Chainlink: il grande ritorno sul mercato – Accumulati 47,31 milioni di token LINK

Buone notizie per i possessori di Chainlink dato che i relativi wallet di riferimento stanno accumulando in maniera vertiginosa preparandosi ad un enorme ritorno su larga scala. Di conseguenza i tempi sono maturi per investire in un progetto destinato a crescere nei prossimi mesi. Stiamo parlando di cifre da capogiro con soglie ampiamente superate grazie ad un’ondata di 47,31 milioni di token LINK da marzo 2022. Inoltre risulta molto interessante l’analisi degli addetti del settore che hanno recentemente scoperto che ad accumulare sono stati soprattutto gli investitori che detenevano tra 10.000 e 1.000.000 di LINK.

Il prezzo di LINK cresce nelle previsioni del mercato digitale

Dalla fine di maggio a questa parte abbiamo assistito ad un incremento significativo per LINK con i portafogli Chainlink che sono letteralmente esplosi dato che sono arrivati a raccogliere $ 223 milioni di altcoin. Su questa lunghezza d’onda sono molti a credere che tutto dipenda dall’efficienza
del protocollo di interoperabilità cross-chain che a conti fatti potrebbe diventare l’interfaccia preferita tra le principali banche. In ogni caso si teme che questa super esposizione possa danneggiare il suo prezzo, per ora proiettato verso una nuova dimensione con il rischio però di scendere dal supporto cruciale a $ 6,92.

Raccogliendo il maggior numero di token LINK i possessori dei grandi portafogli di Chainlink hanno iniziato a sostenere il progetto, aggiungendo quasi 47,31 milioni di token al loro portafoglio negli ultimi otto mesi, dando una vera e propria spinta ai rialzisti incatenati nel mercato ribassista, anzi è stato proprio attraverso il recente calo del prezzo dell’altcoin che si è potuto verificare questo massiccio accumulo. Si tratta di una vera e propria spinta che però appare limitata nella sua corsa. Infatti nonostante il consistente accumulo di LINK da parte di grandi investitori, il prezzo è rimasto invariato anche se gli analisti sono convinti che questa prospettiva ribassista di Chainlink sta per cambiare, gettando le basi per un grande ritorno.

Solitamente quando un asset viene accumulato in maniera esponenziale dalle whale subito dopo si verifica uno scenario rialzista. Di conseguenza è molto probabile che Chainlink assista ad una ripresa a breve termine, riuscendo a far fruttare le dinamiche favorevoli che hanno caratterizzato il suo percorso durante l’accumulo vertiginoso di token. Così dopo un calo temporaneo al di sotto del livello di supporto chiave a 6,92$, LINK si sta dirigendo verso il livello più alto. In queste condizioni l’atteso rialzo appare più concreto e meno precario rispetto alle previsioni iniziali. Per questa ragione gli investitori dovrebbero salire sul carro dei vincitori prima che sia troppo tardi.

Il ritorno di LINK in una fase particolarmente critica per l’economia globale rappresenta una strategia che si sta rivelando vincente, perché i suoi token sono diventati di colpo miele per api. In tal senso gli investitori hanno ben compreso la forza operativa dell’asset che in questo momento si sta muovendo nel mercato con la sua prospettiva alternativa capace di rivoluzionare le aspettative dei trader e degli acquirenti. E’ questo il clima necessario per alimentare una dimensione rialzista di grande respiro sul piano della continuità nel mercato.

Lascia un commento