Broker Australiani: Perché Conviene Sceglierli e Quali Sono i Migliori

I broker Australiani sono molto gettonati per una serie di ragioni tecniche che si rivelano davvero vantaggiose sul piano funzionale. Innanzitutto essi sono tutti regolamentati e quindi autorizzati dall’Australian Securities and Investments Commission. Una vera e propria garanzia per poter assicurare una maggior sicurezza delle operazioni in ambito finanziario. A ciò si aggiunge un sistema solido e affidabile reso ancora più sicuro dagli standard elevati derivanti dall’attuazione delle regole dell’ASIC. In questo scenario scegliere un broker australiano si rivela un grande vantaggio operativo.

Broker Australiani

Perché scegliere un broker Australiano?

Le regole imposte dall’ASIC ai broker Australiani hanno contribuito ad alzare la posta in gioco permettendo di costruire delle piattaforme pratiche e solide con cui fare trading online a qualsiasi livello. Studiando queste regole possiamo meglio capire l’eccezionalità dei broker australiani e dunque per quale motivo sono cosi tanto gettonati dagli utenti.

Bottone

⭐⭐⭐⭐⭐

Licenza: CySEC
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 50$
Demo: 100.000 €


➞ PROVA GRATIS ETORO

Il 68% dei conti CFD perde denaro

⭐⭐⭐⭐⭐

Licenza: Consob/CySEC/FCA
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 1€
Demo: 100.000€


➞ PROVA GRATIS XTB

Capitale a Rischio

⭐⭐⭐⭐⭐

Licenza: CySEC/FCA
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 20€
Demo: senza limiti



⭐⭐⭐⭐⭐

Licenza: ECB/Consob
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 100€
Demo: 10.000€


➞ PROVA GRATIS AVATRADE

Capitale a Rischio

⭐⭐⭐⭐⭐

Licenza: CySEC
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 50€
Demo: 10.000$/€


➞ PROVA GRATIS IQ OPTION

Avviso di rischio
il vostro capitale potrebbe essere a rischio

LicenzaVotoBottone

⭐⭐⭐⭐⭐
Licenza: CySEC
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 50$
Demo: 100.000 €
➞ PROVA GRATIS ETORO

Il 68% dei conti CFD perde denaro
⭐⭐⭐⭐⭐
Licenza: Consob/CySEC/FCA
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 1€
Demo: 100.000€
➞ PROVA GRATIS XTB

Capitale a Rischio
⭐⭐⭐⭐⭐
Licenza: CySEC/FCA
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 20€
Demo: senza limiti
⭐⭐⭐⭐⭐
Licenza: ECB/Consob
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 100€
Demo: 10.000€
➞ PROVA GRATIS AVATRADE

Capitale a Rischio
⭐⭐⭐⭐⭐
Licenza: CySEC
Spreads: bassi
Commissioni: zero
Deposito Min: 50€
Demo: 10.000$/€
➞ PROVA GRATIS IQ OPTION

Avviso di rischio
il vostro capitale potrebbe essere a rischio

  1. I broker Australiani devono essere in possesso di una licenza ASIC, bloccando così tutti i broker online che si appoggiano ai trader australiani senza il consenso dell’ASIC per un livello di negoziazione sempre trasparente e sicuro.
  2. Tutti i broker devono avere un capitale operativo minimo di 1 milione di dollari australiani in modo da assicurare una maggior resistenza alle fluttuazioni dei mercati, senza dover affrontare situazione di rischio o di fallimento connesso ad un costante saldo negativo nei conti
  3. I broker non devono avere alcun conflitto di interesse con i propri clienti, con una preferenza della modalità ECN o STP per l’esecuzione degli ordini.
  4. Tutti i broker australiani devono essere necessariamente sottoposti a verifiche dettagliate per una revisione oggettiva dei conti.
  5. I broker australiani possono contare su una buona affidabilità grazie alla segregazione dei conti dei clienti.
  6. I broker australiani sono consapevoli che l’ASIC può operare tramite indagini a sorpresa verso le aziende che non rispettano le normative vigenti.

Quali sono i migliori broker australiani?

1) IC Markets

Abbiamo deciso di partire con IC Markets perchè secondo gli esperti del settore può essere considerato il primo broker australiano per Forex con la possibilità di tradare su oltre 230 asset tra forex, indici, future, materie prime e criptovalute. Insomma siamo di fronte ad un ampio e variegato pacchetto di modalità e funzionalità supportate da un approccio sistematico vantaggioso tra trasparenza e velocità di esecuzione.

Sul piano tecnico può fare affidamento non solo su una leva massima di 500:1, ma anche sulla possibilità di gestire contratti minimi negoziabili di 0.01 lotti (microlotti). Tenendo bene a mente che può vantare anche spread variabili a partire da 0.1 pip sulla coppia EUR/USD. Insomma una piattaforma ideale sia per trader retail privati che professionisti.

