding; inoltre, è possibile gestire la proprietà intellettuale

3. Ripple (XRP)

E’ la terza più importante criptovaluta in termini di capitalizzazione di mercato. A differenza dei Bitcoin è nata con un’altra progettualità. Infatti mentre i BTC saltano il passaggio con le banche, Ripple si impegna a lavorare insieme alle banche per cambiare il modo in cui inviamo denaro nel mondo. E’ arrivata sul mercato con il progetto Ripple Protocol che è stato sviluppato da Chris Larsen e Jed McCaleb.

Caratteristiche tecniche: Ripple viene considerata sia come valuta digitale che come network. In tal senso può essere impiegata per inviare non solo la criptovaluta omonima ma anche altre valute non digitali e scambiare denaro. Questo scambio avviene tramite l’acquisto e la vendita di Ripple in cambio delle altre due valute.

Perché scegliere Ripple: perché sulla carta è una dei migliori “Global Settlement Network”, attestandosi come una valida alternativa alle camere di compensazione e al network SWIFT. La sua forza sono i pagamenti internazionali. Con l’implementazione della logica blockchain, è stato possibile eliminare una lunga serie d’intermediari, riducendo di conseguenza il costo e il tempo dell’esecuzione degli scambi.

La mia opinione: è molto integrata nelle istituzioni bancarie e finanziarie. Di conseguenza si può rivelare perfetta per chi cerca criptovalute implementate con le attività delle banche per poter avere una maggiore garanzia. Su questa lunghezza d’onda sia la Bank of England che la Bank of Japan operano attivamente con i loro sistemi di riferimento.


Ecco i vantaggi di investire in Crypto e Bitcoin con Skilling:
✔️ Funzione Skilling Copy per copiare i migliori investitori
✔️ CFD su azioni globali a 0% di commissioni
✔️ Deposito Minimo di soli 100 $
✔️ Conto Demo di 10.000 $

Prova Ora Gratis ➡


4. Cardano (ADA)

Grazie al suo innovativo algoritmo Ouroboros, Cardano è la cripto più veloce di tutte separando in due blockchain le transazioni e i contratti intelligenti. Creata nel 2017, è arrivata un po’ in ritardo rispetto alle sue competitors, ma poi è riuscita nel tempo a recuperare terreno. Sviluppata da IOHK (Input Output Hong Kong), un team già molto esperto di tecnologia blockchain. Il suo algoritmo Ouroboros è stato lodato da molti esperti. Tra i suoi meriti spicca un poderoso materiale educativo per sfruttare ancora di più la piattaforma ed educare le persone all’uso della tecnologia blockchain.

Caratteristiche tecniche: La caratteristica principale di Cardano è il suo algoritmo Ouroboros che si basa sul meccanismo proof-of-stake e agisce su due livelli, separando la blockchain dei contratti intelligenti da quella delle transazioni in generale: tutto per aumentare la velocità sia dell’uno che dell’altro. Questa separazione potrebbe anche portare a una maggiore evoluzione dei contratti intelligenti. Infatti, Cardano afferma anche che rende gli aggiornamenti molto più facili. Ad esempio, se dovessero cambiare una caratteristica dei contratti intelligenti, possono isolare solo la relativa blockchain, mentre quella delle transazioni continua a funzionare normalmente.

Perché scegliere Cardano: perché può essere usata sia per diversi impieghi. Di conseguenza per le transazioni ma anche per usare contratti intelligenti e dApps.

La mia opinione: riteniamo che sia una delle blockchain più funzionali attestandosi come un’opzione valida per i contratti intelligenti. Sicuramente non ha lo scettro del mondo dApps che al momento è nelle mani di Ethereum. Tuttavia Cardano ha molto da dire. La predisposizione ad aprirsi alle novità la rende più flessibile e in grado di meglio adattarsi ai cambiamenti rispetto alla concorrenza.

