Chainlink si sta preparando allo staking | Il token LINK registra una tendenza al rialzo

Secondo gli analisti le prospettive future della rete Chainlink potrebbero sorprendere il mercato. In tal senso il noto token si sta preparando allo staking, una nota funzionalità che permetterà alla community di contribuire a guadagnare ricompense. Su questa lunghezza d’onda le whale di Chainlink, che contengono tra 1.000 e 1 milione di token, hanno contribuito a raccogliere 26,8 milioni di LINK in due mesi. Per questa ragione è facile supporre la ripresa di questo asset il cui massimo settimanale ha raggiunto la quota dei $ 7,80. Siamo di fronte ad un movimento rialzista determinato da un picco di accumulo da parte di grandi investitori di portafogli complice lo staking in grado di alzare la posta in gioco.

Il prezzo di Chainlink potrebbe sorprendere i possessori di LINK

L’attuale andamento di Chainlink suggerisce una narrativa rialzista di ampio respiro a fronte di un graduale aumento dell’accumulo. In pratica i grandi investitori di portafogli che detengono collettivamente tra 1.000 e 1 milione di token LINK hanno accumulato 26,8 milioni di token offrendo agli investitori una base costruttiva su cui far partire la risalita. Si tratta di un avanzamento favorevole che rende le negoziazioni più stimolanti e produttive per i trader impegnati sul campo.

I dati che abbiamo in nostro possesso ci suggeriscono aumento del 12,8% dei token LINK detenuti da grandi investitori di portafogli dall’ottobre 2022. Questo vuol dire che il sentiment non solo è stato modificato ma ha iniziato a trasformarsi in un’occasione per gli investitori stanchi per i continui andamenti altalenanti a cui ci ha abituati Chainlink. Da questo punto di vista l’accumulazione da parte delle whale è considerata un segno rialzista. Per questo dobbiamo intervenire ora che il mercato è favorevole! In questo scenario mentre gli scambi e gli indirizzi dei fondatori di Chainlink detengono il 72%, i grandi possessori di portafogli stanno accumulando ad un ritmo superiore alla norma.

In siffatto contesto l’annuncio dell’attivazione della funzione di staking per i possessori di LINK consente di registrare un notevole flusso di profitti da parte dei trader che ora devono custodire autonomamente i propri token LINK in un portafoglio crittografico per partecipare alla negoziazione. Si tratta di un passaggio significativo che consentirà agli investitori di ottenere il massimo vantaggio sul piano operativo tramite un sistema di autocustodia che consente di avere una chiave privata delle risorse digitali detenute da se stessi.

Con tali condizioni il prezzo di LINK si prepara ad un solito passaggio in avanti dato che tramite lo staking è aumentato di quasi il 10% nell’ultima settimana poiché l’altcoin sta guadagnando maggiore popolarità tra whale e i grandi investitori di portafogli. Basti pensare che in pochissimo tempo il prezzo di LINK è stato scambiato a $ 7,56, in aumento del 3% con una prospettiva rialzista piuttosto solida. Sulla base dei prezzi LINK/USDT di seguito, Chainlink ha trovato supporto a 7,31$ con un obiettivo settimanale che potrebbe sfiorare i $ 7,81. Ecco perché in poche sessioni ha raggiunto nuove adesioni e un numero sempre crescente di transazioni in virtù della sua capacità di accumulare facendo arricchire i fedeli investitori che hanno aspettato molto tempo prima di poter beneficiare di questa dimensione rialzista.

Broker-Forex.it è su Google News !
Per rimanere sempre aggiornato sulle nostre news sulle criptovalute clicca su questo link e clicca sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Lascia un commento

Il 78% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.