2) Pepperstone

Se la trasparenza e la varietà dei mercati è una vostra priorità allora dovete puntare tutto sulla piattaforma Pepperstone che si distingue nettamente dai suoi competitors non solo per velocità di esecuzione ma anche per l’efficienza del suo servizio di supporto con condizioni di trading sempre favorevoli. In questo modo può offrire durante tutto il periodo di contrattazione spread estremamente competitivi e costi contenuti. Analizzando poi le sue specifiche operative emergono due tipologie di conto: quello Razor che è strutturato su un modello a commissione perfetto per i trader frequenti, e quello standard nel quale troviamo tutte le commissioni negli spread.

3) FP Markets

Se quello che vi interessa sono le condizioni tecniche favorevoli oltre ad un’ottima reputazione, allora siete nel posto giusto dato che FP Markets è un broker ideale per chi cerca un trading competitivo potendo fare affidamento su una grande varietà di mercati su cui operare. Su questa lunghezza d’onda spicca per una serie di vantaggi tecnici tra cui l’ottimo livello della piattaforma IRESS Trading oltre al servizio di assistenza con spread con alta flessibilità.

A dimostrazione del suo carattere versatile va ricordato che questo broker si rivela perfetto per fare trading su forex, CFD, criptovalute, indici, materie prime e azioni per un totale di circa 10 mila prodotti finanziari. In siffatto contesto risulta comprensibile la ragione del suo sempre più crescente successo commerciale. Affidarsi quindi a questo rinomato broker australiano significa operare nella massima sicurezza e con una gestione ottimizzata dei propri strumenti di riferimento per tutto il mercato azionario.

4) AxiTrader

Tra tutti i broker australiani presenti in questa guida AxiTrader ha una marcia evidente in più attestandosi come un broker forex di alto livello complice anche l’utilizzo della piattaforma MetaTrader 4 che di fatto alza la posta in gioco sul piano funzionale. Tenendo bene a mente che possiamo fare affidamento su alcuni moduli aggiuntivi che contribuiscono a migliorare l’uso e l’operatività, per negoziare su circa 50 coppie di valute e diverse decine di CFD.

La sua forza sta tutta nella sua affidabilità di fondo. Siamo di fronte ad un sistema sicuro che procede attraverso due regolamentazioni leader nel settore: la prima è la FCA Inglese per l’Europa e la seconda è l’ASIC in Australia in grado di fornire in tempo reale un studio dettagliato fatto di analisi e trend di mercato attraverso il proprio team di analisti interni tramite un servizio informativo non indifferente. Infatti in questa fase può fare affidamento su dell’ottimo materiale con articoli giornalieri, report e video analisi pubblicate nella sezione “Market News & Blog” del sito principale.

Nel caso in cui non vi è ancora chiaro il valore di questa preziosa piattaforma ci basta ricordare che AxiTrader può vantare un buon servizio clienti con prezzi competitivi perfetti per chi usa un conto PRO, andando a combinare bassi spread con una commissione per trade piuttosto competitiva. In siffatto contesto risulta impossibile sottovalutare questo enorme potenziale tecnico che si traduce in una maggior produttività e operatività per tutti i tipi di traders, e cioè sia per i neofiti che sono alle prime armi che per gli esperti professionisti a fronte del suo carattere multifunzionale.

5) Klimex

Chiudiamo la nostra guida con un broker giovane ma caratterizzato da un buon potenziale tecnico da impiegare in maniera diversificata sul mercato azionario. Da questo punto di vista si rivela perfetto per coloro che cercano un broker con spread contenuti e soluzioni multi account ma soprattutto con costi di negoziazione competitivi. I relativi money manager possono gestire più conti e più clienti a fronte di una comprovata versatilità che comprende l’uso di altri strumenti che di fatto alzano la posta in gioco, tra cui un buon servizio di assistenza e l’impiego di un’ottima piattaforma standard MetaTrader 4 in tutte le sue possibili versioni.

Tra i suoi mercati chiave si fa notare sicuramente il Forex negoziabile a buone condizioni sulla piattaforma di riferimento. Tenendo bene a mente che sono disponibili anche altri prodotti nonostante il numero di asset e di mercati sia decisamente contenuto rispetto al pacchetto offerto dagli altri broker in questa dettagliata lista. In questo scenario il multiaccount si rivela una soluzione vantaggiosa per poter soddisfare più esigenze contemporaneamente.

Conclusioni

Concludendo risulta essere molto importante la scelta del broker di riferimento anche se quella di una piattaforma australiana sembra essere la soluzione più vantaggiosa non solo per la protezione automatica dei sistemi di assicurazione con piani di protezione dei consumatori, ma anche per la sicurezza operativa in ogni fase delle contrattazioni on line per un approccio più affidabile su diversi punti di vista. A questo punto è lecito chiedervi: tra i broker selezionati su quale puntereste? Considerando che tutti i broker australiani possono assicurare un trading online professionale e vincenti indipendentemente dal livello di partenza dei traders.

Lascia un commento

Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.