5. Solana (SOL)

Cresce a vista d’occhio il consenso per una tra le criptovalute più ambite dagli investitori istituzionali complice una blockchain poderosa, in grado di processare oltre 50.000 transazioni al minuto. Ideata nel 2017 Solana Labs può vantare un team di sviluppatori, ex ingegneri di alcune delle aziende tech più importanti al mondo come Google e Microsoft. La qualità della sua blockchain ha alimentato l’interesse del mercato. Infatti in meno di 2 anni ha incrementato il suo valore fino a superare i $200 per unità. In tal senso ad oggi Solana è una delle migliori con una capitalizzazione di mercato di oltre 50 miliardi di dollari.

Caratteristiche tecniche: Solana è riuscita a prendere gli aspetti positivi delle altre cripto e a potenziali nel miglior modo possibile. Sulla carta è la migliore per via della sua blockchain, in quanto grazie al suo algoritmo di consenso PoH (Proof of History), riesce a convalidare le operazioni senza l’ausilio di software. Per questo risulta essere particolarmente efficiente assicurando un’elaborazione di oltre 50 mila operazioni al minuto.

Perché scegliere Solana: perché è una delle più versatili su piazza grazie alla sua velocità nel convalidare le transazioni. A tal proposito può essere usata sia per trasferire fondi da un wallet all’altro, sia per speculare sul suo prezzo con tecniche di scalping.

La mia opinione: E’ senza dubbio una delle migliori perché risolve il problema della scalabilità.

6. Filecoin (FIL)

Filecoin è una criptovaluta che può vantare una comprovata ottimizzazione con cui assicurare una gestione fluida di diversi sistemi come quello di archiviazione decentralizzato peer-to-peer. Nata nel 2014 grazie alla Protocol Labs emerge solo dopo aver ottenuto finanziamenti per oltre 200 milioni di dollari in soli 30 minuti.

Caratteristiche tecniche: si basa su una blockchain che fa del PoR (proof-of-replication) e del PoS (proof-of-spacetime) i suoi punti di forza. La sua blockchain riesce nella sua ardua missione: conservare i dati online in una rete peer-to-peer totalmente decentralizzata, dove i partecipanti vengono ricompensati per validare i dati della blockchain. In questo modo possiamo custodire i nostri dati in maniera più sicura, ma allo stesso tempo di recuperarli in maniera semplice.

Perché scegliere Filecoin: perché consente di conservare i dati online in maniera sicura e decentralizzata.

La mia opinione: In un modo in cui i servizi Cloud si stanno moltiplicando a seguito della digitalizzazione dei servizi e con il crescente numero di cyber criminali in giro per la rete. La blockchain FIL potrebbe essere una soluzione per limitare i possibili danni e per proteggere le nostre informazioni sensibili in un mondo avviato al Cloud storage.

7. Iota (MIOTA)

Iota si è distinta nel panorama variegato degli asset digitali per il suo carattere innovativo che gli ha permesso nel tempo di diventare una potenziale alternativa alla tecnologia blockchain. Da questo punto di vista è come se fosse una blockchain senza blocchi, utilizzando l’IoT (Internet-of-Things). Sviluppata nel 2017 da The IOTA Foundation, una fondazione non-profit tedesca orientata all’educazione del pubblico sul suo funzionamento.

Caratteristiche tecniche: a differenza della maggior parte delle criptovalute, IOTA usa un algoritmo chiamato The Tangle che ha eliminato i generatori di valuta (miner), creando un sistema che consente una transazione solo se ne validi altre due prima riducendo drasticamente il potere computazionale necessario a gestire una transazione. Tra i vantaggi immediati: nessuna commissione perché non c’è bisogno dei generatori di valuta (miner).

Perché scegliere IOTA: perché può essere usata non solo con computer e telefoni, ma da qualsiasi dispositivo in grado di connettersi a Internet, ecco perché si chiama IOTA. Di conseguenza ha un campo di applicazione enorme in grado di rivoluzionare lo scambio d’informazioni.

