Il prezzo di LINK conserva il suo trend rialzista – Aumenta l’offerta di Chainlink

Buone notizie per i possessori di Chainlink dato che il suo valore è cresciuto a dismisura nelle ultime ore dopo che è stato sbloccato dal contratto di fornitura non circolante e portati su Binance. In siffatto contesto è riuscito a conservare la sua tendenza al rialzo durante gli ultimi due sblocchi di token e a gettare le basi per una nuova spinta verso l’alto. Sulla carta sono state le ultime 3 transazioni di whale ad alzare la posta in gioco, dato che i grandi investitori di portafogli hanno spostato circa $ 79,7 milioni di LINK nei loro portafogli.

La scalata rialzista di LINK quanto può durare?

Ad oggi LINK può vantare una crescita superiore alle aspettative con un’offerta circolante che è aumentata nel momento in cui 6,1 milioni di token LINK sono stati spostati su Binance. Per meglio comprendere questa fase favorevole basta ricordare che l’ultima volta che si è verificato lo sblocco del token, il prezzo LINK ha mantenuto la sua posizione facendo esplodere i suoi guadagni. A questo punto l’unico nodo è relativo all’alternativa Ethereum e capire dunque come reagirà all’aumento dell’attività delle whale.

In sostanza è stato proprio lo sblocco sblocco del token e dell’attività delle whale a mettere Chainlink nella posizione di crescere raggiungendo un valore di 42,3 milioni di dollari che sono stati sbloccati dal contratto di fornitura non circolante e spostati su Binance, favorendo una domanda rilevante per tutti gli investitori impegnati sul progetto. D’altronde c’era da aspettarsi questa performance dato che è rimasto stabile fin dagli ultimi 2 eventi di sblocco del token LINK che si sono verificati ad agosto e novembre.

Di conseguenza gli investitori si aspettavano una possibile scalata considerando i traguardi raggiunti fino a questo momento. Il prezzo di Chainlink è attualmente in una tendenza al rialzo iniziata il 31 dicembre 2022 favorendo un percorso rialzista che dovrebbe durare a lungo prima di altri rivoluzioni sul mercato. Del resto i segnali c’erano tutti con l’alternativa a Ethereum che ha visto un costante aumento del suo prezzo. Di contro sulla base dei precedenti sblocchi di token, sembra a questo punto impossibile che il recente sblocco di 6,1 milioni influenzi negativamente il prezzo dell’asset. Per questo sono in molti a credere che questa ondata rialzista durerà a lungo, a meno che non ci sia un evento esterno che metta in discussione ogni cosa.

Su questa lunghezza d’onda è interessante notare che questa situazione è stata favorita anche da un altro evento chiave coincide con lo sblocco del token e ha a che fare con il passaggio delle whale dato che 3 transazioni di grandi volumi sono avvenute sulla blockchain di Chainlink a distanza di 11 minuti l’una dall’altra. In siffatto contesto il rialzo è stato servito su un piatto d’argento. In ogni caso gli investitori malgrado l’avanzata restano molto preoccupati per la durata di questa spinta, temendo una pressione troppo forte da parte dei ribassisti soprattutto in questa fase molto critica. Per ora i trader viaggiano sicuri verso la linea rialzista convinti che lo scarto verso il fondo sia più ampio del previsto.

Lascia un commento