La mia opinione: E’ sicuramente una novità nel mondo delle criptovalute. Non appena ci siamo abituati alla blockchain, The Tangle potrebbe averla già superata. Molti temono che dato il suo carattere rivoluzionario IOTA possa diventare a pagamento.

8. Polkadot (DOT)

Dal punto di vista tecnico questa crypto emergente ha molte cose in comune con Ripple. La prima è la possibilità di gestire le transazioni che coinvolgono varie blockchain e le valute normali. Polkadot però si distingue in quegli ambiti dove la comunicazione tra blockchain non potrebbe avvenire come le borse valori con titoli e azioni. Ideato dall’esperto di blockchain Robert Habermeier, la blockchain POL ha alle spalle la Web3 Foundation, leader nella decentralizzazione. L’obiettivo è di fornire servizi user friendly per consentire un accesso più semplice al mondo DeFi.

Caratteristiche tecniche: offre la possibilità di fare transazioni non solo con la propria valuta (DOT) ma anche tra criptovalute e valute normali. A differenza delle altre criptovalute che validano un blocco alla volta, è in grado di validare più transazioni di diverso tipo allo stesso tempo.

Perché scegliere Polkadot: perché si rivela davvero ottimale per le soluzioni più open-source, aprendosi alle dApps e a molti altri utilizzi.

La mia opinione: è un buon compromesso in virtù del suo obiettivo di fondo: puntare a ridurre alcuni attriti all’interno e all’esterno del mondo delle criptovalute.

9. Decentraland (MANA)

Decentraland è la valuta digitale del metaverso capace di rendere il mondo virtuale il più reale possibile. Nata come piattaforma online creata nel 2015 dove gli utenti possono acquistare appezzamenti di terreno con la valuta interna al gioco, ossia la criptovaluta MANA.

Caratteristiche tecniche: La prima beta della piattaforma VR è stata lanciata nel 2017, e il boom degli NFT degli anni seguenti ha portato gli appezzamenti di terreno e le proprietà ad essere venduti anche per cifre intorno ai 100’000$.

Perchè scegliere Decentraland: perché si rivela molto utile per comprare terreni ed oggetti virtuali NFT all’interno di questo metaverso.

La mia opinione: ha un pacchetto funzionale davvero incredibile. In tal senso le sue potenzialità sono infinite. Con lo sviluppo della tecnologia, Decentraland diverrà sempre più accessibile.

10. NEO (NEO)

NEO è la criptovaluta ideale per gestire i contratti intelligenti consentendo agli sviluppatori di costruire la propria piattaforma in molti linguaggi informatici. Inizialmente arrivò sul mercato con il nomo Antshares, per poi diventare NEO nel 2014. È la prima criptovaluta lanciata in Cina che ha subito dimostrato il suo valore mettendo il bastone tra le ruote al suo rivale Etheruem. Purtroppo il suo algoritmo Onchain è stato ostacolato nella creazione del progetto quando, nel 2018, il Governo cinese ha bandito le ICO.

Caratteristiche tecniche: offre due monete, NEO e GAS, che hanno scopi differenti. NEO è utile per investire nella blockchain, mentre GAS viene utilizzato per compiere azioni all’interno della blockchain. Ogni volta che viene creato un nuovo blocco, vengono creati nuovi GAS. Con NEO, gli utenti sono in grado di usare i contratti intelligenti per convertire valute normali in valuta digitale. Tra le applicazioni spiccano quelle legate alla sicurezza digitale e al riconoscimento dell’identità tramite viso e voce.

Perché scegliere NEO: perché ha reso i contratti intelligenti più interessanti esplorando nuovi modi per crearli e convalidarli.

La mia opinione: NEO ha un grande potenziale, ma se il Governo Cinese non annullerà il bando delle ICO, per NEO sarà molto difficile trovare fondi e prosperare per sfidare i grandi del settore.

Quali sono le migliori nuove criptovalute ?

  1. Chiliz (CHZ): è una blockchain particolarmente gettonata nel mondo dell’intrattenimento e dei games online.
  2. Aave (AAVE): è una blockchain molto utilizzata per fornire prestiti. Sono gli stessi partecipanti della community a metterli in circolo. In cambio essi ricevono un piccolo interesse per la loro partecipazione.
  3. Enjin coin (ENJ): è una criptovaluta che opera attivamente e in maniera capillare nel settore dell’intrattenimento. Sfruttando la blockchain ETH si orienta verso la creazione, la gestione e la vendita di elementi virtuali all’interno dei games.
  4. Chainlink (LINK): è la crypto proprietaria di SmartContract Chainlink Limited SEZC. Nata nel 2017 con l’obiettivo di collegare le blockchain tra loro ma anche con i sistemi esterni ampliando il suo potenziale operativo.
  5. Tron (TRX): è una piattaforma molto popolare dove gli utenti possono imparare a gestire la distribuzione delle loro creazioni nel campo dell’intrattenimento ma anche nei video e nei games.
  6. 1inch (1INCH): è un DEX (Exchange Decentralizzato) che ha come scopo primario andare a ridurre drasticamente i costi di Swap connettendo tra loro altri DEX all’interno della propria piattaforma e mostrando quale di questi offre il servizio migliore sul campo.
  7. UniSwap (UNI): è l’asset digitale ufficiale dell’omonimo exchange che nasce come la prima piattaforma di scambio di criptovalute decentralizzata al 100%.
  8. EOS (EOS): è la valuta digitale lanciata nel 2018, impiegata nel settore delle dApps. A tal proposito ha come obiettivo primario quello di affrontare il problema della scalabilità che affligge il sistema blockchain di tutto il mercato digitale finanziario.

Approfondisci: Nuove Criptovalute

Come investire nelle migliori criptovalute

eToro Binance Coinbase
Anno di Fondazione 2006 2017 2012
Licanza Consob Si N°21171 No No
Deposito Minimo 50 $ nessuno nessuno
Crypto Wallet No No
Derivati Crypto CFD Futures No
Copy Trading No No
Numero Crypto > 70 > 500 >150

1. eToro

Si tratta di un exchange molto popolare soprattutto per il suo talento nel Social Trading Network, un mondo virtuale dove si connettono migliaia di trader al giorno in cui condividono idee, considerazioni e strategie sui mercati. In questo modo anche se non abbiamo alcuna preparazione tecnica copiando alcune scelte operative di altri trader possiamo ottenere gli stessi rendimenti. In tal senso il copy trading può essere un approccio davvero vincente soprattutto nella fase embrionale dei nostri investimenti.

2. Binance

Dal 2017 e cioè da quando è comparso sul mercato, Binance ha dato un grandissimo contribuito all’espansione del mercato crypto in Italia e nel mondo. Infatti grazie a questa piattaforma possiamo accedere a numerosi servizi in grado di migliorare la nostra esperienza di investimento sulle criptovalute. Senza dimenticare che Binance fornisce anche una carta di credito proprietaria, con cui minare tokens e richiedere prestiti sulle criptovalute.

APRI UN CONTO SU BINANCE

3. Coinbase

Chiudiamo la carrellata dei migliori exchange con Coinbase considerato il miglior compromesso tra i clienti retail e i clienti professionisti. La sua interfaccia pratica e intuitiva è considerata uno dei suoi maggiori punti di forza perché consente di acquisire velocemente asset senza particolari conoscenze e dunque favorendo l’accesso a servizi anche professionali. L’unico neo è nel numero esiguo di criptovalute disponibili.

APRI UN CONTO SU COINBASE

Conclusioni

Concludendo come abbiamo visto in questa carrellata di criptovalute ognuna di esse risponde a specifiche esigenze operative con i suoi punti di forza e i suoi svantaggi. Sulla base dei propri obiettivi e considerando anche il capitale che vogliamo investire, possiamo scegliere la criptovaluta che ci rappresenta di più considerando che ognuna di essa rispetta tutti gli standard di sicurezza e trasparenza.